F1: Hamilton in pole, a Monza aria di duello Mercedes

Pubblicato il 06 settembre 2014 da redazione

MONZA. – Primo giro, prima variante. Saranno puntati in quel punto tutti gli occhi domani pochi secondi dopo il via del Gp di Monza. La Mercedes di Lewis Hamilton partirà davanti a tutti e in quel punto potrebbe sferrare il primo attacco il compagno di squadra Nico Rosberg, che due settimane fa a Spa a parti invertite ha messo fuori gara l’inglese. La seconda fila è delle Williams di Valtteri Bottas e Felipe Massa, la terza delle McLaren di Kevin Magnussen e Jenson Button. Solo settimo Fernando Alonso che promette “una gara d’attacco”, mentre l’altro ferrarista, Kimi Raikkonen, fuori dalla Q3, partirà 11/o. Ci sono quindi sei motori Mercedes ai primi sei posti, e il dato potrebbe dare forza alla tesi di Luca Cordero di Montezemolo, che chiede di ‘scongelare’ i motori e permettere miglioramenti in corso. Intanto resta incontrastato il dominio di Hamilton e Rosberg. Dopo le polemiche di Spa, sarà “gara libera”, senza ordini di scuderia, ha chiarito Hamilton: “Sono carico. Sarebbe bello fare un’altra doppietta per il team”. Separati da 274 millesimi in qualifica, 29 punti in classifica e pochi centimetri in conferenza stampa, i due piloti Mercedes non fanno nulla per apparire in rapporti distesi. Allora vien da chiedere cosa succederà in caso di un altro confronto serrato, magari già alla prima chicane? “Non mi suoneranno nelle orecchie le parole del team”, assicura Hamilton. E Rosberg questa volta sarà più paziente? “Non sono in grado di rispondere ora – replica il tedesco leader del Mondiale -. Il secondo posto in griglia è buono, è una gara lunga e tutto può succedere”. Si augura nuove scintille chi sta dietro. “Spero di poter gareggiare con loro: darò tutto per andare su quel podio” è la promessa di Bottas, a 6 decimi da Hamilton ma forte di “un buon passo gara”. Servirà un’impresa ad Alonso per conquistare il suo quinto podio di fila a Monza. “Ho fatto il massimo. E’ dura, non possiamo illudere i nostri tifosi con false speranze, ma la gara è lunga alla prima variante c’è sempre un po’ d’azione: dobbiamo fare una gara d’attacco e approfittare delle occasioni, non si sa mai” ragiona lo spagnolo (quasi un secondo più lento di Hamilton), che all’ultimo è riuscito a mettersi alle spalle le Red Bull di Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo. Con loro dovrà battagliare Raikkonen, che ha confermato i peggiori timori del box Ferrari ed è passato dal 12/o all’11/o posto grazie alla retrocessione di 10 posizioni di Daniil Kvyat, per aver utilizzato nel weekend un sesto motore. “Si, è vero, ho fatto qualche piccolo errore, ma è stato difficile, è stata una qualifica dura – ammette Raikkonen -. Anche la gara sarà difficile, ma sarà anche una storia diversa”.

Ultima ora

10:39Sci: Cortina 2021, siglati protocolli antimafia

(ANSA) - BELLUNO, 14 DIC - Una 'lente d'ingrandimento' sulle vicende societarie delle imprese esecutrici e un controllo coordinato dei cantieri: sono gli strumenti principali previsti nelle due intese sottoscritte in Prefettura a Belluno per prevenire le infiltrazioni mafiose nel settore degli appalti legati all'organizzazione dei Mondiali di sci alpino di Cortina nel 2021. Il progetto è articolato su due accordi che consentiranno di rendere più efficace la prevenzione da indebite ingerenze della criminalità organizzata nell'esecuzione delle opere pubbliche. Il primo consentirà di disporre di un quadro informativo completo sulle ditte appaltatrici, il secondo di prevenire tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nelle opere rientranti nel "Piano straordinario per l'accessibilità a Cortina 2021".

10:24Gerusalemme: fonti, rinviata visita Mike Pence

(ANSAmed) - TEL AVIV, 14 DIC - La visita dal 17 al 19 dicembre del vicepresidente Usa Mike Pence in Israele e nella regione è stata rinviata "di qualche giorno". Lo afferma una fonte a Gerusalemme secondo cui la decisione è legata all'esigenza della presenza di Pence al Congresso Usa. La visita - secondo la stessa fonte - è stata riprogrammata per la metà della prossima settimana.

10:01Tunisia: disordini ieri sera nella capitale

(ANSAmed) - TUNISI, 14 DIC - E' tornata la calma nel quartiere popolare del Kram di Tunisi, dopo gli scontri ieri sera tra forze dell'ordine e un gruppo di giovani sceso in strada per protestare contro il trattamento brutale, secondo alcuni testimoni, riservato dalla polizia a un pescivendolo del quartiere. Dopo l'uso di gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti la situazione è tornata alla normalità, riferiscono i media locali.

10:00Giappone: indennizzo governo a operaio Fukushima

(ANSA) - TOKYO, 14 DIC - Il ministero del Lavoro giapponese ha certificato il diritto all'indennizzo delle spese mediche per un ex operaio della centrale nucleare di Fukushima, ammalatosi di leucemia dopo un'eccessiva esposizione alle radiazioni. Secondo il canale pubblico Nhk, l'uomo, poco più che quarantenne, ha lavorato 19 anni per la Tokyo Electric Power (Tepco), il gestore dell'impianto che ha subito le maggiori conseguenze dello tsunami e la successiva dispersione delle radiazioni. L'operaio è stato esposto a 99,3 millisieverts di radiazioni; un valore che secondo il ministero della Salute nipponico può causare la leucemia. Si tratta della quarta persona in Giappone a vedere riconosciuti i propri diritti ad un rimborso, dopo aver certificato lo sviluppo della leucemia e il cancro alla tiroide, come conseguenza delle condizioni di lavoro. Dalla catastrofe di Fukushima circa 56.000 persone sono state impiegate per i lavori di smantellamento dell'impianto fino al maggio di quest'anno.

09:59Somalia: kamikaze contro polizia, almeno 10 morti

(ANSA) - MOGADISCIO, 14 DIC - E' di almeno 10 morti il bilancio di un attacco contro una accademia di polizia a Mogadiscio. Un attentatore suicida si è infiltrato tra gli agenti, facendosi esplodere durante l'addestramento del mattino.

09:57Birmania: Msf, almeno 6.700 Rohingya uccisi in un mese

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Almeno 6.700 Rohingya, inclusi 730 bambini sotto ai 5 anni, sono stati uccisi tra agosto e settembre scorsi in Birmania: lo denuncia Medici senza Frontiere (Msf) in uno studio pubblicato online. Il bilancio ufficiale delle autorità birmane riferito allo stesso periodo è di 400 vittime, scrive la Bbc, la maggior parte indicate come "terroristi islamici". Dalle violenze di agosto sono oltre 645.000 i Rohingya fuggiti in Bangladesh, afferma Msf. La maggior parte delle vittime, stima Msf, sono state uccise da colpi di arma da fuoco, molte altre bruciate vive nelle proprie case date alle fiamme o picchiate a morte. "I numeri sono sottostimati, non abbiamo monitorato tutti i campi rifugiati", spiega Msf, che ha raccolto testimonianze tra i Rohingya fuggiti in Bangladesh: "Abbiamo resoconti su intere famiglie bloccate nelle case poi date alle fiamme". Sulla base dei dati esaminati, Msf stima che le vittime nel mese di agosto possano superare le 13.000 persone.

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

Archivio Ultima ora