L’italiano l’accento “più sexy” del mondo

NEW YORK. – L’accento piu’ sexy del mondo? E’ l’italiano. La lingua di Dante trionfa su tredici lingue dopo un sondaggio lanciato da Cnn con le preferenze espresse via Facebook. “Suona come un sassofono Ferrari – si legge su Cnn – e’ naturale, non filtrata ed e’ la lingua di Monica Bellucci e Alessandro Del Piero”. “L’accento italiano – si legge ancora – e’ un orgasmo di vocali che riflette lo spettro dell’esperienza italica: il fuoco dei suoi inizi bellicosi, il romanticismo del Rinascimento, la disfunzione di qualcosa simile a un governo dai tempi di Cesare”. E il network all news continua nel panegirico della lingua del Bel Paese definendola ancora ‘insaziabile, predatoria e possessiva, e’ sesso come seconda lingua’. Nella classifica l’accento italiano e’ seguito da quello francese e spagnolo, elemento che non fa altro che confermare l’appeal e l’erotismo che nell’immaginario collettivo degli americani hanno le lingue neo-latine. Il francese e’ la lingua dell’attrice Marion Cotillard e dell’attore Jean Reno mentre lo spagnolo e’ una lingua sensuale e accennata, ma con la passione per scatenare l’inferno. E’ inoltre la lingua di Penelope Cruz. L’inglese della regina Elisabetta e’ solo al quinto posto ed e’ considerato autoritario, erudito, dotto, retto oltre ad essere la lingua della bella attrice Keira Knightley. L’inglese e’ battuto dal ceco, ‘nebuloso e misterioso’ dal tono bohemiano, e’, inoltre, la lingua del conte Dracula. A sorpresa, una lingua tradizionalmente considerata sensuale come l’argentino e’ finita all’ultimo posto della classifica (composta da 13 lingue, ndr) perche’ il suono modificato di alcune lettere spagnole e’ difficile da apprendere. L’argentino e’ battuto persino dal tailandese e dal portoghese, invece ritenuto colorito oltre ad evocare aria di eterna vacanza. La Cnn specifica infine che la classifica non ha alcuna pretesa scientifica, e ironizza sul fatto che “abbiamo chiesto in giro in ufficio” ma che cio’ significa che sono state prese in considerazione una gran numero di nazionalità. (di Gina Di Meo/ANSA)

Condividi: