Il Tesoro fa il pieno con i bot. Petrolio e borse guardano Opec

Pubblicato il 26 novembre 2014 da redazione

MILANO. – L’ ‘effetto Draghi’ sui titoli di Stato consente al Tesoro di collocare sei miliardi di bot semestrali a prezzi molto convenienti. Nell’asta di ieri sono stati piazzati tutti i titoli in vendita, con un tasso sceso allo 0,272%, dallo 0,379% ‘battuto’ ad ottobre, e un rapporto tra domanda e offerta stabile a 1,72 volte. Domani il governo italiano tornerà a vendere fino a 7 miliardi di euro di debito, questa volta a lungo termine (1,5 miliardi di Cct al 2020, 3,5 miliardi di Btp a 5 anni e 2 miliardi di Btp a 10 anni). Lo spread con il bund, interrompendo una lunga fase discendente, è risalito a 142 punti base e i rendimenti del decennale hanno arrotondato al 2,15%, rientrando dai minimi storici. Il vicepresidente della Bce, Vitor Constancio, ha indicato nel primo trimestre del 2015 il momento in cui la Bce farà il check-up delle misure straordinarie adottate per stimolare l’inflazione (acquisti di abs e covered bond, T-ltro) e valutare, alla luce dei dati macroeconomici, se sarà necessario rafforzare l’arsenale con l’acquisto di titoli di stato. Già ieri un altro membro della Bce, Benoit Coeure, aveva escluso accelerazioni dell’Eurotower sui bond sovrani rendendo meno probabile la possibilità di un ‘regalo’ di Draghi già sotto l’albero di Natale.  Madrid (-0,49%) e Milano (-0,36%) sono state così le borse più deboli in una seduta fiacca per tutta Europa. Dagli Usa sono arrivati molti dati macro sotto le attese (reddito e spesa personale, sussidi di disoccupazione), inclusa la fiducia dei consumatori misurata dall’indice del Michigan, comunque salita ai massimi da sette anni. Di tutt’altro tenore i dati in Italia, dove la fiducia dei consumatori è scesa a novembre da 101,3 a 100,2 punti. Sulle borse ha pesato anche il calo dei titoli del comparto energetico, fiaccati da un petrolio che resta ai minimi dal 2010 a causa dell’eccesso di offerta. Seadrill è crollata (-18%) dopo aver annunciato la sospensione dei dividendi per via del rallentamento della domanda di piattaforme di trivellazione. A Milano Eni (-1,62%) e Saipem (-1,92%) sono stati tra i peggiori. Senza un taglio della produzione il petrolio potrebbe scivolare “vicino ai 60-70 dollari al barile” hanno rilevato gli analisti di Natixis. Ieri un incontro tra Arabia Saudita, Venezuela e i Paesi non Opec, Russia e Messico, si è concluso senza accordi sulla produzione ma solo con un’intesa per monitorare il prezzo del greggio. Secondo Ali Al-Naimi, ministro del petrolio dell’Arabia Saudita, “il mercato si stabilizzerà da solo” lasciando intendere che il principale produttore mondiale non vede con favore un contingentamento. “La nostra posizione è simile” ha detto il collega iraniano Bijan Namdar Zanganeh. L’esito della riunione dell’Opec è incerto: il 58% degli esperti consultati da Bloomberg si attende che i produttori resisteranno alla tentazione di ridurre le quantità per ridare ossigeno alle quotazioni, scese a 73,47 dollari al barile in avvio di contrattazioni a New York. (di Paolo Algisi/ANSA)

Ultima ora

00:21Terremoto: veglia Arquata, vescovo, ‘è notte del silenzio’

(ANSA) - ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PICENO), 23 AGO - Un corteo silenzioso di persone, che si sono date appuntamento a Trisungo e hanno raggiunto Pescara del Tronto con dei bus, ricorda in una veglia di preghiera le 48 vittime del sisma di un anno fa nel territorio di Arquata. ''Per desiderio delle famiglie - ha spiegato il vescovo mons. Giovanni D'Ercole - questa è la notte del silenzio, dell'intimità, della memoria e della preghiera. È una notte per riflettere: domani sarà il giorno per progettare il futuro di questo territorio facendo tesoro degli errori del passato''. ''Sosteniamo familiari e superstiti e ringraziamo tutti coloro che si sono adoperati in questo anno'' ha aggiunto. Il luogo del raccoglimento è il parco dove i bambini di Pescara del Tronto giocavano, trasformato in obitorio a cielo aperto nelle prime terribili ore dopo il sisma. Accanto al vescovo il parroco di Arquata, don Nazzareno. Alle 3:36l, l'ora della scossa, la lettura dei nomi delle vittime, accompagnata dai rintocchi della campana della vecchia chiesa.

23:18Champions: Liverpool e Cska Mosca a fase a gironi

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Liverpool, Apoel Nicosia, Cska Mosca, Qarabag e Sporting Lisbona sono le ultime cinque squadre ad accedere alla fase a gironi della Champions League. Risultati delle gare di ritorno dei playoff: Liverpool-Hoffenheim 4-2 (andata 2-1); Slavia Praga-Apoel Nicosia 0-0 (andata 0-2); Cska Mosca-Young Boys 2-0 (andata 1-0); Copenaghen-Qarabag 2-1 (andata 0-1); Steaua Bucarest-Sporting Lisbona 1-5 (andata 0-0).

22:58Calcio: Niang, stress perché voglio decidere io dove giocare

(ANSA) - MILANO, 23 AGO - "Vorrei scegliere io dove andare a giocare e non gli altri". Mbaye Niang spiega così il proprio stato di stress, messo nero su bianco su un certificato che lo esonera dagli allenamenti con il Milan, presentato dopo il rifiuto di essere ceduto allo Spartak Mosca. "Ho ascoltato le parole di Montella in conferenza, vorrei solo dire che il calcio è sempre stato l'amore della mia vita ed è il mio mestiere - ha dichiarato l'attaccante francese al sito Milan news.it -. Mi sono sempre allenato con il sorriso, gioco nel Milan da cinque anni e pure i compagni possono testimoniarlo. Lo stress non è legato ad una situazione tecnica ma a quello che sta succedendo fuori dal campo, su come si stanno facendo le cose. Vorrei solo scegliere dove andare a giocare, vorrei sceglierei io e non gli altri. Non ho nulla contro il Milan e la società, vorrei solo spiegare la situazione".

22:23Incendi: Croazia, ancora critica la situazione in Dalmazia

(ANSAmed) - ZAGABRIA, 23 AGO - È ancora critica la situazione in vari luoghi della Dalmazia, specie nell'entroterra e su alcune isole, dove da alcuni giorni divampano vasti incendi nel cui spegnimento è impegnato praticamente l'intero corpo dei vigili del fuoco della Croazia, con l'aiuto dell'esercito. Negli scorsi giorni le fiamme hanno divorato centinaia di ettari di boschi, uliveti e macchia mediterranea nella zona di Zara e Sibenico, mentre oggi sono stati domati gli incendi sulle isole di Hvar, Brac e Mljet, in questo periodo affollate da turisti. A complicare le operazioni di spegnimento è il forte vento, ma anche il fatto che i vigili del fuoco devono lottare contro almeno 15 roghi in vari punti, spesso distanti tra loro. Per ora sono state evacuate un centinaio di persone da piccoli villaggi dell'entroterra dalmata. Non ci sono informazioni su feriti né su danni ad abitazioni o infrastrutture. Fino ad oggi la polizia croata ha arrestato cinque persone per incendio doloso, tra cui due minorenni.

22:19Barcellona: Isis celebra jihadisti,’colpire ancora’

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - L'Isis ha pubblicato un video in cui celebra i jihadisti di Barcellona e fa appello per nuovi attentati. Lo riferisce il Site. Nel filmato, due jihadisti lanciano le nuove minacce in spagnolo. Il video è stato realizzato dalla 'provincia' siriana dell'Isis a est, nella regione di Dayr az Zor.

22:16Basket: torneo Acropolis, Italia-Serbia 65-73

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Si apre con una sconfitta contro la Serbia (73-65) il torneo dell'Acropolis per l'Italbasket di Ettore Messina, ma se non nel risultato la prestazione di Atene soddisfa il ct, che a meno di dieci giorni dal via dell'Europeo ha visto gli azzurri affrontare i più quotati avversari con una prestazione solida e di volontà. "Oggi la squadra ha fatto dei passi in avanti molto seri - ha sottolineato Messina -. Abbiamo avuto un ottimo atteggiamento per 40', dovendo affrontare quello che è un serio problema anche a livello Nba, ovvero marcare Boban Marjanovic. Abbiamo costruito buoni tiri, pur sbagliandone qualcuno di troppo nei momenti cruciali. Sono contento per i ragazzi per questa prestazione contro una squadra da medaglia". Domani sera l'Italia tornerà in campo all'Oaja per sfidare la Grecia padrona di casa.

22:16Usa: Trump, tempo di lenire le ferite che ci dividono

(ANSA) - WASHINGTON, 23 AGO - "E' tempo di lenire le ferite che ci dividono", ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in un discorso a Reno, in Nevada. "Non siamo definiti dal colore della nostra pelle o dal nostro stipendio", ha aggiunto.

Archivio Ultima ora