Calcio: prova opaca in Romania, Azzurrini battuti 2-1

ROMA. – Se Luigi Di Biagio si aspettava risposte utili dai suoi ragazzi in vista dei prossimi impegni per l’Europeo, l’amichevole disputata dall’Under 21 in Romania, non deve averlo soddisfatto. Anzi, non lo ha soddisfatto, visto che al termine della partita persa 2-1 a Ploiesti, il selezionatore ha detto chiaramente: “Non abbiamo giocato bene. “Eravamo lunghi in campo e non riuscivamo a pressare. I ragazzi conoscono l’importanza delle gare di settembre e lavoreremo in questo senso”. Poco di buono, quindi, in vista del doppio impegno che attende gli Azzurrini, con Serbia e Cipro, due gare decisive per la qualificazione ai play off. Non è bastato il buon approccio alla gara: complici il caldo e la condizione fisica non ottimale di diversi elementi, l’Italia ha subito a lunghi tratti una Romania ben messa in campo, ordinata e apparsa più brillante. Con Belotti unica punta, supportato dal trio Bernardeschi-Berardi-Battocchio, l’Italia ha cercato di sfruttare le corsie esterne e le sovrapposizioni di Zappacosta e Biraghi. L’avvio è stato positivo e da un errato disimpegno della difesa rumena è nata una occasione per gli Azzurrini: Belotti supera il portiere e serve a Berardi che però riesce a non segnare. La Romania è cresciuta e alla mezz’ora è ansata in gol, di testa su calcio d’angolo, con l’attaccante della Primavera dell’Inter Puscas. I padroni di casa hanno raddoppiato al 45′, sempre di testa e su corner, con il difensore della Roma Balasa. Un minuto più tardi l’Italia ga accorciato le distanze con Cataldi su calcio di punizione. Nella ripresa, gli Azzurrini hanno rischiato per due volte di subire la terza rete e, nonostante le nove sostituzioni, non sono riusciti a pareggiare. Per battere la Serbia servirà un’Italia migliore.