Pallavolo: è grande Italia. Azzurre 3-1 alla Russia

MILANO. – La semifinale Mondiale era già al sicuro, bastava vincere un set per evitare il temutissimo Brasile: l’Italvolley ha conquistato il primo e il secondo set con un’altra prova di grande difesa e cinismo contro la Russia campione del Mondo e d’Europa, poi fra rotazioni e cali di concentrazione ha regalato il terzo e sofferto per rimontare (soprattutto grazie a Valentina Diouf, 13 punti, la migliore azzurra) nel quarto. Alla fine il 3-1 vale il primo primo posto nel girone e sarà la Cina l’ultimo ostacolo verso la finalissima. Appuntamento domani alle 20.45 (dopo l’altra semifinale fra Brasile e Stati Uniti), sempre al Forum di Assago (Milano) e per la prima volta su Rai Due. A furor di audience la squadra di Marco Bonitta è riuscita infatti a emergere dal limbo di satellite e digitale terrestre trovando spazio in prima serata su una rete generalista della Rai. “Era ora”, ha sorriso Diouf intervistata proprio dalla tv di Stato dopo la partita, mentre il ct Marco Bonitta ammetteva che “lo sbandamento è stato piuttosto forte ma per la prima volta ho gestito un po’ le risorse dal punto di vista fisico. Comunque – ha aggiunto – siamo contenti perché siamo una grande squadra”. Partite senza troppe aspettative, le azzurre hanno sorpreso tutti e ora cullano il sogno di tornare sul tetto del Mondo come nel 2002. Allora in panchina c’era sempre Bonitta, le uniche reduci Eleonora Lo Bianco e la capitana Francesca Piccinini, le veterane di un gruppo di 14 titolari che sta esaltando il popolo del web e ha attirato al Forum 12.400 fra appassionati, curiosi, neofiti, giovani e meno giovani, con bandane, bandiere e trombette. Saranno ancora di più domani sera, per una sfida contro la Cina (già battuta in rimonta il 5 ottobre a Bari nella nella seconda) che si annuncia ben più ostica di quella risolta in tre set contro la Russia. L’Italia mette subito in chiaro di non voler sprecare nulla. Nel primo set lascia le russe praticamente annichilite. Le battute di Cristina Chirichella (“E’ una ragazza con i contro…”, ha assicurato il ct), la lucidità di Valentina Arrighetti e i colpi potenti di Nadia Centoni scavano subito un solco, complici anche i tanti errori avversari. Mentre sugli spalti fa il giro la olà, Centoni mette a terra il punto che chiude il primo set (25-12) dopo 22′ e manda aritmeticamente le azzurre in semifinale da prime del girone. Nel secondo set l’orchestra azzurra alza ulteriormente il volume del Forum, che impazzisce per un paio di clamorosi salvataggi di De Gennaro. Bonitta dà spazio un po’ a tutte, anche a una Piccinini tutt’altro che brillante. Diouf entra, e piazza un muro e sigla il punto del set. Il terzo set è di transizione, serve al ct per ampliare le rotazioni e alla Russia per chiudere il Mondiale con onore. Le russe ci provano anche nel quarto set, ma alle azzurre riesce la rimonta. E ora testa alla Cina.

Condividi: