Così nacque l’Hotel Humboldt stupefacente “Milagro en el Ávila”

Pubblicato il 03 ottobre 2014 da redazione

CARACAS.- In questi ultimi tempi, quando la vita quotidiana assume profili sempre “più complicati”, è grato ricordare e, ringraziamo di cuore quanti ci aiutano a farlo, alcuni punti salienti dell’emigrazione italiana, spagnola e portoghese che decadi orsono, scegliendo il Venezuela quale “patria d’adozione” ne scrissero pagine uniche ed emozionanti… pagine piene di sentimenti profondi che ne accompagnarono l’evoluzione attraverso opere edili bellissime, costruite con l’appassionata  perfezione anche di “Maestri muratori”, la solidità delle quali, è ancor oggi esempio di lavoro onesto, abnegato e indistruttibile.

Ed è stato a questo proposito che il Centro Italiano Venezolano di Caracas ha vibrato ancora d’emozione  in occasione della presentazione del libro multimediale “Humboldt, un milagro en el Ávila”, in cui è stata descritta con accurati dettagli ed infinita sensibilità, la costruzione dell’Hotel Humboldt  sulla cima della montagna Ávila che sovrasta Caracas.

Con il libro, la bellissima proiezione del documentario con lo stesso titolo “Humboldt, Un Milagro en El Avila” di Federico Prieto, evocante immagini di quell’epoca trascorsa tra emozioni, speranze, amore per la nuova terra d’accoglienza, rimpianti per quella lasciatasi alle spalle. Abbiamo così potuto apprezzare eccellenti interviste a vari protagonisti dell’opera, come l’architetto Tomas Josè Sanabria, gli ingegneri Urreiztieta e Larrazàbal, Francesco Mastropaolo e vari specialisti che, analizzandone la visone storica, hanno saputo apportare dati importantissimi inerenti l’urbanistica e l’architettura. Un documentario che ha mantenuto “vivissima” l’attenzione dei presenti, dall’inizio alla fine attraverso immagini inedite, precisi dati storici che ancora una volta hanno dato importanza fondamentale all’apporto dell’emigrazione italiana, portoghese e spagnola in Venezuela.

Al Presidente del Centro Italiano Venezolano, Dr. Carlos Villino, il compito di sottolineare attraverso un significativo discorso, l’importanza della presenza italiana in Venezuela. La Presidentessa della “Fundacion Rosa y Giuseppe Vagnoni”, Andreina Melarosa, riferendosi con orgoglio alla nota Istituzione , ha avuto grate frasi di ringraziamento, elogiando il patrocinio del libro e del documentario che sa soffermarsi con infinità di importantissimi dettagli, sulle bellezze naturali del Venezuela ed in particolare della “flora avileña”.

Il libro, che ancora una volta sottolineamo quale stupendo documento di una importantissima e devota presenza in Venezuela, è stato prodotto con l’apporto dell’architetto Gregory Vertullo, di Federico Prieto e del noto scrittore Joaquin Marta Sosa, il quale ha rivolto un  brillante discorso ai presenti,  basato sul carattere profondamente umano di quanti emigranti scelsero, per amarla infinitamente, questa “Tierra de Gracia”, nei trascorsi  anni ’40 del secolo scorso, quando l’Italia era scossa dalla guerra ed il Venezuela ebbe “il meglio” (proprio  da parte dei nostri predecessori) nell’innovazione dell’agricoltura, il commercio, le arti e la costruzione di grandi opere edili, in special modo, l’Hotel Humboldt.

A prendere la parola, sempre con l’appassionata “verve” che ne distingue le ataviche origini siciliane, Francesco Castiglione, percorrendo noti esempi della nostra storica presenza in Venezuela.

Un grande omaggio, in seguito, all’ingegnere Francisco Mastropaolo, ancora presente fra noi e “specialissimo testimone” della costruzione del Teleferico e dell’Hotel.

Ricordi, permeati da una emozione profonda che Mastropaolo ha saputo evocare contagiandone sentimentalmente tutti i presenti.  – Centonovantanove giorni – ha precisato il nostro eccezionale testimone, sono stati sufficienti per erigere il “Miracolo dell’Ávila”. L’Humboldt, infatti, ci ricorda anche “i miracoli generosi” di quella emigrazione senza la quale il Venezuela non abbraccerebbe in data odierna particolari caratteristiche che non dovremmo mai consegnare al dimenticatoio… Bensì, custodire e tramandare quale esempio di un bene profondo verso tutto ciò che ancor oggi ci “accompagna” e… rischia di essere opacato da “altre storie”. (Anna Maria Tiziano/Voce)

Ultima ora

22:06Calcio: Mondiale club, 1-0 al Pachuca dts, Gremio in finale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - I brasiliani del Gremio si sono qualificati alla finalissima del Mondiale per club battendo 1-0 i messicani del Pachuca dopo i tempi supplementari del match giocato ad Al Ain, stadio Hazza bin Zayed, negli Emirati Arabi Uniti. Decisivo il gol di Everton al 5' del primo tempo supplementare dopo che i 90' regolamentari si erano conclusi a reti inviolate. La squadra allenata dall'ex romanista Renato affronterà la vincente dell'altra semifinale tra Real Madrid e l'Al-Jazira in programma domani.

21:53Terremoto: Boldrini a delegazione Camerino,vi resterò vicina

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 12 DIC - "Quello che ho visto nelle vostre terre non lo dimenticherò mai, anche perché la vostra terra è anche la mia terra. Abbiamo fatto molto e sono consapevole che molto di più c'è ancora da fare. Siamo arrivati a fine legislatura, ma io, qualunque sarà il mio ruolo in futuro, continuerò a esservi vicina. Questa è la mia promessa". Sono le parole, si legge in una nota del Comune di Camerino, che la presidente della Camera Laura Boldrini ha rivolto a una delegazione di cittadini camerti, ricevuta in visita a Montecitorio. Insieme al sindaco Gianluca Pasqui c'erano rappresentanti di scuole, associazioni e dell'Università. Pasqui ha anche preso parte alla riunione del Comitato legislativo, ricordando che ''se davvero si vuole fare il bene dei Comuni terremotati bisogna entrare nello specifico delle singole realtà''. "Ho chiesto di rivedere il cratere sismico - ha detto il sindaco -. Non è possibile che ogni comune venga curato alla stessa maniera, che a più malati venga data la stessa medicina. Dobbiamo intervenire con decisione affinché il cratere venga rivisto, senza escludere nessuno, ma intervenendo con le necessarie indicazioni in base alle necessità. Le differenze ci sono e le istituzioni le devono evidenziare affinché parta quella ricostruzione che oggi sembra ancora un miraggio".

21:52Ap: direzione vota documento separazione consensuale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il documento per la separazione consensuale di Ap, che mantiene al momento invariati i gruppi parlamentari, è stato votato all'unanimità dalla Direzione Nazionale.

21:51Migranti: domani vertice a Parigi Macron-Gentiloni-Merkel

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni sarà domani, mercoledì 13 dicembre, a Parigi, per il vertice con il presidente francese Emmanuel Macron, la cancelliera tedesca Angela Merkel e i capi di Stato e di governo del G5 Sahel Burkina Faso, Ciad, Mali, Mauritania e Niger. L'incontro, presso il castello di La Celle-Saint-Cloud, avrà inizio alle ore 12. Al termine è prevista una conferenza stampa congiunta. E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.

21:48Usa: Roy Moore va a votare a cavallo

(ANSA) - WASHINGTON, 12 DIC - Il candidato senatore per il partito repubblicano Roy Moore si è recato a votare in Alabama a cavallo. Lo riportano i media americani. Roy Moore è favorito nonostente le accuse di molestie sessuali nei confronti di minorenni. A sostenerlo si è schierato con decisione anche il presidente americano Donald Trump.

21:35Liberia: elezioni, il 26 dicembre ballottaggio Weah-Boakai

(ANSA) - IL CAIRO, 12 DIC - Si terrà il 26 dicembre il ballottaggio delle elezioni presidenziali in Liberia fra George Weah, ex-attaccante del Milan, e il vicepresidente uscente Joseph Boakai. La data è stata annunciata oggi pomeriggio dalla Commissione elettorale dopo che venerdì scorso la Corte Suprema aveva stabilito che nel primo turno delle elezioni svoltesi il 10 ottobre c'erano state irregolarità e brogli, ma non così gravi da giustificare una ripetizione del voto. In origine era previsto che per eleggere il successore della presidente Ellen Johnson Sirleaf, nel primo passaggio dei poteri senza traumi da oltre 70 anni, il ballottaggio si tenesse il 7 novembre. Vi era stato però un ricorso del terzo classificato, Charles Brumskine, poi respinto dalla Corte suprema. Sirleaf, premio Nobel per la pace e prima donna capo di stato in Africa, è stata presidente dal 2006, dopo la cacciata (avvenuta nel 2003) del potente 'signore della guerra' Charles Taylor.

21:07Calcio: Colantuono è il nuovo allenatore della Salernitana

(ANSA) - SALERNO, 12 DIC - Stefano Colantuono è il nuovo allenatore della Salernitana: rileva sulla panchina granata Alberto Bollini esonerato nella giornata di ieri. Ne dà notizia il sito ufficiale della società granata. Colantuono che ha raggiunto Salerno nel pomeriggio ha voluto rivolgere, attraverso il sito ufficiale della società "un doveroso ringraziamento alla proprietà nelle persone di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma "per averlo scelto. Non ho esitato un momento ad accettare - ha detto - e sono onorato di poter allenare in una piazza così calda e importante come Salerno. Sono molto felice - ha concluso - per questa nuova avventura e non vedo l'ora di iniziare". La prima seduta d'allenamento che dirigerà il nuovo allenatore granata è prevista per domattina alle ore 10:30 al campo "Volpe".

Archivio Ultima ora