Eutanasia: Brittany si è uccisa, “dolce morte” contro il tumore

Pubblicato il 03 novembre 2014 da redazione

NEW YORK. – Alla fine se ne è andata alle sue condizioni, proprio come voleva e come aveva annunciato. Brittany Maynard, l’americana di 29 anni il cui caso ha fatto il giro del mondo quando ha deciso di battere il cancro sul tempo, si è tolta la vita con una dose letale di barbiturici prescritta dal medico. Nella casa di Portland in Oregon – uno dei cinque stati Usa dove il suicidio assistito è legale per i malati terminali – Brittany si è addormentata per sempre il primo novembre circondata dai suoi cari: “Le persone più felici sono quelle che si fermano ad apprezzare la vita e che rendono grazie”, è stato il suo ultimo messaggio-testamento diffuso in un video: “Se cambiamo il nostro modo di pensare, cambieremo il mondo”. La settimana scorsa un video girato a metà ottobre aveva lasciato pensare che la ragazza avesse cambiato idea: Brittany in realtà era rimasta “devastata” per esser stata fraintesa. Era passato sabato senza che nulla trapelasse, ma poi, dopo i primi post di condoglianze su Facebook , la fondazione thebrittanyfund.org aveva annunciato la morte. Hanno accompagnato Brittany nel suo ultimo viaggio la madre Debra, il patrigno e il marito Daniel Diaz: tutti impegnati da oggi nella campagna “Die with Dignity”, a fianco di Compassion and Choices, la no profit nazionale che i critici della “dolce morte” hanno accusato di aver strumentalizzato il caso. E’ stata proprio Compassion and Choices che ha raccontato le ultime ore: quando i sintomi erano diventati più forti e frequenti, più lunghe le crisi epilettiche, i mal di testa, la sensazione di un ictus. “Brittany ha deciso di prendere le medicine che le erano state fornite mesi fa. E’ morta come voleva, in pace, nel suo letto, tra le braccia delle persone che amava”, ha detto il portavoce Sean Crowley. Il caso ha rilanciato il dibattito sul diritto a morire e diviso l’opinione pubblica e il web. Ai messaggi di cordoglio e compassione, hanno fatto da contrappunto gli insulti anonimi perché Brittany “ha fatto una scelta da codardo”. Hanno prevalso i consensi: “Cambierà il dibattito sulla morte assistita”, ha scritto sul Washington Post Marcia Angell, ex direttore del New England Journal of Medicine. Per Arthur Caplan, forse il massimo esperto di bioetica negli Usa, la giovane americana non ha fatto nulla di immorale perché “Dio ci ha creato con il libero arbitrio. Farlo intromettere in decisioni sulla dialisi o le macchine cuore-polmone equivale a trivializzare la sua divinità”. Californiana, laureata a Berkeley, nella sua breve vita Brittany aveva viaggiato per il mondo lavorando in scuole e orfanotrofi dal Nepal al Costa Rica. Nel 2012 si era sposata, avrebbe voluto avere un figlio. “Spero che Dan ne abbia. Non c’è parte di me che non desidera che continui a vivere”. Anche Brittany voleva continuare a vivere. “Mi arrabbio quando si confonde la mia scelta con il suicidio. Io sto già morendo di cancro”. Il tumore le era stato diagnosticato in gennaio e aveva deciso di morire in aprile, quando il cancro era tornato più forte di prima. La ragazza aveva rifiutato chemio e radioterapia: si era trasferita a Portland e aveva diviso gli ultimi mesi di vita tra viaggi con i suoi cari – Alaska, Las Vegas, il Grand Canyon – e l’attivismo per la “morte con dignità”. (Alessandra Baldini/Ansa)

 

Ultima ora

11:08Calcio: Pecchia, scudetto ? Napoli ha più consapevolezza

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Il Napoli di quest'anno "ha più consapevolezza e maturità di quello degli anni scorsi". Così Fabio Pecchia, allenatore del Verona, ma anche ex giocatore del Napoli negli anni '90 vede la formazione di Sarri tornata in vetta ala classifica. Ai microfoni di 'Radio anch'io sport', Pecchia sottolinea "non so se può bastare per vincere lo scudetto, ma di sicuro è un altro campionato, il Napoli può giocarsela fino alla fine". (ANSA).

10:59Calcio: Pecchia “bravo Verona, non ho visto Milan a pezzi”

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Il Verona ieri ha fatto una grande prestazione e nel momento in cui il Milan spingeva abbiamo attaccato e colpito. Il Milan è entrato al Bentegodi con il piglio delle grandi, mi è sembrato in grande salute fisica, ci ha messo alle corde, poi noi nelle occasioni in cui potevano far male l'abbiamo fatto". Così Fabio Pecchia, tecnico del Verona ai microfoni di 'Radio anch'io sport', rispondendo a una domanda dice di non aver visto un Milan "a pezzi, ma in crescita rispetto alla partita di mercoledì". Pecchia poi invita i suoi a stare con i piedi per terra "la gara di ieri è stata bella, da tenersi stretta e mettere nel cassetto, ma ora il campionato ci impone di mantenere il ritmo". Il tecnico del Verona crede nella salvezza: "sono molto ottimista, nonostante le difficoltà dell'inizio. Abbiamo subito sconfitte molto pesanti, l'ambiente non ci ha aiutato. ieri abbiamo raccolto soffrendo moltissimo, ma la squadra deve crescere, il Verona ha un grande margine di miglioramento". (ANSA).

10:47Auto: Ronde di Sperlonga, vince ancora Di Benedetto

(ANSA) - SPERLONGA (LATINA), 18 DIC - Vittoria di forza, alla 9/a edizione della 'Ronde di Sperlonga', da parte del siciliano di Agrigento Alfonso Di Benedetto, in coppia con il ligure Fulvio Florean, su una Citroen DS3 WRC. Ha concesso il bis dopo l'alloro conquistato nel 2015, Di Benedetto, che lo scorso anno aveva chiuso al secondo posto, correndo una gara tutta all'attacco, portandosi al comando dal primo dei quattro passaggi sulla prova "La Magliana" (10 km.), senza più scendere dal vertice della classifica. Di Benedetto: una volta andato al comando ha cercato l'allungo e allo stesso tempo è riuscito a controllare gli attacchi che arrivavano da diversi rivali. Alla fine, sotto la bandiera a scacchi posta come consuetudine in Piazza Fontana a Sperlonga, dopo aver vinto tre passaggi e lasciandone uno a Minchella (Ford Fiesta WRC, il vincitore del 2016), ha preceduto il napoletano Fabio Gianfico, a bordo di una Skoda Fabia R5.

10:40Afghanistan: attacco a Kabul a edificio servizi intelligence

(ANSA) - KABUL, 18 DIC - Un commando armato ha attaccato oggi un edificio nel centro di Kabul in cui a quanto sembra si trova un centro di addestramento della Direzione nazionale della sicurezza (Nds, servizi di intelligence). Il vice portavoce del ministero dell'Interno, Nasrat Rahimi, ha indicato che i militanti sono entrati in un palazzo in costruzione ed hanno cominciato a sparare contro l'edificio della Nds. Testimoni oculari hanno riferito ai media che tutto è cominciato con una esplosione, probabilmente opera di un kamikaze, seguita da una sparatoria. Reparti speciali della sicurezza sono giunti sul posto mentre per il momento non si hanno notizie di vittime.

10:38Honduras: Hernandez confermato presidente, ancora proteste

(ANSA) - TEGUCIGALPA (HONDURAS) 18 DIC - Il presidente uscente Juan Orlando Hernandez è stato dichiarato vincitore nelle contestate elezioni in Honduras. Hernandez ha vinto con quasi il 43% delle preferenze rispetto al 41,42 dello sfidante Salvador Nasralla, che tuttavia aveva già annunciato di non riconoscere l'esito del voto, denunciando irregolarità. Anche l'Organizzazione degli Stati Americani ha proposto di rifare le elezioni, sottolineando che era impossibile determinare il risultato con certezza a causa di diverse irregolarità tra cui "deliberate intrusioni nel sistema informatico" utilizzato per il conteggio dei voti. In tutto il paese ci sono state proteste durante la notte e il partito di Nasralla ha chiamato alla mobilitazione anche oggi. Finora almeno 17 persone sarebbero morte negli scontri dal 26 novembre, giorno delle elezioni.

10:37Italia-Cina: Alfano a Pechino per il Comitato governativo

(ANSA) - PECHINO, 18 DIC - Il ministro degli Esteri Angelino Alfano è in Cina nell'ambito di una missione che prevede, tra le altre cose, la partecipazione all'Ottava sessione dei lavori del Comitato governativo congiunto Italia-Cina. Alfano, inoltre, ha in programma nel pomeriggio un incontro bilaterale con l'omologo Wang Yi e domani mattina un altro con il consigliere di Stato Yang Jiechi, a capo della diplomazia cinese. Il ministro, giunto a Pechino in piena notte, lascerà la Cina domani pomeriggio.

10:36Gerusalemme: dopo razzi Gaza, Israele colpisce Hamas

(ANSAmed) - TEL AVIV, 18 DIC - Dopo il lancio di razzi da Gaza di ieri sera nel sud di Israele, questa notte l'aviazione dello stato ebraico ha attaccato "sei obiettivi di Hamas nel nord della Striscia, compresi un campo di addestramento e infrastrutture del terrorismo". Lo ha riferito il portavoce militare, sottolineando che "Hamas è la sola responsabile per la situazione a Gaza. L'esercito - ha aggiunto - prende con la massima serietà il lancio dei razzi verso le comunità israeliane e non consentirà alcun danno ai cittadini di Israele".

Archivio Ultima ora