F1. Alonso muove mercato, McLaren su Vettel o Hamilton

ROMA – Tempo di Monza e tempo, come di consueto, di mercato piloti. A pochi giorni dal via del Gran Premio d’Italia c’è fermento nel paddock della Formula 1 in vista degli scenari futuri diretti a rimescolare e assegnare i sedili della regina della velocità. Tra indiscrezioni e voci di corridoio ecco un primo importante tassello firmato Fernando Alonso che ha confermato la sua permanenza alla Ferrari almeno fino al 2016 ed ha così sciolto ogni dubbio su un suo possibile passaggio all’attivissima McLaren. Scuderia inglese che dal 2015 tornerà ad essere spinta dai motori Honda ed, grazie anche ad un bel budget (si parla di 100 milioni di dollari), ha intenzione di cominciare alla grande la nuova partnership giapponese con un pilota top. E con lo spagnolo della casa di Maranello fuori dai giochi, le frecce d’argento potrebbero riportare alla base il vecchio amore di Ron Dennis, Lewis Hamilton, o tentare il tutto per tutto strappando alla Red Bull il campione del mondo Sebastian Vettel.

A spingere Hamilton verso un clamoroso ritorno alla McLaren, dove è nato, cresciuto e diventato campione nel 2008, potrebbe essere la situazione esplosiva in Mercedes dove nonostante il recente armistizio di Brackley e le regole anti autoscontro varate dalla scuderia leader del Mondiale, i rapporti con il compagno-rivale Nico Rosberg restano tesi.

A liberare, invece, Vettel verso una nuova avventura in McLaren potrebbe essere la voglia di mettersi ancora alla prova dopo i quattro titoli con la Red Bull e l’esplosione del talento di Daniel Ricciardo riuscito in pochi mesi a oscurare il titolato tedesco e scomodo compagno. Ad avvicinare Vettel alle frecce d’argento anche le conferme di Alonso e Raikkonen (contratto fino al 2015 compreso) a Maranello dove negli ultimi anni si erano più volte rincorse le voci di uno sbarco del quattro volte iridato.

Altra ipotesi in onda su ‘radio-paddock’ anche quella del dream team tedesco in Mercedes con Vettel e Rosberg, se Hamilton dovesse decidere di tornare davvero a Woking. E tra le tante voci degli ultimi giorni, la prima certezza è stata siglata dalla Toro Rosso che si è affidata al 16enne Max Verstappen: il belga dal 2015 affiancherà il russo con residenza a Roma Daniil Kvyat sostituendo il francese Jean-Eric Vergne. Scelta quella della scuderia affiliata alla Red Bull che non ha mancato di far discutere per l’età del figlio dell’ex pilota Jos Verstappen. A lasciare invece la Williams potrebbe essere l’astro nascente Valtteri Bottas: il finlandese abbonato ai podi potrebbe essere scelto dalla McLaren per sostituire uno tra Button e Magnussen, entrambi in scadenza di contratto. Occhi anche sul gioiellino di casa Ferrari, Jules Bianchi, ora alla ‘piccola’ Marussia ma con una possibile opzione per salire di livello in Formula 1 a bordo della Sauber.