Venezuela: il sistema biometrico sarà applicato per prima nelle città di frontiera

CARACAS – La prioritá sarà data agli Stati di frontiera, quelli in cui il contrabbando é diventato un vero e proprio “business”. Poi, sará applicato al resto del Paese. Ma per il 30 novembre non vi sará un solo supermarket, piccolo o grande che esso sia, senza il sistema biometrico. Ovvero, senza la “captahuella” che permetterá di identificare quantità  di acquisti di prodotti superiore a quanto permesso. Lo ha assicurato il “Superintendente de Precios Justos”, Endrés Eloy Méndez.

Il “Superintendente de Precios Justos”, al termine di un incontro con gli organismi privati che rappresentano i negozi di generi alimentari e supermarket, ha sottolineato che il sistema biométrico permetterá di scoprire, e castigare, coloro che acquistano prodotti per poi rivenderli al doppio o al triplo del loro prezzo.

– Con il sistema biométrico – ha assicuratpo Andrés Eloy Méndez – si eviteranno le lunghe file e la speculazione.