Nuoto  Europei: sincro, la medaglia di bronzo arriva all’ultimo momento

ROMA. – Questa giornata l’anno preparata ed attesa per 12 mesi. Gli ultimi 5 giorni sembravano non passare mai, ma ora l’Italnuoto del sincro può esultare. Le azzurre hanno infatti vinto la medaglia di bronzo nella finale del libero combinato, così questi Europei del nuoto sincronizzato si chiudono con un 1 bronzo e 3 quarti posti per l’Italia. C’è grande soddisfazione nel team che oggi è riuscito a superare il muro dei 90 punti. Elisa Bozzo, Beatrice Callegari, Camilla Cattaneo, Linda Cerruti, Francesca Deidda, Costanza Ferro, Manila Flamini, Mariangela Perrupato, Dalila Schiesaro e Sara Sgarzi hanno ottenuto 90.3333 punti. Nel dettaglio 27.0000 per l’esecuzione, 36.1333 per l’impressione artistica e 27.2000 per la difficoltà. Molto meglio del preliminare, dove già era soddisfatte dgli 89.4000 (26.9000, 36.0000 e 26.5000). La coreografia di Anastasia Ermakova, le musiche del balletto di Scherazade di Nikolaj Korsakov, i consigli teatrali di Enrico Zaccheo sono stati d’aiuto. La capriola di Manila Flamini, “l’araba” come si dice nella ginnastica artistica, ha aperto i 4’40” di scivolate, gambate, figure ed elementi che a turno hanno visto tutte protagoniste. Anche le due riserve Alessia Pezone e Federica Sala che facevano il tifo dalla tribuna e si sono allenate con le compagne tutto l’anno. Questo esercizio sarà lo stesso che presenteranno il prossimo anno ai Mondiali a Kazan. E’ raggiante il tecnico federale Roberta Farinelli. “Ce l’abbiamo fatta, e finalmente superando i 90 punti. Abbiamo nuotato bene e con grande sincronia”. Manila Flamini fa una promessa. “Il prossimo anno faremo ancora meglio. Vogliamo avvicinarci ancora di più a Ucraina e Spagna. Mi impegno a fare alzate e salti ancora più difficili”. E questa sera tutte a cena in centro per festeggiare. “Io sono pastasciuttara”, dice Manila; “a me piace il pesce”, aggiunge Linda Cerruti. Ma prima tutte con commissario tecnico Patrizia Giallombardo per il brindisi. Sul gradino più alto del podio sono salite le ucraine, 4’23” con 94.4333 punti; seconde le spagnole in 4’28” con 93.0333 punti.

Condividi: