Da O.J. Simpson a Cantat, quando i vip massacrano le donne

Pubblicato il 11 settembre 2014 da redazione

ROMA. – Ricchi, famosi e violenti con le loro donne. Oscar Pistorius è solo l’ultimo di una lunga lista di personaggi celebri che si sono ‘distinti’ per aver aggredito, picchiato brutalmente e ucciso mogli e fidanzate e se la sono poi cavata con una condanna più o meno dura senza che comunque la violenza perpetrata oscurasse minimamente la loro fama. Capostipite di tutti i mariti violenti e impuniti è naturalmente O.J. Simpson, la star del football americano che nel 1994 uccise la moglie Nicole Brown e un amico e, grazie a un ‘dream team’ di avvocati, fu assolto all’unanimità. Un verdetto che sconvolse l’opinione pubblica di tutto il mondo e fu poi ribaltato dal processo civile che lo condannò a risarcire le famiglie delle vittime. Degno erede di Simpson è Mike Tyson, la cui vita è stata e continua ad essere costellata da episodi di violenza dentro e fuori dal ring. Tra gli episodi più bassi della carriera parallela del pugile quello accaduto alla fine del ’91 quando, a un passo dal titolo mondiale dei pesi massimi, Tyson fu accusato di stupro dalla reginetta di bellezza Desiree Washington. Condannato a 10 anni di carcere, dopo un processo spettacolare seguito da tutta l’America il campione di pugilato ne scontò solo quattro, beneficiando di uno sconto per buona condotta. Ha interpretato il ruolo di un lottatore nel film ‘The Wrestler’, mentre i calci e i pugni che sferrò alla moglie Carre’ Otis erano tutt’altro che finzione. Nel 1994 Mickey Rourke finì in galera per aver aggredito la bellissima attrice conosciuta sul set di ‘Orchidea Selvaggia’, ma fu subito rilasciato dietro il pagamento di una cauzione da 50mila dollari. Trentatré i giorni passati in prigione da un altro ‘dannato’ del cinema: Sean Penn che, a fine anni ’80, aggredì l’allora moglie Madonna. Nessuna pena, ma numerosi premi ricevuti dopo la confessione a cuore aperto per il rapper Emimen che nel 2010 nel brano ‘Love The Way You Lie’ raccontò dei ripetuti episodi di violenza domestica contro la moglie Kim, dilungandosi su “quanto avesse desiderato ucciderla brutalmente”. Nella canzone Eminem duettava con Rihanna, la star del pop che le percosse invece di darle le aveva subite dall’allora fidanzato Chris Brown. Nel 2009 le foto del suo viso tumefatto fecero il giro di tutti i siti e lui venne condannato a cinque anni di libertà vigilata. Uscito di galera dopo solo quattro anni, Bertrand Cantat, ex cantante del gruppo francese Noir Desir, che nel 2003 massacrò a morte la sua compagna, l’attrice Marie, figlia di Jean-Louis Trintignant. Il collezionista miliardario Charles Saatchi, invece, liquidò come un momento di “rabbia scherzosa” il tentativo di strangolare la moglie, la star della cucina britannica Nigella Lawson. Le immagini shock delle mani di lui attorno al collo della consorte mentre erano seduti al ristorante, finirono comunque su tutti i tabloid. E c’è chi è arrivato persino a formulare un teorema della violenza sulle donne. Nel 1965, in un’intervista Sean Connery dichiarò che “non c’è nulla di male nel picchiare una donna”. Anzi, “un ceffone è più che giustificato se lei è una stronza, isterica o aggressiva”. Errori di gioventù? Non proprio. Vent’anni dopo in un’altra intervista, sir Connery ribadì: “Non ho affatto cambiato idea, non penso che picchiare una donna sia sbagliato, dipende in tutto e per tutto dalle circostanze”. (di Benedetta Guerrera/ANSA)

Ultima ora

22:40Calcio: Premier, il City senza freni, 16 vittorie di fila

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Sedicesima vittoria di fila in Premier League per il Manchester City, che ha dato una lezione al Tottenham battendolo 4-1 con un crescendo nel finale che solo la rete nel recupero di Eriksen ha reso meno umiliante. Di Gundogan, De Bruyne e Sterling le reti dei Citizens, con l'inglese autore di una doppietta e ora terzo nella classifica marcatori. Alla 17/a giornata, la squadra di Guardiola vanta 14 punti di vantaggio sui cugini dello United, ospite domani del West Bromwich penultimo in classifica, e sul Chelsea, che ha battuto 1-0 il Southampton grazie ad una punizione di Marcos Alonso allo scadere del primo tempo. Vittoria con lo stesso punteggio minimo anche per l'Arsenal sul Newcastle, firmata dal tedesco Ozil. I Gunners occupano ora il quarto posto, a -19 dalla capolista, avendo sorpassato il sorprendente Burnley, che ha pareggiato 0-0 a Brighton. Negli altri incontro del sabato, il Leicester è stato sconfitto 3-0 in casa dal Crystal Palace

