Danza nel Paseo Itálico la Tarantella del Gruppo Arlecchino

Baile02

CARACAS.- Vibrando con le tradizionali note della nostra Tarantella, il “Trasnocho Cultural”, lo scorso 30 ottobre, è stato ancora una volta scenario di “Paseo Itálico” ed è toccato il turno alla Regione Basilicata. Vale la pena sottolineare che nessuno come il “Gruppo Arlecchino” del Centro Italiano Venezuelano di Caracas,  diretto da Gaspare La Rocca, può far vibrare con tanta passione l’autentica anima della Tarantella e, al tempo stesso, interpretarla nelle versioni napoletana, siciliana e calabrese. Eccellente, la presentazione delle diverse coreografie, eseguita da Roberta Zanchi.

Arlecchino02

Non poteva mancare, seguendo il sorprendente programma della serata, l’esibizione dei caratteristici costumi regionali italiani, sempre con la partecipazione del Gruppo Arlecchino. A Miro Popic, il dono unico, in seguito, di “far venire l’acquolina in bocca” descrivendo i minimi particolari delle delizie del palato attraverso la sua conferenza “El Macarrón criollo. Sabores italianos en la mesa venezolana”.

 

Macarronada01

E, mentre la cultura gastronomica s’insinuava allettante  tra gli accoglienti angoli del “Trasnocho Cultural”, eccoci alla sorpresa del “caraqueño” Claudio Nazoa Laprea con il suo particolare menù. Il “barone di Maratea” come viene sopranominato Claudio , perchè vanta discendenza lucana,  adora la cucina mediterranea e se ne fa  vanto.

Ancora una volta, nel cuore di Caracas, abbiamo avuto la possibilità di  goderci un pezzettino d’Italia, forse….il più saporito di tutti, grazie all’iniziativa della Camera di Commercio Venezolano-Italiana, l’Istituto di Cultura Italiano e Italicos Social Network .

Infatti, ogni giovedì, fino al prossimo 20 novembre, il “Paseo Itálico” ci accoglie, tra gli angoli del “Trasnocho Cultural” del Paseo Las Mercedes.