Il muro azzurro ferma gli Usa, l’Italia vede la semifinale

ASSAGO (MILANO).- Il muro azzurro ferma gli Stati Uniti e con un secco 3-0 l’Italvolley di Marco Bonitta ha praticamente ipotecato un posto nella semifinale Mondiale. Costruita tutta in difesa, la vittoria è stata suggellata dai colpi chirurgici di Nadia Centoni, Carolina Costagrande, Valentina Arrighetti e soprattutto di una spettacolare Antonella Del Core (15 punti), capaci di far crollare tutte le certezze delle avversarie, arrivate frastornate al terzo set. Se non combinerà disastri venerdì sera contro la Russia nella seconda e ultima partita del suo minigirone delle Final Six, l’Italia sabato si giocherà l’accesso a una finale che a questo punto diventa obiettivo concreto per una squadra che sta sorprendendo tutti. Forse anche Bonitta, che ha saltato per aria a ogni punto, come tutti gli 11.500 spettatori del Forum, e alla fine è un’esplosione di gioia e soddisfazione. “Le ragazze sono state straordinarie, ora mi intriga la sfida con le russe”, ha detto il coach dell’Italia subito dopo la vittoria contro le ragazze di coach Karch Kiraly (“L’Italia ha fatto un gran lavoro, ma non sono sorpreso”), partite fra le favorite per il titolo. Bonitta ancora una volta ha azzeccato tutte le rotazioni (ha trovato spazio anche la capitana Francesca Piccinini, senza incidere), sfruttando una rosa profonda e di qualità. Da subito le statunitensi la mettono sulla potenza, con Murphy e Hill che fanno la voce grossa a rete. Le azzurre impiegano qualche punto a rompere il ghiaccio, piano piano ingrana anche la difesa, due punti di fila di Del Core valgono il 15 pari e con due muri compiono i due sorpassi decisivi, sul 16-15 e sul 23-22. E quando arriva il set ball Del Core è fredda: con un muro segna il suo settimo punto e fa esplodere il Forum. E la torcida azzurra non cala mai di intensità anche nel secondo set, combattuto quanto il primo. Ancora una volta per la squadra di Bonitta sono decisive la difesa, oltre ai colpi chirurgici di Del Core, Centoni e Arrighetti. Gli Usa piazzano un break sul 22-20, ma le azzurre sono brave a ricucire subito e Costagrande chiude il parziale con due punti di fila fra cui l’ace decisivo. Costagrande si inginocchia come se avesse vinto il titolo, il suo è un colpo letale per le statunitensi, che iniziano il terzo set sotto choc. Del Core, Arrighetti, Centoni sono incontenibili. E tocca ancora alla Costagrande il punto decisivo, che fa esplodere il Forum e fa sognare l’Italvolley.

Condividi: