La giornata politica: Renzi, il programma dei mille giorni

Pubblicato il 01 settembre 2014 da redazione

ROMA. – Con il ”programma dei mille giorni” Matteo Renzi si impegna in una doppia sfida: una italiana e l’altra europea. E in un certo senso, è quest’ultima la più impegnativa: la vittoriosa battaglia diplomatica sul nome di Federica Mogherini alla guida della politica estera Ue ha dimostrato, come dice Benedetto Della Vedova, che l’Italia conta negli equilibri politici di Bruxelles, ma adesso si tratta di fare altrettanto sulla politica economica. Non è un compito agevole. L’attivismo di Mario Draghi non sembra aver finora scalfito il muro di Berlino dell’austerity: tanto è vero che nel colloquio con Fran&Daggerois Hollande il presidente dell’Eurotower ha ribadito che la flessibilità si dovrà muovere all’interno dei confini delineati dal fiscal compact. I tempi non sono ancora maturi per un radicale cambio di strategia: dalla riunione della Bce di giovedì prossimo non si attendono manovre non convenzionali ma solo annunci e posizionamenti delle munizioni della banca centrale. E’ in questo scenario di incertezze, con la deflazione alle porte dell’Unione, che il Rottamatore parla di una Germania modello al quale ispirarsi e non di un nemico. Che cosa significa? L’impressione è che il premier voglia evitare il rischio di essere scambiato per un ammiratore dei piani quinquennali sovietici (accusa che giunge da Forza Italia) e di voler imboccare piuttosto la strada che ha portato i tedeschi a dimezzare la propria disoccupazione con la riforma del lavoro Hartz basata su flessibilità e minijobs. Il modello italiano, basato sulla riforma Poletti e sulla delega che Renzi si augura di varare entro l’anno, sarà naturalmente diverso, ma non sembra un caso che il premier – tra le righe del suo discorso sui mille giorni – abbia parlato di uno Statuto dei lavoratori da riscrivere, di una revisione generale degli ammortizzatori sociali e di un ampio consenso parlamentare attorno al contratto a tutele crescenti che dovrebbe rivoluzionare il nostro mercato del lavoro. Se le cose stanno davvero così (l’appoggio del Ncd e di Fi sembra scontato), è chiaro che la polemica sull’articolo 18 è superata nei fatti perché costituisce solo una piccola tessera di un puzzle assai più ampio che prevede anche – ricorda il sottosegretario Graziano Delrio – un nuovo sistema generale di protezione sociale (in Germania sono previsti sussidi di disoccupazione universali collegati a precisi vincoli per il reinserimento nel mondo del lavoro). L’obiettivo, spiega il Rottamatore, resta quello di imporre una nuova strategia economica all’Europa, ma all’interno della cornice dei patti sottoscritti. Si tratta di vedere se tutto ciò funzionerà: finora infatti nessuna economia avanzata, salvo quella giapponese, ha sperimentato le conseguenze della deflazione prolungata e le ricette sono tutte molto empiriche. Ma su un punto Renzi gioca la sua credibilità: fa sapere che lo ”stato d’avanzamento” del programma economico del governo potrà essere costantemente monitorato e verificato sui siti web aperti da palazzo Chigi. Una novità d’immagine che i suoi detrattori non avevano messo in preventivo. Per il momento il problema della successione alla Farnesina e di un eventuale minirimpasto resta sullo sfondo. La crisi ucraina e quella economica impongono un percorso a vista. Se ne è reso conto anche Silvio Berlusconi il quale fa trapelare segnali di sostanziale neutralità sulla politica economica in attesa degli eventi. Il leader azzurro preferisce il basso profilo e puntare su un rapido cammino delle riforme, compresa la legge elettorale: un successo su questo terreno è la condizione per restare in gioco come padre costituente e ”forza di riserva” della Repubblica. (di Pierfrancesco Frerè/ANSA)

Ultima ora

19:06Consiglio dei ministri non esamina dl su collegi elettorali

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Il decreto sui collegi elettorali non è stato esaminato, a quanto si apprende, dal consiglio dei ministri nella riunione di questo pomeriggio. A quanto si apprende da fonti di governo, il testo non era ancora pronto.

18:54Paralimpiadi: Planker portabandiera azzurro a Pyeongchang

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Florian Planker sarà il Portabandiera azzurro alla Paralimpiadi invernali di PyeongChang 2018". E' quanto ha reso noto Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, al termine della Giunta Coni di oggi. Il 40enne bolzanino, in Corea del Sud alla sua sesta Paralimpiade (tre edizioni come sciatore, tre come pedina fondamentale della Nazionale di para ice hockey) Florian Planker riceverà dal Presidente della Repubblica la bandiera italiana che porterà in sfilata alla cerimonia di apertura dei Giochi di Pyeongchang 2018. Numerosi i successi in carriera: bronzo a Salt Lake City nel 2002 nello sci alpino, campione europeo nel 2011 e vice campione europeo nel 2016 con la nazionale di Para Ice Hockey. Ha inoltre vinto nove titoli italiani con le Aquile del Sudtirolo nel campionato italiano di Para Ice Hockey. "Questa nomina è un riconoscimento alla carriera e alla passione di uno straordinario campione" le parole di Pancalli.

18:49Basket: Pianigiani, Olympiacos test durissimo

(ANSA) - MILANO, 22 NOV - L'Olimpia Milano alla prova del nove in Eurolega. Dopo le ultime due vittorie che hanno risollevato morale e classifica, l'AX ospita la capolista Olympiacos. I greci, con ogni probabilità, non potranno contare sulla leadership di Spanoulis mentre l'Olimpia resta in emergenza, senza l'infortunato Goudelock e i nazionali Fontecchio e Abass, e reduce da tre partite in cinque giorni. "Questo - ammette il coach Simone Pianigiani - è un test durissimo ma partiamo dall'atteggiamento che è sempre stato quello giusto nelle ultime gare, dall'entusiasmo che sa trasmetterci il nostro pubblico per giocare una partita orgogliosa". Pianigiani spende parole al miele sull'Olympiacos: "Ha di gran lunga la miglior difesa della competizione, sa proteggere l'area ed erigere un muro: quindi dobbiamo prepararci a momenti in cui non vedremo la luce. L'obiettivo è avere un po' di ritmo in attacco e non perdere fiducia nei momenti in cui saremo in difficoltà".

18:41Calcio:Maxi Lopez in aula a gennaio in processo a Wanda Nara

(ANSA) - MILANO, 22 NOV - Prevista per oggi è stata rinviata al 23 gennaio la testimonianza dell'attaccante dell'Udinese Maxi Lopez nel processo milanese a carico di Wanda Nara, showgirl e ex moglie del giocatore e sposata ora con l'attaccante dell'Inter Mauro Icardi, di cui è anche manager, accusata di aver postato su Twitter e Facebook, condividendoli "pubblicamente", i dati personali, tra cui il numero del cellulare, dell'ex consorte. Maxi Lopez non ha potuto essere presente per la deposizione davanti alla seconda sezione penale, perché impegnato negli allenamenti e il giudice ha fissato quindi l'udienza per la testimonianza a gennaio. Wanda Nara, sposata con Icardi che in passato era compagno di squadra di Lopez nella Sampdoria, è accusata di aver condiviso il 22 giugno 2015 sui social i dati personali, tra cui anche l'indirizzo email, dell'ex marito, con il quale dopo la fine del matrimonio lo scontro anche pubblico andò avanti a lungo.

18:35Art. 18: Camera, relatore chiede rinvio, proteste Mdp-SI

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Art. 18": è la scritta che i deputati di Mdp e Si hanno composto con grandi fogli posti sui loro banchi nell'Aula della Camera per protestare contro la proposta avanzata dalla relatrice Titti Di Salvo (Pd) di rinviare in commissione la proposta di legge che punta alla Modifica dell'articolo 18 e che contiene altre disposizioni relative la tutela dei lavoratori dipendenti in caso di licenziamento illegittimo. La vicepresidente Marina Sereni ha chiesto, con pochi risultati, di rimuovere i cartelli, che restano sui banchi a "favore" dei fotografi e delle telecamere in tribuna.

18:34Atletica: Firenze Marathon, oltre 10mila iscritti

(ANSA) - FIRENZE, 22 NOV - Per la quinta volta in 34 edizioni superano quota 10.000 (10042) gli iscritti alla Asics Firenze Marathon in programma domenica prossima. A questi si aggiungeranno i circa 2000 partecipanti stimati alla Ginky Family Run, la minicorsa di 2 km circa che partirà mezz'ora dopo la partenza della maratona. Nel dettaglio sono 8003 gli uomini e 2039 le donne iscritte. Gli stranieri sono 2812 di cui 1973 uomini e 839 le donne. Gli italiani sono 7230 di cui 6030 uomini e 1200 donne. Tra gli stranieri (oltre 80 le nazioni rappresentate) i contingenti più numerosi sono, nell'ordine: Francia con 793 iscritti, Gran Bretagna (330), Belgio (202), Germania (197), Marocco (147), Austria (140), Spagna (135). Tra le regioni italiane, dopo la Toscana con 2028 unità, la Lombardia con 1147, il Lazio (801), Campania (557), Emilia Romagna (548). Oggi è scattato ufficialmente il conto alla rovescia, con una cerimonia presso la sala riunioni della Fidal Toscana presso l'Asics Firenze Marathon Stadium.

18:33Berlusconi a Merano il giorno di Strasburgo

(ANSA) - BOLZANO, 22 NOV - Silvio Berlusconi ha scelto la quiete di Merano per la giornata dell'udienza a Strasburgo. Come già avvenuto, più volte nei mesi scorsi, il leader di Forza Italia si trova nella cittadina termale altoatesina per un periodo di riposo. Questa volta però, non si è fatto per il momento vedere in centro storico, dove di solito volentieri passeggia e si presta anche a fare dei selfie. Merano in questi giorni è particolarmente tranquilla. Sono ormai quasi conclusi i lavori per il tradizionale mercatino di Natale che aprirà domani, e che come ogni anno attira decine di migliaia di turisti. Pochi i cronisti e fotografi in attesa davanti al famoso Hotel Palace Chenot, il mago delle cure estetiche e dimagranti. C'è solo un tranquillo via vai degli ospiti in questo albergo, apprezzato dai vip proprio per la sua riservatezza.

Archivio Ultima ora