De Blasio al figlio, “stai attento alla polizia”

Pubblicato il 04 dicembre 2014 da redazione

de-blasio

NEW YORK. – “Sei un ragazzo nero in strada, sta attento alla polizia”: quando il sindaco di New York Bill de Blasio manda a suo figlio questo ammonimento significa che c’è qualcosa di molto sbagliato nei rapporti tra razze in America. Dopo la mancata incriminazione del poliziotto bianco che ha soffocato un nero disarmato a New York, de Blasio ha confessato di aver messo in guardia Dante, il minore dei due figli avuti dalla moglie di colore Chirlane, dai poliziotti della citta’. “Non so come mi sarei sentito se fosse successo a Dante”, ha detto il sindaco che ieri, a caldo, aveva ammesso che lui e Chirlane, quando Dante esce la sera, sono contenti quando rientra sano e salvo. Nel discorso a caldo dopo il verdetto del gran giuri’, e poi di nuovo oggi in una intervista a una radio privata di New York, il successore di Michael Bloomberg non ha fatto mistero di stare dalla parte di chi e’ sceso in piazza, un’atteggiamento che gli e’ valso un attacco del predecessore repubblicano Rudy Giuliani: “Con le sue parole alimenta violenze”. Ma per de Blasio la crisi che e’ scoppiata con il caso Eric Garner ha una valenza personale. Con la capigliatura afro che fece da biglietto da visita della sua famiglia birazziale durante la campagna per la successione a City Hall – co-protagonista di un celebre spot in cui il ragazzo criticava la politica dello “stop and frisk”, le perquisizioni preventive caratteristiche della polizia di Bloomberg – Dante de Blasio, a dispetto del nome italianissimo, e’ un teen-ager nero come tanti dei ghetti del Bronx: quelli che spesso vengono presi di mira dalla polizia per il minimo comportamento non in riga. “Per anni ho avuto questa preoccupazione, la stessa di Chirlane: sara’ al sicuro Dante stanotte? E non al sicuro dalle dolorose realtà del crimine e della violenza di alcuni dei nostri quartieri, ma dalla stessa gente di cui si dovrebbero fidare come nostri protettori”. Per de Blasio e per la sua famiglia, tragedie come quelle di Eric Garner, sospettato di vendere sigarette sciolte su un molo di Staten Island e finito all’obitorio, o di Michael Brown a Ferguson sono “personali” come fu personale per il presidente Barack Obama quando in Florida un vigilante bianco ammazzo’ il ragazzo nero Treyvon Martin: “Avrei potuto essere io quel teen-ager”, aveva detto il presidente che la scorsa settimana, in un incontro alla Casa Bianca con i sindaci dopo l’esplosione di violenza in Missouri, aveva avvicinato de Blasio: “Dante mi ricorda com’ero da ragazzo. So che anche tu vedi questa crisi attraverso lenti molto personali”.  (di Alessandra Baldini/ANSA)

Ultima ora

10:53Terremoti: Cile, scossa magnitudo 6.3

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Una scossa di terremoto di magnitudo 6.3 è stata registrata alle 21:06 di ieri ora locale (le 2:06 di oggi in Italia) nel nord del Cile, non lontano dal confine col Perù. Secondo i dati del servizio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a 110 km di profondità ed epicentro 76 km a sud di Putre e a 117 dalla peruviana Tacna. Non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose. Una scossa della stessa intensità era stata registrata nella zona già il 10 ottobre scorso, senza rilevanti conseguenze. Solo una settimana fa il Perù è stato invece colpito da un terremoto di magnitudo superiore a 7 che ha causato due morti e 65 feriti.

10:12Rep. Ceca: incendio in un hotel a Praga, due morti

(ANSA) - PRAGA, 20 GEN - Due persone sono morte ed otto sono rimaste ferite in un incendio scoppiato in un albergo al centro di Praga. La portavoce dei servizi di soccorso Jana Postova ha detto che tre persone sono state rianimate. I vigili del fuoco hanno detto che si tratta dell'hotel Eurostars David. Le vittime non sono state identificate e non sono ancora chiare le cause dell'incendio.

10:06Attacco Kabul: Casa Bianca, Trump aggiornato su attacco

(ANSA) - KABUL, 21 GEN - Il presidente americano Donald Trump è stato aggiornato sull'attacco terroristico avvenuto ieri sera ai danni dell'Hotel Intercontinental di Kabul. Lo riferisce l'agenzia di stampa afghana Pajhwok citando un comunicato della Casa Bianca. In esso si precisa che gli Usa "stanno seguendo da vicino gli sviluppi" e "stanno fornendo tutto l'aiuto necessario all'Afghanistan".

08:45Attacco Kabul: terminato, uccisi 3 assalitori

(ANSA) - KABUL, 21 GEN - L'attacco terroristico all'Hotel Intercontinental di Kabul è terminato poco prima delle 10 locali (le 6,30 italiane). Lo ha annunciato un portavoce del ministero dell'Interno nella capitale afghana. Anche se pochi minuti dopo l'annuncio gli inviati di due tv afghane, 1TvNews e Tolo, hanno fatto sapere che "si sentono ancora spari ed esplosioni" Tre assalitori sono stati uccisi e 126 persone tratte in salvo, fra cui 41 stranieri. I morti sono invece cinque, sei i feriti. I vigili del fuoco sono ora al lavoro per spegnere l'incendio provocato ieri da una esplosione nella prima fase dell'attacco.

01:34Calcio: Mkhitaryan dice sì all’Arsenal, Sanchez allo United

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Il centrocampista armeno del Manchester United Henrikh Mkhitaryan ha accettato la proposta di trasferirsi all'Arsenal, aprendo la strada allo scambio con il cileno Alexis Sanchez, molto atteso da Jose Mourino. Il 28enne centrocampista, 28 anni, si sottoporrà alle visite mediche tra domani e lunedì dopo aver trovato nella giornata di oggi l'accordo con il club londinese, di cui al momento non si conoscono i termini. Secondo i media inglesi, il trasferimento avverrà 'alla pari', avendo trovato i club un accordo su una valutazione di 35 milioni di sterline per entrambi i giocatori.

01:14Calcio: pari Atletico e Valencia ko, sabato pro-Barcellona

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Barcellona domina la Liga anche senza giocare, visto che le rivali fanno a gara per gettare punti e perdere ulteriore terreno sulla capolista. L'Atletico Madrid, impegnato col Girona, si è fatto bloccare sull'1-1 e praticamente può dire addio alle pur flebili speranze di contendere il titolo ai blaugrana. I punti di distacco tra prima e seconda sono ora otto, con il Barca che ha una partita in meno (domani col Betis). Il Valencia, terzo in graduatoria, ha addirittura perso a Las Palmas, sprecando l'occasione di affiancare la squadra di Simeone. Vince invece il Villarreal, 2-1 a Levante, e sale al quarto posto in attesa della partita domenicale del Real Madrid.

01:13Liberia: presidente Weah in campo per partita di beneficenza

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - L'ex fuoriclasse George Weah torna al calcio per un giorno, in occasione degli eventi che precedono il suo insediamento come presidente della Liberia: l'ex milanista è sceso in campo per una partita di beneficenza con una squadra creata per l'occasione - la Weah All Stars Team, con molti ex colleghi calciatori - , sfidata in campo dai militari delle forze armate liberiane. Il match - finito 2 a 1 per la squadra del neo presidente - si è svolto al Barclay Training Center di Monrovia. Weah, 51 anni, giurerà da presidente il 22 gennaio.

Archivio Ultima ora