Iran: speranze per Reyhaneh, sospesa l’impiccagione

Pubblicato il 08 ottobre 2014 da redazione

TEHERAN/ROMA. – Appese al sottile filo di un possibile perdono, ci sono speranze che l’Iran rinunci all’impiccagione di Reyhaneh Jabbari, la giovane condannata a morte per aver ucciso l’uomo che lei sostiene stesse tentando di stuprarla. Dopo i due rinvii di aprile e di dieci giorni fa, l’esecuzione era prevista nelle ultime ore, ma sarebbe stata sospesa: “Sebbene il termine scadesse oggi, non è stata impiccata”, ha riferito il sito di notizie iraniano “Aftab”. La possibilità di un perdono da parte della famiglia dell’uomo ucciso con una coltellata da Reyhaneh, è nell’aria da mesi ed è stata evocata ancora una volta martedì dal sito statale “Iran”: “Jabbari dovrà essere giustiziata a meno che non ottenga il consenso della famiglia dell’uomo ucciso” a una commutazione della pena. Il sito ShafafNews però informa che la tesi dell’autodifesa della giovane “è stata respinta dalla magistratura”. Sul caso di Jabbari si è appuntata l’attenzione e la preoccupazione fra gli altri di Onu, Ue, Usa e anche della diplomazia italiana: di recente il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, aveva assicurato il proprio impegno per il caso e ricordato l’auspicio del governo italiano che la sentenza possa essere riesaminata nel “pieno rispetto delle procedure iraniane”. Una mobilitazione su Facebook in suo favore ha raccolto 200 mila adesioni e artisti iraniani hanno raccolto fondi per il “diyeh”, il cosiddetto “prezzo del sangue” che il condannato deve pagare alla famiglia della vittima se questa acconsente a commutare la pena capitale in detenzione. Reyhaneh Jabbari, che ora ha 26 anni, era stata arrestata nel luglio 2007 per l’uccisione di un ex funzionario del Ministero dei servizi segreti iraniano, Morteza Abdolali Sarbandi. L’uomo, 47 anni, padre di famiglia, era stato accoltellato alla schiena dalla ragazza, allora 19/enne per sfuggire a uno stupro all’interno di un appartamento abbandonato dov’era stata attratta con la falsa promessa di un impiego. Prima di fuggire la giovane studentessa di informatica, caduta nella trappola dell’uomo, presentatosi come un medico in cerca di collaboratori, aveva anche chiamato un’ambulanza che aveva portato il ferito in ospedale, dove era poi deceduto. Questa almeno, come sintetizza la versione del sito del settimanale tedesco Der Spiegal, è la ricostruzione dei fatti data dalla ragazza e avallata da Onu e Amnesty International. Una perizia medico legale non aveva rinvenuto segni di violenza carnale. Nel 2009 Reyhaneh era stata condannata a morte applicando il “qesas”, la legge del taglione, con sentenza confermata dalla Corte suprema quello stesso anno. L’Iran, dopo la Cina, è il Paese che secondo cifre di Amnesty International (Ai) applica più spesso la pena di morte: 369 esecuzioni nel 2013 anche se il relatore speciale dell’Onu per i diritti umani in Iran, Ahmed Shaheed, stima che nella Repubblica islamica l’anno scorso siano state eseguite almeno 500 impiccagioni (l’associazione “Nessuno tocchi Caino” ne conta 687). Otto esecuzioni su 10 puniscono reati di droga, sottolineano le autorità iraniane, senza però fornire cifre di agevole reperimento.

Ultima ora

12:01Natale e Capodanno, 15,3 milioni in viaggio (+7,7%)

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Ben 15 milioni e 298 mila italiani (+7,7% rispetto al 2016) saranno in viaggio in occasione delle feste di Natale e Capodanno e trascorreranno fuori casa in media 3,9 notti. Di questi, il 33,3% contro il 29,2% dello scorso anno approfitterà per fare una vacanza "lunga", cioè a cavallo tra le due ricorrenze. Lo rileva Federalberghi. L'84% di chi parte resterà in Italia. Il giro d'affari complessivo determinato da questo movimento turistico toccherà i 9,9 miliardi di euro (+13,3% rispetto al 2016).

11:46Artigiano ucciso: moglie arrestata chiede revoca misura

(ANSA) - SESTRI LEVANTE (GENOVA), 16 DIC - L'avvocato di Gesonita Barbosa, la brasiliana 35enne in carcere con l'accusa di essere la mandante dell'omicidio del marito Antonio Oliveri, ha presentato al gip istanza di revoca della misura cautelare ed in subordine gli arresti domiciliari. "Agli atti non esistono prove concrete che colleghino la mia assistita all'omicidio del marito - spiega l'avvocato Nicoletta Peri -. Dopo aver consultato la signora Barbosa (che si dichiara completamente estranea al delitto. ndr) in carcere a Genova Pontedecimo abbiamo deciso di presentare la richiesta di scarcerazione proprio per l'inconsistenza di prove di colpevolezza. Inoltre continua una gogna mediatica per fare apparire la Barbosa quale omicida seriale". La richiesta di revoca degli arresti arriva mentre si indaga su una seconda morte avvenuta un anno fa, quella del vicino di casa della donna, Aldo Bacigalupo di 81 anni, deceduto ufficialmente per cause naturali. (ANSA).

