Nuoto mondiali 25m: delusione staffette, ira Pellegrini

European Swimming Championships 2014 in Berlin

ROMA. – La prima giornata dei mondiali di nuoto in vasca corta di Doha non sorride all’Italia. Le speranze azzurre erano affidate alla staffetta 4×100 stile libero uomini che in mattinata si era qualificata con il miglior tempo. In finale però le aspettative non sono state rispettate e il quartetto azzurro (Luca Dotto, Marco Orsi, Luca Leonardi e Filippo Magnini) si è dovuto accontentare del quarto posto dietro alla Francia – che ha conquistato l’oro trascinata dal solito Florent Manadou – alla Russia e agli Stati Uniti. In mattinata a deludere era stata la 4×200 stile libero donne che nemmeno si era qualificata per la finale 8vinta poi dall’Olanda che ha stabilito anche il nuovo primato mondiale davanti a Cina e Australia) suscitando l’ira di Federica Pellegrini che quella finale l’avrebbe nuotata volentieri. La campionessa veneta – non schierata nelle batterie – ha twittato il suo disappunto non senza polemica: “Non ho parole… sono incazzata nera.. non si può stare fuori da una finale così importante per non aver fatto le giuste valutazioni! Comunque brave lo stesso alle ragazze”, il testo del tweet della Pellegrini. La mattinata si era aperta con le eliminazioni di Filippo Magnini nei 200 stile (primo degli esclusi) e Andrea Mitchell D’Arrigo, di Arianna Castiglioni nei 50 rana, di Simone Sabbioni e Niccolò Bonacchi nei 100 dorso e di Matteo Rivolta nei 100 farfalla. La prima medaglia dei campionati, quella dei 200 stile libero se l’è aggiudicata il sudafricano Chad Le Clos con il tempo di 1’41″45, poi doppietta, oro e record mondiale, per la spagnola Mireia Belmonte Garcia nei 200 farfalla (con Alessia Polita quinta in 2’05″52) e nei 400 misti. Niente finale per Fabio Scozzoli, eliminato nella semifinale dei 100 rana e per Arianna Barbieri nei 100 dorso.

Condividi: