Albania alla pari, ma l’Italia B vince con Okaka

Pubblicato il 18 novembre 2014 da redazione

GENOVA. – L’Albania alla pari di una nazionale azzurra, seppure sperimentale. L’avranno vista sicuramente così i milioni di albanesi sparsi per l’Europa, anche se alla fine l’amichevole che chiude il 2014 e’ stata una vittoria dell’Italia B, l’1-0 firmato da Okaka. Il gol del centravanti doriano, subentrato nella ripresa nel suo stadio, regala a Conte un sorriso nel giorno dello sfogo più amaro. I nostri calciatori non vogliono più faticare per diventare campioni, aveva detto il ct. L’attaccante azzurro di origini nigeriane invece e’ uno di quelli che smentiscono il pessimismo. Da giovane promessa inespressa, ora è giocatore finito. E probabilmente una risorsa in più per la nazionale sulla via della ricostruzione. Lungo il percorso, la vittoria di stasera a Genova – che poteva essere anche un pari, perché l’Albania se l’è giocata allo stesso livello – è un bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, quasi quanto l’1-1 con la Croazia. Al primo incrocio con la nazionale albanese, la differenza di blasone non ha pesato: merito del lavoro di un tecnico italiano, De Biasi, e conseguenza dell’assetto sperimentale di una partita arrivata solo 48 ore dopo quella di Milano. Non era a questo che Conte guardava, ma alle prove dei singoli. Cerci ha mostrato buone cose, con frequenti errori nell’ultimo attimo; Giovinco ha sofferto oltremodo la preponderanza fisica degli avversari, sprecando forse un’altra occasione. Buono il riscontro di Bertolacci. Marassi al colpo d’occhio e’ un’onda rossonera, il colore della bandiera albanese. Lo stadio sembra un tiere di Tirana, sono più dei 10 mila previsti i tifosi che orgoglio nazionale in spalle sono arrivati per la loro nazionale da casa e da tutta Europa. Agli inni, anche gli albanesi sugli spalti cantano Fratelli d’Italia. Mihajlovic in tribuna ascolta i cori anti-Serbia sotto un cappelletto. In campo, Conte deroga gioco forza alle abitudini tattiche e si affida a uno scolastico 4-4-2, Bonucci capitano. Il test è occasione di minutaggio per Sirigu in porta, ed un esame per tanti. Gianni De Biasi schiera l’Albania con un 4-5-1 guidato in difesa dal laziale Cana, mentre gli esterni Lila e Lenjani velocizzano le giocate d’attacco. L’ordine in campo e la foga agonistica con la quale gli albanesi provano l’assalto agli azzurri spiegano i progressi che sotto la guida del ct italiano hanno portato la nazionale rossonera a scalare le posizioni del ranking Fifa fino a un dignitoso 48/esimo posto. Appena dietro la Serbia. L’Albania non spreca mai un pallone. L’Italia di stasera è invece assemblata all’ultimo e impiega una ventina di minuti per mostrarsi squadra. Conte insiste a richiamare e incitare Cerci, Aquilani in regia e’ compassato, Giovinco e’ spesso a terra. In ogni caso, le occasioni sono azzurre. Cerci apre con un bel triangolo con Bertolacci all’11’, il tiro sotto porta fa infuriare Destro libero al centro. Al 20′ invece il granata e’ altruista, da analoga posizione l’assist sul palo impegna Berisha nell’anticipo su Giovinco, che sei minuti dopo fa un bel movimento in giravolta e reclama fallo al limite dell’area mentre Parolo batte ed è parato. La prima cosa bella di Destro arriva invece dopo mezzora, un tiro da limite in controbalzo che sfiora il palo. Lo colpisce invece in pieno, appena sotto l’incrocio, Cikalleshi al 37′: il centravanti va in profondità di potenza trascinandosi dietro Moretti e scarica il destro che infiamma il tifo albanese. Subito dopo, al 39′, Berisha salva su un gran sinistro dal limite di Bertolacci. C’è aria di gol, Cikalleshi ancora ci prova dope essersi liberato di fino di Bonucci, Sirigu para. Risponde al 46′ Berisha, volando sul sinistro a giro di Cerci indirizzato al sette. La partita è decollata e al ritorno in campo nel giro di sessanta secondi un gol mangiato a testa: al 5′ lo spreca Giovinco davanti a Berisha, liberato dalla bella combinazione Cerci-Destro e da un rimpallo, al 6′ invece Lenjani, solo in area per un errore di Sirigu che perde il pallone per Cikalleshi. L’Albania ci crede e ripete l’assalto sfruttando la velocità come quando ancora Lenjani, al 16′, impegna da fuori Sirigu. Ma un minuto primo era stato Destro a divorarsi il vantaggio aprendo troppo la battuta al volo solo davanti a Berisha, dopo aver creato la giocata con una apertura su Cerci. L’errore del centravanti e l’inconcludenza di Giovinco, pretenzioso in una punizione defilata, portano al cambio della coppia. Entrano Okaka e Matri, e’ il primo ad esser subito pericoloso al 23′ con un girata sottoporta sulla quale Berisha si supera. Sirigu e’ invece incerto su una punizione di Lenjani dai 35 metri. La girandola di cambi non toglie verve alla partita e al 37′ arriva il timbro di Oakaka: splendida la sua girata di testa su angolo, dal primo palo a giro su quello opposto, l’1-0 consacra il centravanti della Samp come nuova risorsa azzurra. Mentre tre invasori albanesi provano a rovinare la festa, Cana prega l’arbitro di non interromperla e l’Albania ci prova fino all’ultimo, con Berisha al 94′ in area. Il pari non arriva, l’orgoglio non è intaccato. (dell’inviato Francesco Grant/ANSA)

Ultima ora

22:06Calcio: Mondiale club, 1-0 al Pachuca dts, Gremio in finale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - I brasiliani del Gremio si sono qualificati alla finalissima del Mondiale per club battendo 1-0 i messicani del Pachuca dopo i tempi supplementari del match giocato ad Al Ain, stadio Hazza bin Zayed, negli Emirati Arabi Uniti. Decisivo il gol di Everton al 5' del primo tempo supplementare dopo che i 90' regolamentari si erano conclusi a reti inviolate. La squadra allenata dall'ex romanista Renato affronterà la vincente dell'altra semifinale tra Real Madrid e l'Al-Jazira in programma domani.

21:53Terremoto: Boldrini a delegazione Camerino,vi resterò vicina

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 12 DIC - "Quello che ho visto nelle vostre terre non lo dimenticherò mai, anche perché la vostra terra è anche la mia terra. Abbiamo fatto molto e sono consapevole che molto di più c'è ancora da fare. Siamo arrivati a fine legislatura, ma io, qualunque sarà il mio ruolo in futuro, continuerò a esservi vicina. Questa è la mia promessa". Sono le parole, si legge in una nota del Comune di Camerino, che la presidente della Camera Laura Boldrini ha rivolto a una delegazione di cittadini camerti, ricevuta in visita a Montecitorio. Insieme al sindaco Gianluca Pasqui c'erano rappresentanti di scuole, associazioni e dell'Università. Pasqui ha anche preso parte alla riunione del Comitato legislativo, ricordando che ''se davvero si vuole fare il bene dei Comuni terremotati bisogna entrare nello specifico delle singole realtà''. "Ho chiesto di rivedere il cratere sismico - ha detto il sindaco -. Non è possibile che ogni comune venga curato alla stessa maniera, che a più malati venga data la stessa medicina. Dobbiamo intervenire con decisione affinché il cratere venga rivisto, senza escludere nessuno, ma intervenendo con le necessarie indicazioni in base alle necessità. Le differenze ci sono e le istituzioni le devono evidenziare affinché parta quella ricostruzione che oggi sembra ancora un miraggio".

21:52Ap: direzione vota documento separazione consensuale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il documento per la separazione consensuale di Ap, che mantiene al momento invariati i gruppi parlamentari, è stato votato all'unanimità dalla Direzione Nazionale.

21:51Migranti: domani vertice a Parigi Macron-Gentiloni-Merkel

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni sarà domani, mercoledì 13 dicembre, a Parigi, per il vertice con il presidente francese Emmanuel Macron, la cancelliera tedesca Angela Merkel e i capi di Stato e di governo del G5 Sahel Burkina Faso, Ciad, Mali, Mauritania e Niger. L'incontro, presso il castello di La Celle-Saint-Cloud, avrà inizio alle ore 12. Al termine è prevista una conferenza stampa congiunta. E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.

21:48Usa: Roy Moore va a votare a cavallo

(ANSA) - WASHINGTON, 12 DIC - Il candidato senatore per il partito repubblicano Roy Moore si è recato a votare in Alabama a cavallo. Lo riportano i media americani. Roy Moore è favorito nonostente le accuse di molestie sessuali nei confronti di minorenni. A sostenerlo si è schierato con decisione anche il presidente americano Donald Trump.

21:35Liberia: elezioni, il 26 dicembre ballottaggio Weah-Boakai

(ANSA) - IL CAIRO, 12 DIC - Si terrà il 26 dicembre il ballottaggio delle elezioni presidenziali in Liberia fra George Weah, ex-attaccante del Milan, e il vicepresidente uscente Joseph Boakai. La data è stata annunciata oggi pomeriggio dalla Commissione elettorale dopo che venerdì scorso la Corte Suprema aveva stabilito che nel primo turno delle elezioni svoltesi il 10 ottobre c'erano state irregolarità e brogli, ma non così gravi da giustificare una ripetizione del voto. In origine era previsto che per eleggere il successore della presidente Ellen Johnson Sirleaf, nel primo passaggio dei poteri senza traumi da oltre 70 anni, il ballottaggio si tenesse il 7 novembre. Vi era stato però un ricorso del terzo classificato, Charles Brumskine, poi respinto dalla Corte suprema. Sirleaf, premio Nobel per la pace e prima donna capo di stato in Africa, è stata presidente dal 2006, dopo la cacciata (avvenuta nel 2003) del potente 'signore della guerra' Charles Taylor.

21:07Calcio: Colantuono è il nuovo allenatore della Salernitana

(ANSA) - SALERNO, 12 DIC - Stefano Colantuono è il nuovo allenatore della Salernitana: rileva sulla panchina granata Alberto Bollini esonerato nella giornata di ieri. Ne dà notizia il sito ufficiale della società granata. Colantuono che ha raggiunto Salerno nel pomeriggio ha voluto rivolgere, attraverso il sito ufficiale della società "un doveroso ringraziamento alla proprietà nelle persone di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma "per averlo scelto. Non ho esitato un momento ad accettare - ha detto - e sono onorato di poter allenare in una piazza così calda e importante come Salerno. Sono molto felice - ha concluso - per questa nuova avventura e non vedo l'ora di iniziare". La prima seduta d'allenamento che dirigerà il nuovo allenatore granata è prevista per domattina alle ore 10:30 al campo "Volpe".

Archivio Ultima ora