Giro, parole del Gran Mufti Egitto su Islam novità assoluta

ROMA. – “Il Grande Mufti d’Egitto, Allam, non solo ha giustamente condannato l’Isis ma ha anche detto che l’Islam non si deve sentire superiore rispetto agli altri, che sono compagni di strada. Questo è un fatto politico molto importante”. Lo ha detto il sottosegretario agli Esteri Mario Giro da Anversa, dove partecipa all’incontro delle religioni per la pace di Sant’Egidio. “Il Gran Mufti – dice Giro in una nota – ha parlato anche in nome della più alta istituzione sunnita, al Azhar. Le sue parole sono una novità assoluta: bene la necessaria condanna dell’Isis che attendavamo, come quella contro ogni terrorismo. In questo è stato seguito anche dal suo collega saudita. Meglio ancora dire che i musulmani si sentono come gli altri e cercano compagni di strada. Comincia a farsi strada la coscienza che sentirsi superiori isola e non porta da nessuna parte. L’Islam in crisi cerca interlocutori e qui li trova. Ciò può avere ripercussioni positive in tanti scenari di conflitto. Fermi sui nostri principi accettiamo questo dialogo perché vi sia un’evoluzione positiva e non occasionale. A questo servono gli incontri di Sant’Egidio”, ha concluso il sottosegretario.