Pallone d’Oro: Germania contro Messi, e Italia non c’è

ROMA. – Lionel Messi contro i ‘panzer’ della Germania. La sfida per la conquista del Pallone d’Oro sarà, molto probabilmente, una specie di remake della finale dei Mondiali in Brasile dove l’Italia starà praticamente a guardare. Nella lista dei 23 annunciata oggi dalla Fifa e dal France Football non c’è, infatti, alcun calciatore italiano ed un solo rappresentate dell’intera Serie A: il centrocampista francese della Juventus Paul Pogba. Ennesimo campanello d’allarme per il calcio italiano da tempo in crisi di risultati Oltre all’asso argentino del Barcellona – vincitore di quattro Palloni d’Oro di seguito tra 2009 e 2012, prima del riconoscimento dello scorso anno a Cristiano Ronaldo – ed ai sei campioni del Mondo (Mario Goetze, Toni Kroos, Philipp Lahm, Thomas Mueller, Manuel Neuer e Bastian Schweinsteiger) a giocarsi la ‘palma’ di miglior giocatore del mondo saranno, tra gli altri, il Pallone d’Oro uscente Cristiano Ronaldo e l”alieno’ olandese del Bayern Monaco Arjen Robben. Una lotta tra titani senza azzurri, ma che nella competizione prevista per i tecnici vedrà un bel pezzo d’Italia con il ct della Nazionale Antonio Conte e il tecnico del Real Madrid Carlo Ancelotti ‘fresco’ del trionfo Champions, la ‘decima’ del club merengue. ”Il nostro calcio e’ vivo ed e’ capace di trasmettere idee innovative e vincenti” ha commentato con soddisfazione Conte per essere stato incluso nella lista dei 10 tecnici in corsa per il premio Fifa Allenatore dell’Anno sottolineando anche la presenza del collega Ancelotti ”a conferma del valore della scuola tecnica di Coverciano”. A spezzare una lancia in favore del calcio italiano che non c’è nella corsa al Pallone d’Oro, e’ l’allenatore della Roma Rudi Garcia: “Credo che la particolarità di questo anno è legata al fatto che si è giocato il Mondiale, e quindi i giocatori che hanno fatto parte o di una squadra che ha fatto una grande coppa del Mondo o che hanno fatto una grande Champions League sono nella lista. Alla fine di questo anno non ci sarà il giudizio sul Mondiale, ci sarà solo il campionato nazionale e la Champions: faremo in modo di vedere qualche giocatore della Roma nella lista del prossimo anno…”, la chiusa col sorriso del tecnico francese. I vincitori del Pallone d’Oro e del titolo di Allenatore dell’Anno, scelti dai capitani e dai ct delle Nazionali nonché da una giuria internazionale di giornalisti selezionati da France Football, saranno proclamati nel corso di una cerimonia di premiazione, in programma al Palazzo dei Congressi di Zurigo il 12 gennaio 2015.

Condividi: