La Fiorentina trova i gol, prodezza di Cuadrado

FIRENZE. – La Fiorentina ha cominciato nel migliore dei modi la sua avventura in Europa League battendo per 3-0 i francesi del Guingamp, vincitori dell’ultima Coppa di Francia. A segno Vargas nel primo tempo, Cuadrado e il giovane Bernardeschi nella ripresa, al cospetto di un avversario rimasto in dieci poco prima dell’intervallo per l’espulsione di Diallo per doppia ammonizione. Per la squadra viola si tratta della prima vittoria della stagione dopo un inizio in campionato al di sotto delle aspettative, contrassegnato da un ko (in casa della Roma) e dal pareggio interno con il Genoa. Non solo: la Fiorentina finora era rimasto all’asciutto di gol, questa sera ha quindi spezzato in un colpo solo due digiuni e permesso al proprio allenatore di brindare alla 100/a panchina viola come sperava. Resta il ‘caso’ Gomez: al tedesco è stato annullata una rete al 19′ del primo temo per fuorigioco, ma al di là questo è parso ancora in difficoltà nei meccanismi del gioco e indietro di condizione. I viola sono passati al 34′ del primo tempo grazie ad un colpo di testa di Vargas su preciso cross dal fondo di Kurtic, uno dei debuttanti viola insieme a Tatarusanu, Basanta (dentro al posto dello squalificato Gonzalo Rodriguez) e nella ripresa Badelj, che ha avvicendato Borja Valero colpito duro alla gamba sinistra durante il primo tempo, e Richards, ex difensore del City. La rete del peruviano ha fatto tirare un sospiro di sollievo alla Fiorentina che fin da subito ha preso in mano le redini del match contro un avversario volenteroso ma inferiore dal punto di vista tecnico e rimasto in 10 prima dell’intervallo. Nella ripresa i viola hanno cercato di arrotondare il risultato e il raddoppio è arrivato grazie ad un prodezza di Cuadrado, ben innescato da Pizarro: al colombiano, protagonista in estate di mille voci di mercato, il pubblico ha tributato un’autentica ovazione mentre dalla curva Fiesole partiva un coro contro Antonio Conte, il ct azzurro dai trascorsi juventini. Il tris, dopo l’unico vero affondo dei francesi con Beauveu sul quale si è fatto trovare prontissimo Tatarusan, è arrivato nel finale con un bel sinistro dalla distanza di Bernardeschi, uno dei talenti più interessanti del calcio italiano, che ha festeggiato al meglio il debutto in Europa a pochi giorni da quello in Serie A.

Condividi: