F1Singapore: la sfortuna di Alonso, ma ora la Ferrari c’è

ROMA. – Quarto e ottavo posto per la Ferrari nel Gran Premio di Singapore che ha visto Fernando Alonso concludere ai piedi del podio dopo una bella battaglia con i due piloti della Red Bull, mentre Kimi Raikkonen (ottavo) ha perso due posizioni negli ultimi due giri a causa delle gomme usurate con le quali si è ritrovato a fare i conti. Buona la gara dello spagnolo che raggiunto il secondo posto è stato tradito dall’ingresso della safety car che nel gioco dei pit-stop ha avvantaggiato le due Red Bull. Grazie al quarto posto ottenuto a Singapore Alonso è tornato i terza posizione nel Mondiale piloti. ”La safety-car è arrivata al momento sbagliato, la strategia e’ stata quella giusta ma abbiamo avuto un po’ di sfortuna – ha detto lo spagnolo appellandosi alla cattiva sorte che gli ha impedito di salire sul podio a causa dell’ingresso nella safety-car nel momento sbagliato – E’ stata comunque una bella sensazione lottare con quelli davanti e staccare quelli dietro – aggiunge il pilota asturiano – cambierei tante cose come l’errore all’inizio o il cambio gomme al secondo pit ma è facile parlare dopo”. Per l’altro ferrarista Kimi Raikkonen un’altra gara difficile: “Sono rimasto bloccato per tutta la corsa dietro alle Williams, prima alle spalle di Massa e poi di Bottas – ha detto il finlandese – non sono riuscito a superarli e quando rimani dietro tanto tempo, alla fine, rovini le gomme. Dopo la safety-car poi è andata ancora peggio e non sono riuscito a sistemare le ruote: peccato. Ieri era andato tutto bene – ha concluso il finlandese – oggi purtroppo sono deluso perché sono rimasto intrappolato per troppo tempo, avrei voluto e potuto fare di più”.

Condividi: