A New York arrivano i taxi rosa, per sole donne

NEW YORK.- Conducenti donne per clienti donne: e’ questa la novita’ in arrivo per l’autunno newyorkese in tema di trasporti. Gli abitanti della Grande Mela possono gia’ scegliere tra i tradizionali ‘yellow cab’ di Manhattan e i taxi verdi che prestano servizio negli altri distretti della citta’. Ma ora avranno a disposizione anche quelli ‘rosa’, anche se questo non sara’ effettivamente il colore delle auto. Nella compagnia, ‘SheTaxis-SheRides’, tutte le guidatrici saranno donne, e accetteranno solo clienti donne. Come riporta il New York Times, il nuovo servizio prendera’ il via per le strade della Grande Mela, ma anche nella contea di Westchester e a Long Island, il prossimo 16 settembre. Le richieste per le corse potranno essere inviate tramite un’apposita app, utilizzabile inizialmente solo tramite Apple, ed in futuro probabilmente anche col sistema Android. E le conducenti saranno riconoscibili perche’ al collo indosseranno una pashmina rosa. L’idea e’ stata creata da Stella Mateo per tutte coloro che si sentono a disagio a salire su taxi guidati da uomini o piu’ banalmente preferiscono una compagnia femminile durante i propri spostamenti. Stella e’ madre di due ragazzine e suo marito, Fernando, e’ il fondatore della New York State Federation of Taxi Drivers, associazione di categoria che rappresenta circa 30 mila autisti di taxi e limousine dell’Empire State. A suo parere, il servizio permettera’ anche di aiutare le donne ad entrare in un settore finora a – quasi – esclusivo appannaggio degli uomini. Dei 59.999 conducenti di taxi privati, limousine e taxi verdi di New York, infatti, solo 2.952 (ovvero il 5%) sono donne. E per gli ‘yellow cab’ la quota scende ancora: dei 51.874 autisti delle tradizionali vetture gialli che percorrono le strade della Grande Mela, appena 574 sono donne, poco piu’ dell’1%. ‘SheTaxis’ collaborera’ con le altre compagnie, per fornire un servizio a prezzi competitivi: per ora ha un organico di sei dipendenti, ma la fondatrice spiega che ha gia’ reclutato 50 conducenti di sesso femminile, di eta’ compresa tra i 21 e i 70 anni. Secondo Meera Joshi, presidente della City Taxi & Limousine Commission di New York, si tratta di un confort in piu’ per i passeggeri: “come accade per molti altri settori – ha detto – questa industria continua a diventare sempre piu’ specializzata in termini di prodotti e servizi che offre ai clienti”.  (di Valeria Robecco/ANSA)