11:44In fiamme auto ex assessore comunale di Catanzaro, indagini

(ANSA) - CATANZARO, 16 DIC - Un incendio, sulla cui natura sono in corso accertamenti, ha danneggiato nella notte l'auto dell'ex assessore comunale all'ambiente di Catanzaro, Giampaolo Mungo. La vettura, una Fiat 600, era parcheggiata nei pressi dell'abitazione nel quartiere Piterà del capoluogo. Le fiamme, che sono state spente dai vigili del fuoco del comando provinciale di Catanzaro, hanno completamente distrutto il vano motore dell'utilitaria. L'episodio è stato denunciato dallo stesso Mungo ai carabinieri della Compagnia di Catanzaro che hanno avviato le indagini. Nessuna ipotesi è al momento esclusa. Mungo, esponente del movimento Officine del Sud, si era dimesso dalla carica di assessore comunale lo scorso 24 novembre.

11:43Macron festeggia i 40 anni in castello Loira, polemiche

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il presidente francese François Macron, che compirà 40 anni il 21 dicembre, sta festeggiando il compleanno con amici e famiglia questo fine settimana al Castello di Chambord, il più imponente dei castelli della Loira, costruito da Francesco I di Francia nella prima metà del Cinquecento per poter organizzare grandi battute di caccia nel centro del paese. Secondo Le Monde online Macron e la moglie Brigitte sono giunti al castello ieri sera, insieme con i figli e i nipoti della première dame. Alloggiano nella Maison des réfractaires, una foresteria trasformata in albergo di lusso. L'Eliseo, confermando le informazioni, ha parlato di "weekend privato", di un costo "inferiore ai mille euro", interamente pagati dal presidente. Venerdì sera Macron ha incontrato un gruppo di cacciatori che in giornata aveva partecipato ad una battuta. Questa sera il presidente festeggerà il compleanno con qualche giorno di anticipo in uno dei saloni di questo capolavoro del Rinascimento francese.

11:40Moto: Sky Racing Team Vr46 corre a X-Factor

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Dalla pista al palcoscenico di X Factor. Come da tradizione, anche quest'anno i piloti dello Sky Racing Team VR46 hanno preso parte alla serata della finale del talent show musicale. Per l'occasione, Francesco Bagnaia, Luca Marini, Nicolò Bulega e Dennis Foggia hanno svelato in diretta su Sky Uno HD le livree della stagione 2018 di Moto2 e Moto3. Il Team, nato nel 2014 dal progetto condiviso tra Sky e la VR46 di Valentino Rossi per sostenere la crescita dei giovani talenti italiani del motociclismo, si proietta verso la stagione 2018 tra novità e conferme, con quattro piloti in due categorie: in Moto2 Luca Marini affiancherà Francesco Bagnaia su Kalex mentre, in Moto3, Dennis Foggia correrà con Nicolò Bulega su KTM. Bagnaia, Rookie dell'anno in Moto2 dividerà il box con il 20enne Luca Marini, talento coltivato nell'orbita della VR46 Riders Academy e protagonista di una crescita costante e significativa. Bulega, in Moto3 con l'obiettivo di essere sempre più competitivo

11:23‘Our Le Mans’: ecco il docufilm di Cetilar Villorba Corse

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Sarà distribuito via web lunedì 18 dicembre Our Le Mans ("La nostra Le Mans"), il docufilm che racconta l'esordio del team Cetilar Villorba Corse alla 24 Ore di Le Mans 2017. Diretto da Nico Fulciniti di JOBDV/Studio, il film sarà visibile collegandosi alla pagina www.cetilarvillorbacorse.com/film all'interno del portale ufficiale del team tutto italiano diretto da Raimondo Amadio che con la Dallara P217 condotta da Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi si è classificato nono assoluto e settimo di classe LMP2. Totalmente incentrata sul racconto/resoconto di questo straordinario debutto nella leggendaria ed estenuante gara automobilistica francese, la pellicola è il sequel del precedente "Road to Le Mans", presentato nell'aprile scorso e che raccontava l'evoluzione del progetto Cetilar Villorba Corse dalla nascita fino alla conferma della prima partecipazione avvenuta nel segno del motto distintivo "Italian Spirit of Le Mans" nel giugno scorso.

11:13Moto: varati calendari 2018 minimoto e Civ Junior

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Scatteranno nel fine settimana del 22 aprile il Campionato Italiano Minimoto e il CIV Junior 2018. A poco più quattro mesi dall'inizio dei tricolori dedicati ai giovanissimi della velocità nazionale, sono stati pubblicati i calendari di entrambe le competizioni a ruote basse. Sia nel Campionato Italiano Minimoto che nel CIV Junior si disputeranno due round per ogni weekend, per un totale di 5 tappe e 10 gare a Campionato. Campionato Italiano Minimoto: la prima partenza avverrà nel nuovo impianto di Cervesina (PV), poi si correrà una volta al mese (ad eccezione di agosto mese dedicato al campionato europeo) fino a settembre. Dopo il semaforo verde del 21 e 22 aprile, il secondo appuntamento si svolgerà il 12 e 13 maggio a Castrezzato (BS). Gli impianti di San Mauro Mare (FC) e Contigliano (RI) ospiteranno, rispettivamente il 9-10 giugno e il 14-15 luglio, gare che potranno essere determinanti. Gran finale il 15 e 16 settembre a Jesolo (VE).

Archivio Ultima ora