22:37Pirati strada: donna 75 anni travolta e uccisa nel Bolognese

(ANSA) - ZOLA PREDOSA (BOLOGNA), 16 DIC - Una signora di 75 anni è stata travolta e uccisa in via Risorgimento a Zola Predosa, comune della cintura di Bologna, da un'auto il cui conducente è fuggito senza prestare soccorso. Sono intervenuti i carabinieri e il 118, ma per la donna non c'è stato nulla da fare. Il sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, ha postato su facebook un "Avviso ai cittadini": alle 16.50, scrive, "è stata investita da un auto una signora in prossimità delle strisce pedonali di via Risorgimento davanti alla Farmacia Legnani. Chiunque abbia informazioni in merito a questo fatto è pregato di segnalarlo alla nostra stazione dei Carabinieri che sta ricostruendo quando avvenuto ricercando l'investitore che è fuggito senza prestare alcun soccorso alla vittima". (ANSA).

22:20Calcio: Totino, Mihajlovic “quando il Napoli gioca così…”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Se il Napoli gioca così è difficile contenerlo. Sono più forti di noi e non c'è nulla da dire. Dopo 30 minuti erano in vantaggio di tre gol ma della mia squadra mi è piaciuta la voglia di lottare". Così l'allenatore del Torino, Sinisa Mihajlovic, dopo la sconfitta all'Olimpico. "Rispetto all'anno scorso, la squadra non ha mollato ha sempre cercato di giocare, abbiamo avuto l'occasione per fare il secondo gol, poteva starci un rigore per noi. Poi loro hanno vinto meritatamente e purtroppo con noi si scatenano sempre: hanno fatto 4 tiri in porta e tre gol". "Per noi adesso è passato un ciclo di gare difficile, ora arriveranno partite più alla nostra portata e vogliamo conquistare più punti possibili, speriamo ora che Belotti non si fermi più.

22:19Calcio: Sarri “il Napoli non era stanco, forse mentalmente”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Non eravamo stanchi, forse eravamo stanchi dal punto di vista mentale perché la stagione è lunghissima. Ho rivisto la gara con la Fiorentina e la ripresa è stata di livello. Lì non abbiamo concretizzato, oggi abbiamo segnato subito e la partita è stata in discesa. I ragazzi sono stati bravi, prendendo in positivo la sconfitta dell'Inter". L'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, commenta soddisfatto il ritorno alla vittoria e al primato in classifica. Ai microfoni di Premium Sport, il tecnico toscano ha parlato anche di Marek Hamsik, diventato miglior marcatore del Napoli come Maradona: "E' un giocatore di un livello straordinario e quando fa alcune gare al di sotto delle sue qualità bisogna aspettarlo perché si ha la certezza che prima o poi farà bene. Ha fatto gol ma erano già alcune partite che era in crescita".

22:17Calcio: Napoli, Hamsik “gol importante, vincere lo è di più”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Fa molto piacere dal punto di vista individuale ma era più importante tornare a vincere dopo tre giornate senza vittoria. Ora siamo di nuovo in cima e questa era la cosa più importante. Finalmente poi è arrivato questo gol e sono contento". Il centrocampista del Napoli Marek Hamsik commenta così la vittoria a Torino e la sua 115/a rete con la maglia azzurra, che gli fa eguagliare il record di Maradona. "Abbiamo sbloccato subito la gara e questo ci ha aiutato a liberare la mente - ha detto ancora ai microfoni di Premium Sport - Poi abbiamo potuto fare il nostro calcio. E' importante aver ritrovato il primato, la sconfitta dell'Inter ci ha dato ancora più forza: avevamo voglia di tornare in testa".

22:17Calcio: Inter, Icardi “è andata male,tanti saranno contenti”

(ANSA) - MILANO, 16 DIC - "Anche se oggi è andata male, io dico a tutti i miei compagni bravi. Sono orgoglioso di fare parte di questo gruppo. Oggi abbiamo provato quello che dà una sconfitta e tanti saranno contenti, altri tanti un po' dispiaciuti come noi... ma comunque si continua ad andare avanti come abbiamo fatto finora". Il capitano dell'Inter, Mauro Icardi, sprona i compagni su Instagram dopo la prima sconfitta stagionale dell'Inter, battuta dall'Udinese a San Siro per 3-1. Un ko che secondo Icardi, come ha detto anche Spalletti nei giorni scorsi, qualcuno era dispiaciuto non fosse ancora arrivato.

21:37Usa: media, Pentagono ammette programma su Ufo

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Il Pentagono ha riconosciuto per la prima volta l'esistenza di un programma (non classificato ma noto a pochi) per indagare sugli Ufo. Lo scrivono alcuni media Usa. Il programma, lanciato nel 2007, e' stato interrotto nel 2012 ma i suoi sostenitori affermano che, mentre il dipartimento alla Difesa ha messo fine ai fondi, esso rimane in vita. Negli ultimi cinque anni dirigenti legati al programma hanno continuato a indagare su episodi riportati da militari.

Archivio Ultima ora