Le prime scelte di Conte, c’è Zaza e Balotelli a casa

ROMA. – Zaza sì, Balotelli no. Prime scelte azzurre per Antonio Conte e prime indicazioni forti dal nuovo ct. Nella lista di 27 giocatori chiamati per la ripartenza dopo il disastro mondiale, ci sono alcuni ritorni, le indicazioni precise di una fisionomia di gioco ma soprattutto un’assenza eccellente: quella del centravanti dell’Italia al Mondiale, appena passato dal Milan e Liverpool. La decisione di Conte è con ogni probabilità legata alla possibilità concreta che Balotelli non sia schierato subito domani in Premier, in Tottenham-Liverpool. La convocazione deve essere meritata, non e’ scontata: questo ha ribadito il nuovo ct nei suoi primi giorni di lavoro, e giocare e’ la prima condizione. Nel reparto d’attacco, prima volta per Simone Zaza, attaccante del Sassuolo di scuola Juve. Tornano Osvaldo, El Shaarawy, Giovinco e Destro, l’unico ‘reduce’ del Brasile e’ Immobile. Rossi infortunato, come Pirlo, non poteva esserci. Tra i portieri, oltre al trio del Mondiale c’è il torinista Padelli, anche lui alla sua prima in nazionale A. Ad essere definiti difensori sono solo Astori, Bonucci, Chiellini, Paletta e Ranocchia, i terzini sono tutti nel gruppo dei centrocampisti, a conferma che il modulo ricalcherà quello dei tre scudetti Juve. A metà campo, rientrano Giaccherini e Florenzi, e anche il milanista Poli. A conti fatti, solo 14 dei 27 hanno preso parte al Mondiale. Raduno domani notte a Coverciano, anche se Destro, che domani si sposa, arriverà soltanto martedì, avendo avuto un permesso speciale. Lunedì, giorno in cui si presenteranno i ‘parigini’ Sirigu e Verratti, primo giorno di lavoro. Giovedì a Bari test amichevole con l’Olanda, poi il 9 settembre a Oslo si gioca per i tre punti contro la Norvegia.