Disoccupazione record oltre il 13%, senza lavoro in 3,4 milioni

Pubblicato il 28 novembre 2014 da redazione

DISOCCUPAZIONE RESTA AL TOP, DRAMMATICA PER GIOVANI

ROMA. – La disoccupazione in Italia balza al 13,2%, un nuovo massimo storico. E’ il peggior dato da quando sono iniziate le serie dell’Istat, ovvero dal 1977, quasi quarant’anni fa. Ma il Governo fa quadrato con il premier, Matteo Renzi, che sottolinea come il dato degli occupati negli ultimi mesi ”sta in realtà crescendo”. Dietro una percentuale, che rompe l’ennesimo argine, c’è una schiera di persone in cerca di lavoro che si ingrossa, arrivando a superare i 3,4 milioni. Tutti in fila ad aspettare un posto. In un solo mese, passando da settembre a ottobre, l’Istituto di statistica ha registrato 90 mila disoccupati in più (3mila al giorno). Un aumento in cui confluiscono due diversi identikit. Da una parte c’è una spinta che ha anche un aspetto positivo: si contrae l’area ‘grigia’ dell’inattività, con persone prima fuori dal mercato del lavoro ora pronte a parteciparvi. Dall’altra, invece, c’è un dato che non si offre a letture diverse: gli occupati tornano a calare, in altre parole c’è meno gente al lavoro. Fin qui gli ultimissimi dati, o meglio stime preliminari, sul mese di ottobre. Ma l’Istat dà anche conto del terzo trimestre, periodo per cui le cifre sono consolidate e soprattutto sono più confortanti, evidenziando un aumento dell’occupazione di oltre 120mila unità. Sempre tra luglio e settembre il ministero del Lavoro, anticipando lo studio sulle Comunicazioni Obbligatorie, rileva “un andamento positivo dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato, pari ad oltre 400 mila nuovi contratti, con un aumento tendenziale del 7,1% rispetto ad un anno prima”. Numeri che fanno dire a Renzi: “I dati della disoccupazione ci preoccupano. Ma il dato degli occupati in realtà sta crescendo”. Certo, aggiunge il premier, la disoccupazione è un problema che non “ci fa dormire la notte” e chi nega la questione “è da ricoverare”, tuttavia non si possono negare i passi avanti. E, poi, spiega Renzi “molti ragazzi stanno tornando a iscriversi alle liste di disoccupazione”, magari ciò innalza il tasso ma è un è anche un indice di fiducia, perché si tratta di giovani che “pensano che stia ritornando la speranza, che si possa ripartire”. Il sottosegretario Graziano Delrio invita a guardare bene i dati, in particolare ai 122mila posti di lavoro in più registrati dall’Istat nel terzo trimestre: “Le chiacchiere stanno a zero, i posti di lavoro aumentano”. E anche se non basta, “c’è ancora molto lavoro da fare – ammette Delrio – però è la conferma che siamo sulla strada giusta”. Il mese di ottobre è arrivato come una doccia fredda, anche se per il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, non sono poi dati così inattesi: “Non mi sorprende, d’altronde basta guardarsi in giro”. Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, cerca di fare il punto dopo la tempesta di cifre scatenata in mattinata: “I dati diffusi dall’Istat evidenziano come l’andamento del lavoro segua quello altalenante di un’economia dove i segnali di ripresa debbono ancora fare i conti con la coda di una lunga crisi che continua a riverberare i suoi effetti negativi sull’Italia e l’Europa”. Anche se il confronto con il Vecchio Continente non è molto d’aiuto, secondo Eurostat a ottobre l’Italia, tra i 18 Paesi dell’Eurozona, segna il maggior incremento nel tasso dei senza lavoro. Basti pensare, che sul fronte della disoccupazione giovanile, al 43,3% ad ottobre, fa peggio di noi solo la Spagna. Di “difficoltà del mercato del lavoro” si parla anche nella nota mensile firmata sempre dall’Istat, che sottolinea come gli occupati siano “nuovamente in diminuzione a ottobre”, in calo di 55 mila unità, “riassorbendo i segnali positivi degli ultimi due mesi”. Stime che non fanno altro che preoccupare i sindacati, con la Cgil che insiste sulla necessità di un “piano per il lavoro”, mentre per la Cisl i dati sono lo specchio di un “paesi in recessione”. Tra la mole di cifre c’è però un possibile varco, il ministero del Lavoro parla di un aumento dei pensionamenti del 55% nel terzo trimestre, dovuto soprattutto alle ‘uscite’ nella scuola (che avvengono proprio tra luglio e settembre). Potrebbe essere un primo segnale dell’assorbimento degli effetti della riforma Fornero in campo previdenziale: a oltre due anni dalle nuove regole i lavoratori più anziani cominciano a raggiungere i requisiti per andare in pensione. E quindi andrebbero ‘sostituiti’. (di Marianna Berti/ANSA)

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora