Renzi, no a scontro su lavoro. Camusso, l’ha innescato lui

Pubblicato il 07 novembre 2014 da redazione

ROMA. – Ancora un duro botta e risposta, a distanza, tra il premier Matteo Renzi ed il leader della Cgil, Susanna Camusso. “Guai a pensare che si possa fare del mondo del lavoro il terreno dello scontro”, dice il presidente del Consiglio dall’inaugurazione del nuovo stabilimento di Piaggio Aerospace a Villanova d’Albenga, in provincia di Savona. E’ “stato Renzi a innescare lo scontro sul lavoro”, dividendo anche i lavoratori (tra “pubblici e privati, tra stabilizzati e non stabilizzati”, tra i ‘vecchi’ e i ‘nuovi’) e togliendo i diritti invece di estenderli, e quindi tocca a lui “risolverlo”, ribatte il numero uno del sindacato di corso d’Italia. Che poi rincara: “Noi ci mettiamo la faccia, stiamo con i lavoratori e prendiamo le manganellate”, riferendosi agli scontri tra operai e forze dell’ordine al corteo per l’Ast della scorsa settimana. Al centro la riforma del mercato del lavoro. “Il Jobs act estende diretti e doveri. Camusso riconosca questo ed il dialogo sarà più facile”, afferma il presidente del Pd, Matteo Orfini, replicando a sua volta alle affermazioni del segretario generale della Cgil.  A Torino, invece, ospite della Job fair ‘Io lavoro’ per un incontro sulla Garanzia giovani, il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, viene contestato da alcuni studenti, secondo cui “il Jobs act è una farsa: ci renderà ancora più precari e senza garanzie”, sostengono. “Con il Jobs act vogliamo invertire la situazione attuale che vede l’85% dei contratti precari” attivati, risponde Poletti, tornando invece a difendere la delega sul lavoro, ora in commissione Lavoro della Camera. Già nei giorni scorsi il premier, intervenendo all’assemblea degli industriali a Brescia, aveva parlato di “un disegno per dividere il mondo del lavoro” (tra “lavoratori e padroni”) andando allo “scontro verbale e non solo”. E aveva ammonito a non “sfruttare il dolore dei cassintegrati e dei disoccupati” per attaccare il governo. Pronta era arrivata la replica della Cgil (“evoca fantasmi e complotti”), secondo cui la strada intrapresa da Renzi “è proprio quella che divide il Paese”. Il premier torna, quindi, sull’appello già “fatto” e che “rifarò”, dice parlando proprio della riforma del mercato del lavoro, affinché ci sia la “capacità di non mettere gli uni contro gli altri” (“si possono avere idee diverse, opposte, è normale, è la bellezza del confronto e della dialettica democratica” ma “guai”, appunto, a farne un terreno di scontro). Affinché ci sia il senso di “appartenenza” alla fabbrica, al luogo di lavoro, dice citando Gaber. Per Camusso, invece, Renzi “deve interrogarsi sulla linea che ha proposto”, quella “della divisione”, e “deve risolvere lo scontro”. E la premessa è che “dobbiamo ragionare su un mondo del lavoro unito e unitario e per questo la prima condizione è togliere di mezzo le divisioni e le volontà di ulteriori divisioni”. Di qui la necessità, per la Cgil, di mettere in campo una “politica economica anziché fare i ragionieri”, davvero a sostegno dell’occupazione e dell’industria: insomma “il governo deve cambiare verso”. Tra le richieste, oltre al pressing per modificare la legge di Stabilità e il Jobs act (il Paese “ha perso negli ultimi anni 16 miliardi per la corruzione e non per l’articolo 18”), il leader della Cgil rilancia anche quella di estendere gli 80 euro agli incapienti. A difendere la delega sul lavoro torna anche Poletti che sottolinea in particolare il “segnale dato” sui contratti a tempo indeterminato (con gli sgravi per le assunzioni stabili) e assicura le risorse per gli ammortizzatori sociali.

Ultima ora

19:18Calcio: Strootman rinnova con la Roma fino al 2022

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Kevin Strootman ha rinnovato fino al 30 giugno del 2022 il contratto che lo lega alla Roma. Lo ha reso noto il club vice-campione d'Italia con una nota sul proprio sito. Il 27enne centrocampista olandese, arrivato dal Psv Eindhoven nell'estate del 2013, ha giocato finora 86 partite con la maglia della Roma, segnando 12 gol. "Il rinnovo è una cosa speciale. Voglio vincere qualcosa qui e farò di tutto per riuscirci - è stato il commento di Strootman poco dopo la firma -. Tutta la Roma mi ha sempre sostenuto durante il mio infortunio, anche per questo sono molto felice di restare".

19:17Tennis: Roland Garros, Errani al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Sara Errani ha raggiunto il secondo turno del torneo del Roland Garros. La 30enne romagnola ha sconfitto per 7-6, 6-1 la giapponese Misaki Doi e ora attende la vincente tra la statunitense Jennifer Brady e la francese Kristina Mladenovic. Errani è stata finalista a Parigi nel 2012, semifinalista nel 2013 e nei quarti nel 2014 e 2015.

18:50Terremoto: Lorenzin a Crevalcore, qui per imparare

(ANSA) - BOLOGNA, 29 MAG - "Vedere che questa terra non solo è ripartita ma è andata avanti è un grande segno. Siamo qui per imparare e prendere gli esempi migliori". Così la Ministra della Salute Beatrice Lorenzin, durante l'incontro con cittadini e operatori di oggi pomeriggio alla Casa della Salute delle Terre d'acqua a Crevalcore. All'incontro hanno partecipato Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, Palma Costi, Assessore alle attività produttive e ricostruzione post-sisma della Regione, Sergio Venturi, Assessore alle Politiche per la salute della Regione, Luca Rizzo Nervo, Presidente della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria metropolitana di Bologna, Claudio Broglia, Sindaco di Crevalcore, Chiara Gibertoni, Direttore Generale dell'Azienda USL di Bologna. "Siamo molto grati alla Ministra per la sua visita alla Casa della salute delle Terre d'acqua, che consideriamo una delle nostre migliori esperienze territoriali" ha detto Chiara Gibertoni. (ANSA).

18:46Champions:Barzagli,’noi al top,caccia trofeo più importante’

(ANSA) - TORINO, 29 MAG - "Siamo al top, abbiamo vinto giù due trofei e siamo a caccia della Champions". Andrea Barzagli spinge la Juventus verso "il trofeo più importante", anche se "al triplete non abbiamo mai pensato" perché "scendiamo in campo per vincere ogni gara", dice l'esperto difensore della Juventus. "Il Real è abituato a giocare queste sfide, per loro questa sarà la terza in quattro anni - aggiunge - ma anche noi abbiamo la giusta esperienza e potremo dire la nostra". "Allegri ha detto che non bisogna pensare in negativo? Sappiamo benissimo quanto è prestigioso questo club per quello che è riuscito a fare - prosegue Barzagli -. Ha ragione il mister, ci vuole positività, se siamo arrivati in fondo alla Champions due volte in tre anni vuol dire che ce lo siamo meritati. Questa finale poi dirà quello che siamo e speriamo che tutto il mondo Juve ci trascini".

18:44Usa: arrestato Tiger Woods

(ANSA) - NEW YORK, 29 MAG - Il campione del golf, Tiger Woods, e' stato arrestato in Florida per guida in stato di ebbrezza. Lo riportano i media americani.

18:44E.Letta, voto anticipato sbagliato e incomprensibile

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Interrompere la legislatura sarebbe sbagliato e incomprensibile. Ci deve essere una spiegazione al Paese, agli elettori. E' una dinamica bizzarra". Così Enrico Letta bocciando su Corriere.tv l'ipotesi di elezione anticipate. "Sarebbe molto meglio andare al voto a scadenza naturale, condivido pienamente Prodi. Votare a scadenza darebbe un messaggio importante all'Ue, che l'Italia paese normale che vota quando si deve. Invece - conclude - daremmo il messaggio di un Paese ancora arrovellato su giochi politici, senza una legge di stabilità".

18:44L. elettorale: M5S,ora facciamo legge che sia costituzionale

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Abbiamo consegnato la nostra proposta di legge elettorale, così come votata dagli iscritti del MoVimento 5 Stelle. Il nostro obiettivo è quello di evitare che i partiti partoriscano l'ennesima legge incostituzionale, dopo il Porcellum e l'Italicum. Adesso chiediamo a tutte le altre forze di assumersi le loro responsabilità davanti ai cittadini. Se lo faranno seriamente, in breve tempo, potremo finalmente dare al Paese, dopo quasi dodici anni, una legge elettorale rispettosa della Costituzione". E' quanto affermano in una nota congiunta i portavoce del MoVimento 5 Stelle, Vito Crimi, Roberto Fico e Danilo Toninelli, componenti della delegazione pentastellata che oggi ha incontrato i rappresentanti del Pd sulla legge elettorale.

Archivio Ultima ora