F1 Abu Dhabi: Rosberg e Hamilton all’ultima sfida

ROMA. – Chi sarà il campione del mondo 2015 ed il futuro Fernando Alonso? Mancano solo cinque giorni alla fine della stagione di Formula 1, ma ad Abu Dhabi dove si assegneranno doppi i punti ci sarà da divertirsi tra la sfida iridata in casa Mercedes ed il mercato piloti con lo spagnolo della Ferrari in dirittura d’arrivo alla McLaren per l’anno che verrà. Nello scintillante circuito dello Yas Marina, Lewis Hamilton, a cui basterà arrivare secondo per vincere il suo secondo titolo, dovrà difendere 17 punti di vantaggio sul compagno-rivale Nico Rosberg sfavorito anche per i bookmaker ma non sconfitto in partenza dopo il trionfo nel Gran Premio del Brasile. Il Gp di Abu Dhabi ha la particolarità di essere l’unica gara che si corre con due condizioni di luminosità completamente diverse: la partenza, infatti, avviene nel tardo pomeriggio, con la luce naturale, ma presto il sole tramonta, lasciando il compito di illuminare la pista ai potenti riflettori sparsi lungo i 5.554 metri disegnati da Hermann Tilke. Una pista dove è difficile sorpassare e sarà molto importante partire dalla pole soprattutto per Rosberg chiamato ad una difficile rimonta: ”Sono andato meglio rispetto ad Austin – aveva detto il pilota tedesco dopo la vittoria a Interlagos – e’ ancora tutto in gioco, devo continuare cosi’ e pensare positivo”. Oltre al titolo piloti ad Abu Dhabi c’è da stabilire la gerarchia definitiva del campionato Costruttori vinto già da tempo dalla Mercedes. La Ferrari – come puntualizza il sito media della scuderia di Maranello – ”vuole quindi chiudere la stagione al meglio, cercando di massimizzare le opportunità offerte dal doppio punteggio che solo questa gara mette in palio, con verdetti finali ancora da scrivere”. Cavallino Rampante che probabilmente vivrà la sua ultima gara con Alonso che il prossimo anno sarà sostituito da Sebastian Vettel per il quale manca solo l’annuncio. Tra le incognita di questo fine settimana della Formula 1 sul circuito Yas Marina ci saranno le gomme: per la prima volta ad Abu Dhabi la Pirelli ha deciso di portare le mescole soft e supersoft. Di sicuro le squadre ne beneficeranno in qualifica, ma occorrerà lavorare bene nelle prove libere per cercare di comprenderne il rendimento in configurazione gara. Nell’ultima gara della stagione ci sarà il ritorno in pista della Chaterham grazie alla raccolta fondi lanciata dalla scuderia anglo-malese e accolta in pieno dai tifosi che hanno permesso al team di tornare in pista dopo la rinuncia al Gp di Austin e Interlagos per motivi finanziari.

Condividi: