Boom preordini iPhone 6, sul web è follia bagarini

ROMA. – E’ record per i nuovi iPhone, ancor prima che appaiano fisicamente nei negozi. Gli ordini online per i due nuovi modelli ‘maxi’ appena lanciati da Apple hanno superato quota 4 milioni nelle prime 24 ore. Una cifra destinata ad aumentare in vista del 19 settembre, data in cui i melafonini saranno fisicamente nei negozi di un primo gruppo di paesi. Chi non si vuol mettere in coda online e neanche fuori agli Apple Store, deve solo mettere mano al portafoglio e collegarsi al web, dove è partita la follia bagarini. Per accaparrarsi i nuovi dispositivi ci sono ricarichi anche del 100%. E in Cina, che come l’Italia non è nel primo gruppo di paesi ‘eletti’, un quotidiano ha persino redatto una guida turistica per chi vuole andare all’estero a comprare il telefono. “L’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus sono migliori sotto ogni punto di vista e siamo contenti che ai clienti piacciano così tanto”, ha detto Tim Cook, amministratore delegato dell’azienda di Cupertino i cui titoli sono saliti in Borsa sulla scia del record odierno. E’ la prima volta che Apple divulga un comunicato con i numeri dei preordini, gli altri anni i dati erano concentrati sul venduto ‘fisico’. Lo scorso anno, ad esempio, furono venduti 9 milioni di melafonini in tre giorni, nel 2012 cinque milioni in tre giorni. La febbre per i nuovi iPhone 6 e 6 Plus (da 4,7 e 5,5 pollici) sta registrando temperature altissime non solo sul sito ufficiale di Apple, ma anche online dove si è aperto il solito bagarinaggio. Su eBay, ad esempio, si va dai 1300 euro fino agli oltre duemila euro per un iPhone 6 Plus da 128 Gb, in pratica il top dei dispositivi presentati da Cupertino. Cifre che sborsa chi vuole mettere la mani sui dispositivi e non fare la coda online. D’altro canto ci sono utenti disposti a pagare anche 250 euro a persone che si mettono in coda fisicamente al posto loro. Sono numerose – e pure questa non è una novità di quest’anno – le persone che andranno a comprare i nuovi iPhone nei paesi dove il dispositivo esce prima. In Italia dove sarà disponibile dal 26 settembre, si può ad esempio tentare un viaggio della speranza in Francia, Germania e Regno Unito, dove sarà nei negozi dal prossimo venerdì. Anche in Cina – dove due anni fa ci furono tafferugli tra le persone in coda davanti agli Apple Store e dovette intervenire la polizia – i nuovi melafonini non saranno venduti da subito, contrariamente a Hong Kong e Singapore. E persino il Quotidiano del Popolo viene in aiuto a chi vuole andare a comprarli: ha pubblicato una vera e propria guida turistica che spiega dove comprare un iPhone 6 in anticipo, specificando anche il costo del viaggio, l’orario dei voli e in quali posti alloggiare. (di Titti Santamato/ANSA)

Condividi: