Champions: per il Napoli a Bilbao è già finale

NAPOLI. – E’ già la notte del dentro o fuori, del cambio di prospettiva: la scintillante vetrina delle grandi d’Europa o un difficile autunno a lottare nelle periferie continentali dell’Europa League. Il Napoli scalda i motori per correre nella tana dell’Athletic Bilbao dove domani sera servirà una vittoria o un pareggio dal 2-2 in poi per staccare il biglietto per i gironi di Champions. “Abbiamo fiducia in noi stessi, abbiamo giocatori che sanno reggere la pressione di queste partite”, dice netto Rafa Benitez che vuole risposte forti domani in campo dal suo Napoli. Sa bene, Rafa, che un ko ridimensionerebbe la stagione, anche se continua a fare il pompiere: “L’eliminazione non cambierebbe il nostro progetto, perché la crescita passa per altri fattori, come la crescita della società e delle strutture, cose che stiamo facendo”, dice. Ma a Napoli, dove si vive con malcelata delusione la campagna acquisti del Napoli, l’attesa è altissima per questa gara. Per vincere nella tana del Bilbao ci vorranno i gol e il pensiero corre subito a Higuain, incubo per i baschi che lo hanno già visto esultare nove volte: la “decima” potrebbe valere l’Europa che conta. “Higuain – spiega Benitez – sa che deve fare sempre la differenza. Lo ha già fatto tante volte in passato e lo farà anche domani”. Il Pipita è caldissimo, non vuole neanche immaginare una stagione senza Champions League ed è stato il primo a spronare anche i compagni in questa lunga vigilia: Callejon, Mertens, Hamsik, Insigne, tutte le bocche da fuoco azzurre sono pronte a puntare Irazoiz. “All’andata – spiega Benitez – al San Paolo l’Athletic Bilbao si è difeso bene e spesso ci ha pressato, ma siamo comunque riusciti a trovare pericolosità in avanti e abbiamo avuto quattro o cinque occasioni per segnare un altro gol”. Precisione chirurgica ci vorrà domani, anche perché Rafa ammette che il Napoli è atleticamente un passo indietro rispetto ai baschi, che non hanno avuto giocatori ai Mondiali: “Loro hanno un piccolo vantaggio dal punto di vista fisico perchè hanno già giocato più partite di noi”, spiega Rafa, che dice di voler aspettare la rifinitura di stasera per decidere la formazione. Possibili tre cambi rispetto al match di andata: Ghoulam appare favorito per il posto di terzino sinistro, Inler in vantaggio su Gargano per il posto a centrocampo accanto a Jorginho e poi c’è Mertens, che dovrebbe partire a sinistra al posto di Insigne. L’ultima parola la dirà il cuscino che porta consiglio a Benitez. Ancora una notte e poi tutto sarà più chiaro sull’annata di questo Napoli (che intanto potrebbe annunciare a breve il mediano spagnolo David Lopez). Dal boato del San Mames gli azzurri vogliono uscire ascoltando in cuffia nell’autobus l’inno della Champions.

Condividi: