F1 Belgio: Mercedes domina a Spa. Ferrari, Alonso c’è

ROMA. – La Formula 1 riparte in Belgio come si era fermata in Ungheria, con le Mercedes imbattibili ed un Fernando Alonso in gran forma. E così, nel tempio della velocità di Spa-Francorchamps, lo spagnolo della Ferrari è stato l’unico insieme alle Frecce d’Argento a scendere sotto il muro dell’1’50” piazzandosi al terzo posto in entrambe le sessioni delle prove libere. I protagonisti del Mondiale si sono invece spartiti la soddisfazione del miglior tempo: Nico Rosberg al mattino e Lewis Hamilton nel pomeriggio. Alla bella prestazione della F14T di Alonso fa da contraltare l’opaca prova del finlandese Kimi Raikkonen che, proprio sulla sua pista preferita, ha avuto un problema elettrico che, pur non impedendogli di girare, gli ha precluso la possibilità di spingere e di cercare il tempo assoluto sul giro. Per il finlandese è arrivato nelle seconde libere un 1’52″234 che non lo ha portato oltre il 15° posto. “Rispetto ad altri weekend di gara – ha commentato Alonso come riporta il sito media della Ferrari – qui la storia è un po’ diversa, perché Spa è un circuito ad alta velocità e dopo essere rimasti fermi per un mese tornare a correre su un tracciato fantastico come questo è una gioia che vale doppio. È stato bello poter guidare sull’asciutto, qui il meteo è sempre variabile e le previsioni dei prossimi giorni annunciano infatti la possibilità di pioggia. Per questo motivo – come consuetudine – ci terremo pronti ad affrontare qualsiasi condizione. Su questo tracciato, come su quello di Monza, la performance del motore conta molto: sappiamo – aggiunge il pilota spagnolo – di non poter fare magie, ma cercheremo ugualmente di ottimizzare tutto. La vettura si è comportata secondo le nostre aspettative e le simulazioni effettuate, e questo è certamente un dato positivo”. Come nella prima sessione, il miglior tempo è stato fatto segnare da una Mercedes, quella di Lewis Hamilton che, in 1’49″189, ha staccato il compagno di squadra Nico Rosberg di sei decimi e di otto Alonso. Dietro allo spagnolo Felipe Massa (Williams), Jenson Button (McLaren) e Valtteri Bottas (Williams). A proposito di novità, c’è da dire che oggi c’erano due nomi inediti nella lista dei tempi: dopo un po’ di caos, Alexander Rossi ha guidato la Marussia solo nelle prove libere 1, vedendosi costretto a restituire la vettura al pilota titolare Max Chilton (sembrano così risolti i problemi contrattuali per il britannico) che in un primo momento avrebbe dovuto sostituire; André Lotterer, al contrario, tre volte vincitore della 24 Ore di le Mans, ha preso il posto di Kamui Kobayashi alla Caterham, almeno per questo weekend. In vista delle qualifiche di domani, la pioggia è una possibilità concreta che potrebbe rendere le qualifiche molto interessanti dal momento che la pista umida diminuisce l’importanza della differenza di potenza dei motori.

Condividi: