Manovra sotto la lente dell’Ue. Padoan, fiducia in ok Bruxelles

Pubblicato il 21 novembre 2014 da redazione

BRUXELLES. – Pier Carlo Padoan scrive alla Commissione europea in vista del verdetto sulla legge di Stabilità che arriverà martedì prossimo e si dice ”fiducioso in un chiaro appoggio”. Il ministro ricorda l’ ”ambizioso” piano di riforme varato dall’Italia e gli effetti che questo avrà su una ripresa che ancora appare ”timida e fragile”. La missiva, indirizzata al Commissario Pierre Moscovici e al vicepresidente Valdis Dombrovskis, punta anche sul debito. Uno dei più ”sostenibili” – dice tra i paesi europei. A Bruxelles intanto, esaurita ormai da giorni l’analisi tecnica della legge di stabilità, si apre nel weekend l’analisi politica, quella decisiva, che si concluderà martedì martedì sera con la riunione del collegio dei commissari presieduti da Jean Claude Juncker e chiamati a dire l’ultima parola sui bilanci 2015 dei Paesi della zona euro. E se da una parte le aspettative per l’Italia sono buone, dall’altra è presto per trarre conclusioni: il giudizio non è ancora nero su bianco e lo scontro tra ‘falchi’ e ‘colombe’ è tuttora aperto, come dimostrano gli editoriali del commissario tedesco Gunter Oettinger – molto vicino alla Merkel – in cui accusa la Francia di lassismo sulle riforme. Ma il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan è “fiducioso che la combinazione delle misure (della legge di Stabilità, ndr) sarà apprezzata”. Durante il weekend saranno i capi di gabinetto dei commissari a prendere in mano tutto il delicato dossier economico. Non solo le bozze delle leggi di stabilità quindi, ma anche il piano Juncker per gli investimenti e il futuro della governance economica che dovrebbe contenere anche quella interpretazione più estesa e chiara della flessibilità contenuta nelle regole, che l’Italia ha chiesto a Juncker fin dalla sua elezione. Il lavoro dei capi di gabinetto finirà sul tavolo dei commissari martedì pomeriggio, a Strasburgo, per l’ultima discussione che si prospetta quantomeno animata. Il problema non è l’Italia, che ha difficoltà ad abbattere il debito ma sta accelerando sulle riforme per far tornare la crescita già dal 2015, con effetti di riduzione anche sul debito pubblico. Il problema è la Francia, a cui la Commissione dovrebbe concedere il terzo rinvio sul taglio del deficit e i ‘falchi’, Germania in testa, sono pronti a dare battaglia. “Non sarebbe credibile estendere la scadenza sul rientro del deficit francese senza chiedere al Governo chiari e concreti impegni”, ha avvertito Oettinger in un editoriale su Financial Times e Les Echos – provocando lo sdegno dei socialisti Ue – spiegando che la Commissione dovrebbe fare concessioni solo in cambio di “misure concrete con un calendario preciso e verificabile”. Quello che l’Italia ha già presentato, anticipando eventuali richieste di Bruxelles. Ma la decisione francese condizionerà anche quella italiana, e viceversa: la Commissione deve applicare le regole allo stesso modo per tutti e quindi, se chiude un occhio sul debito italiano, anche con la Francia dovrà essere più indulgente, e se invece non farà concessioni a Parigi, anche Roma potrebbe ritrovarsi con la richiesta di maggiori sforzi sul debito. La decisione di martedì sarà quindi anche un test per capire il peso dei falchi nella nuova Commissione Juncker. Perché la Germania non ha nessuna intenzione di mollare la presa su Bruxelles, tanto che oggi il ministro dell’economia Wolfgang Schaeuble è tornato a chiedere un rafforzamento della governance economica con un ministro delle Finanze della zona euro che centralizzi ancora di più la sorveglianza. Padoan, nella lettera ribadisce ”l’impegno del governo italiano per il suo ambizioso programma di privatizzazione delle imprese e delle attività statali”. I proventi dovrebbero ammontare al 0,7 per cento del Pil (2015-2017) in media e di essere interamente destinati alla riduzione del debito. Infine tra le molte riforme cita il Jobs Act che influirà anche sulla ”sostenibilità a lungo termine del sistema pensionistico, che è già uno dei più solidi grazie alla riforme del passato”. (di Chiara De Felice/ANSA)

Ultima ora

00:26Calcio: posticipo serie A, Lazio-Torino 1-3

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Il Toro sbanca l'Olimpico biancoceleste in un posticipo della 16/a giornata di serie A, imponendosi 3-1 su una Lazio che sperava invece di raggiungere la Roma al quarto posto. Una partita ricca di emozioni e anche di polemiche, segnata da una 'follia' di Immobile alla fine di un primo tempo già ricco di occasioni per entrambe le squadre. L'attaccante laziale, furente per un fallo di mano in area di Iago Falque considerato non da rigore dall'arbitro e per aver colpito subito dopo un palo, ha colpito Burdisso. Consultata la Var, Giacomelli lo ha espulso. La Lazio in 10 ha cercato di reagire mentre la Curva Nord si svuotava in segno di protesta contro il direttore di gara, ma in 19' ha subito tre reti da Berenguer, Rincon e del giovanissimo Edera, entrato poco dopo la rete del momentaneo 2-1 siglata da Luis Alberto. Il Torino, che veniva da quattro pareggi di fila, sale a quota 23, a -1 dal settimo posto in classifica occupato dal Milan.

23:49Ladro ucciso: archiviata l’accusa di omicidio

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Il gip di Milano Teresa De Pascale, come chiesto dalla Procura, ha archiviato l'inchiesta che era stata aperta per omicidio volontario a carico di Francesco Sicignano, il pensionato di Vaprio d'Adda, nel Milanese, che nell'ottobre del 2015 sparò ed uccise un ladro albanese che era entrato nella sua abitazione. Ad opporsi alla richiesta di archiviazione, formulata dai pm a fine maggio 2016 evidenziando la "legittima difesa", erano stati i familiari del giovane albanese chiedendo al gip nuovi approfondimenti.

22:50Bimbo di due mesi trovato morto in culla dai genitori

(ANSA) - CAGLIARI, 11 DIC - Era in culla e non respirava più. Così un padre e una madre, lui 39 anni lei 33, di Sant'Antioco, nel Sulcis, hanno trovato il corpo senza vita del figlioletto di soli due mesi. La tragedia, su cui stanno indagando i carabinieri, è avvenuta in una abitazione di via Matteotti, alle 18.30, orario in cui i genitori del piccolo hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati i medici del 118 che hanno solo potuto constatare il decesso. In via Matteotti sono poi arrivati i militari della Stazione che hanno raccolto le prime testimonianze. Dai primi accertamenti, non sarebbero stati riscontrati segni di violenza sul corpicino: si tende ad escludere l'azione di terzi. Il magistrato di turno ha comunque disposto il trasferimento della salma del piccolo al Policlinico di Monserrato dove sarà eseguita l'autopsia.

21:59Argentina: milioni di pesos falsi contro la corruzione

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - In occasione della Giornata nazionale contro la corruzione, i cittadini di San Salvador de Jujuy, città dell'Argentina nordoccidentale, hanno trovato per strada una montagna di denaro falso pari a 716 milioni di pesos argentini (circa 35 milioni di euro). L'iniziativa è stata realizzata dall'ufficio provinciale anticorruzione per informare i cittadini sugli effetti negativi della corruzione. L'ufficio ha voluto realizzare, in occasione del 9 novembre in Argentina, una riproduzione in scala di tutto il denaro che non si è potuto utilizzare per la costruzione di oltre 2.200 alloggi popolari. I fondi sarebbero coinvolti nel caso che vede sotto accusa la dirigente sociale Milagro Sala, attualmente detenuta per presunta frode, associazione a delinquere ed estorsione. L'iniziativa, costituita da quattro strutture cubiche, rappresentavano gli oltre 716 milioni di pesos la cui destinazione finale non è stata ancora chiarita.

21:55Pentagono ‘ignora’ Trump, transgender possono arruolarsi

(ANSA) - WASHINGTON, 11 DIC - Il Pentagono ha annunciato che consentirà ai transgender di partecipare all'arruolamento che comincia il primo gennaio, nonostante l'opposizione del presidente Donald Trump. Una mossa che, secondo gli osservatori, riflette le crescenti pressioni legali sulla questione e le difficoltà da parte del governo federale di attuare la richiesta del tycoon di bandire i transgender dall'esercito. Le sue direttive finora sono state bocciate da due corti federali. Le aspiranti reclute dovranno tuttavia superare una serie di esami fisici, psicologici e medici che potrebbero rendere più difficile ottenere la divisa.

21:53Putin sbarcato ad Ankara, faccia a faccia con Erdogan

(ANSA) - ISTANBUL, 11 DIC - Il presidente russo Vladimir Putin è sbarcato ad Ankara, ultima tappa del suo tour de force mediorientale che oggi lo ha portato nella base russa di Hmeimim in Siria, dove ha incontrato il suo omologo Bashar al Assad, e poi al Cairo per colloqui con il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi. In Turchia, il capo del Cremlino avrà un faccia a faccia con il presidente Recep Tayyip Erdogan sulle crisi regionali - dalla Siria a Gerusalemme - e i rapporti bilaterali, con un focus sulla cooperazione energetica e il progetto russo della prima centrale nucleare turca ad Akkuyu. Negli ultimi mesi, i due leader hanno avuto numerosi contatti. Il faccia a faccia di oggi, seguito da una conferenza stampa congiunta, è il terzo nell'ultimo mese.

21:53Maltempo: Toti, ‘Le prossime ore sono le più critiche’

(ANSA) - GENOVA, 11 DIC - "La nostra è una situazione di preoccupazione e di attenzione perché si tratta di una perturbazione molto complessa, sia da seguire che da capire. E' stata una tempesta perfetta, un fenomeno estremo per il variegato modo in cui si è presentato. Le prossime ore saranno quelle che danno maggiore preoccupazione". Così il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti ha commentato la situazione meteo. "Abbiamo avuto mareggiate con onde fino a 7 metri, vento fino a 160 km orari, precipitazioni fino a 300 mm, freddo molto intenso nell'entroterra con neve nel savonese con il fenomeno del gelicidio che ha provocato non pochi problemi ai trasporti ferroviari e stradali". Restano sorvegliati speciali l'Entella, il Magra e il Vara. "Adesso sarà importante vedere nelle prossime ore - continua Toti - quando le piogge intorno a mezzanotte caleranno, come reagiranno i bacini".

Archivio Ultima ora