Occhio alle 12 truffe online delle feste natalizie

ROMA. – Phishing sulle e-mail, pubblicità ingannevole, enti benefici inesistenti, biglietti d’auguri elettronici pericolosi, truffe legate ai viaggi stagionali. In vista dei regali di Natale che si acquistano sempre di più online, la società di sicurezza informatica McAfee mette in guardia gli internauti e stila la lista delle “12 truffe delle festività”, messe in atto dai criminali informatici. Tra le truffe più diffuse ci sono le e-mail fasulle che avvisano di spedizioni di pacchi, le offerte di sconto che circolano in maniera virale sui social network, le donazioni a enti benefici fasulli, le pseudo-app festive da scaricare sugli smartphone che potrebbero rubare le informazioni personali. Ma anche i biglietti d’auguri elettronici che al posto di ‘buone feste’ potrebbero nascondere un ‘buon malware!” da parte degli hacker. E le truffe legate ai viaggi stagionali con link che offrono soggiorni a prezzi vantaggiosi ma ricche di ‘spyware’, che accedono ai nostri dati collegandosi a Pc infetti. Altre insidie sono nascoste nelle chiavette Usb in omaggio, dove potrebbe essere pre-installato un virus malefico. La lista completa delle “12 truffe delle festività” è online sulla pagina web www.mcafee.com/12scams. Come difendersi? Fare ricerche dettagliate su aziende che promettono offerte ed enti benefici, andare direttamente sui loro siti ufficiali invece che accedere da una e-mail. Analizzare bene le app che si scaricano sui cellulari e possibilmente usare un antivirus anche per i dispositivi mobili. Mantenersi aggiornati sulle truffe informatiche e i furti d’identità. Infine, occhio alle operazioni bancarie: oltre alla consueta allerta al bancomat quando si ritira denaro occhio alle telefonate della propria banca che richiede informazioni, riagganciare e richiamare usando il numero ufficiale. Raccomandazioni banali, ma che potrebbero tornare utili in un clima di euforia da spese natalizie.

Condividi: