De Blasio al figlio, “stai attento alla polizia”

Pubblicato il 04 dicembre 2014 da redazione

de-blasio

NEW YORK. – “Sei un ragazzo nero in strada, sta attento alla polizia”: quando il sindaco di New York Bill de Blasio manda a suo figlio questo ammonimento significa che c’è qualcosa di molto sbagliato nei rapporti tra razze in America. Dopo la mancata incriminazione del poliziotto bianco che ha soffocato un nero disarmato a New York, de Blasio ha confessato di aver messo in guardia Dante, il minore dei due figli avuti dalla moglie di colore Chirlane, dai poliziotti della citta’. “Non so come mi sarei sentito se fosse successo a Dante”, ha detto il sindaco che ieri, a caldo, aveva ammesso che lui e Chirlane, quando Dante esce la sera, sono contenti quando rientra sano e salvo. Nel discorso a caldo dopo il verdetto del gran giuri’, e poi di nuovo oggi in una intervista a una radio privata di New York, il successore di Michael Bloomberg non ha fatto mistero di stare dalla parte di chi e’ sceso in piazza, un’atteggiamento che gli e’ valso un attacco del predecessore repubblicano Rudy Giuliani: “Con le sue parole alimenta violenze”. Ma per de Blasio la crisi che e’ scoppiata con il caso Eric Garner ha una valenza personale. Con la capigliatura afro che fece da biglietto da visita della sua famiglia birazziale durante la campagna per la successione a City Hall – co-protagonista di un celebre spot in cui il ragazzo criticava la politica dello “stop and frisk”, le perquisizioni preventive caratteristiche della polizia di Bloomberg – Dante de Blasio, a dispetto del nome italianissimo, e’ un teen-ager nero come tanti dei ghetti del Bronx: quelli che spesso vengono presi di mira dalla polizia per il minimo comportamento non in riga. “Per anni ho avuto questa preoccupazione, la stessa di Chirlane: sara’ al sicuro Dante stanotte? E non al sicuro dalle dolorose realtà del crimine e della violenza di alcuni dei nostri quartieri, ma dalla stessa gente di cui si dovrebbero fidare come nostri protettori”. Per de Blasio e per la sua famiglia, tragedie come quelle di Eric Garner, sospettato di vendere sigarette sciolte su un molo di Staten Island e finito all’obitorio, o di Michael Brown a Ferguson sono “personali” come fu personale per il presidente Barack Obama quando in Florida un vigilante bianco ammazzo’ il ragazzo nero Treyvon Martin: “Avrei potuto essere io quel teen-ager”, aveva detto il presidente che la scorsa settimana, in un incontro alla Casa Bianca con i sindaci dopo l’esplosione di violenza in Missouri, aveva avvicinato de Blasio: “Dante mi ricorda com’ero da ragazzo. So che anche tu vedi questa crisi attraverso lenti molto personali”.  (di Alessandra Baldini/ANSA)

Ultima ora

18:52Serie A: il Napoli vince a Verona e torna secondo

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - Il Napoli vince 3-1 a Verona, sul campo del Chievo, e torna momentaneamente al secondo posto della classifica, aspettando Roma-Torino che inizia alle 18. "Effetto Zeman" a Pescara, con gli abruzzesi che - alla prima panchina del tecnico boemo - travolgono 5-0 il Genoa e conquistano la prima vittoria stagionale sul campo. Terza vittoria esterna consecutiva del Sassuolo, che passa 1-2 a Udine, rovinando la festa per il ritorno di Zico, applauditissimo dai tifosi friulani. Termina 1-1 Sampdoria-Cagliari, con i sardi arrabbiatissimi per un gol annullato a Ibarbo a partita quasi finita. Milan-Fiorentina alle 20:45 chiuderà la 25/a giornata della serie A.

18:38Gaza: 3 palestinesi condannati a morte per collaborazionismo

(ANSAmed) - GAZA, 19 FEB - Un tribunale militare di Gaza ha condannato a morte tre abitanti della Striscia accusati di collaborazionismo con Israele. Lo ha reso noto il ministero degli interni di Gaza senza precisare ulteriori dettagli. Le condanne a morte emesse di volta in volta dalle corti militari di Gaza sono già state oggetto di aspre condanne da parte di Ong locali di difesa dei diritti civili, nonchè da parte dell'Unione Europea. Quelle condanne sono inoltre motivo di frizione fra l'Autorità nazionale palestinese (secondo cui la ratifica delle pene capitali resta prerogativa esclusiva di Abu Mazen) e le autorità di Hamas a Gaza che in questa materia ritengono di poter agire autonomamente. (ANSAmed).

18:27Israele: ai confini del Paese ora ci pensano le soldatesse

(ANSAmed) - TEL AVIV, 19 FEB - Israele torna a scommettere sulle sue soldatesse. Negli ultimi anni Tsahal (acronimo delle forze armate) ha aperto loro una gamma di nuovi incarichi, che in passato erano riservati solo ai maschi. Adesso Tsahal va ancora oltre e decide di affidare la difesa di confini impegnativi - Egitto e Giordania - a battaglioni misti, con combattenti femmine (in prevalenza) e maschi. "Le soldatesse combattenti sono tutte volontarie", ha fatto notare Mordechai Kahana, comandante dell'apparato di difesa dei confini di Israele. Oggi - che i battaglioni misti sono divenuti 3 - le combattenti sono 800. E nell'ultimo arruolamento si è registrato un ulteriore aumento delle volontarie. Entro la fine dell'anno raggiungeranno così la cifra record di 1100 e sarà allora possibile dislocare sul terreno un quarto battaglione misto.

18:19Pd: Rossi, è stato alzato muro, strada è un’altra

(ANSA) - FIRENZE, 19 FEB - "È stato alzato un muro, sia nel metodo che nella forma. Per noi la strada è un'altra. Sono maturi i tempi per formare una nuova area. Ci sono stati milioni di cittadini che hanno abbandonato questo Pd". Così Enrico Rossi sul dibattito all'assemblea nazionale Pd. "Abbiamo posto lo stesso problema che milioni di cittadini pongono e che avvertono il PD come un partito non più di sinistra. Abbiamo provato ad avanzare alcune idee,invece è stato alzato un muro e non abbiamo avuto nessuna risposta di merito ne' di metodo".

18:18Pd: Guerini, da minoranza scelta già compiuta, peccato

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - "L'assemblea ha deciso l'avvio del congresso, il più alto momento di democrazia interna, andarsene per una data è sbagliato. Avremmo voluto ascoltare la minoranza, in assemblea non ne abbiamo sentiti molti. E' una scelta già compiuta che assumo con rammarico". Così il vicesegretario Pd Lorenzo Guerini alla luce delle affermazioni dei bersaniani.

18:15Roma: squadra in visita da Florenzi prima del Torino

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - La Roma si stringe attorno ad Alessandro Florenzi. La squadra giallorossa, prima della gara di campionato col Torino, si è recata al gran completo a Villa Stuart per far visita all'esterno operato due giorni fa al ginocchio sinistro per la seconda rottura del legamento crociato a distanza di quattro mesi dal primo infortunio. "Sono un uomo e un calciatore fortunato: ho scoperto di avere tante persone che mi vogliono bene. Grazie, grazie, grazie a tutti" ha scritto su Instagram Florenzi allegando al messaggio la foto con la squadra e il tecnico Spalletti attorno al letto della propria stanza. La Roma, per testimoniare la vicinanza al ragazzo di Vitinia, giocherà inoltre la sfida coi granata indossando una maglietta speciale con il n.24 di Florenzi cucito sulla manica.

18:03Calcio: tifosi Genoa lasciano stadio Pescara

(ANSA) - PESCARA, 19 FEB - Protesta forte dei tifosi del Genoa allo Stadio Adriatico che al 40' del primo tempo, per protesta contro la squadra, sotto per 3-0 con gli abruzzesi, hanno ammainato striscioni e bandiere, lasciando il settore loro riservato nel gabbiotto di curva sud. Una protesta simile c'era stata domenica scorsa a Torino, da parte dei tifosi del Pescara che avevano lasciato gli spalti dello Stadio Olimpico all'inizio del secondo tempo, con i biancazzurri sotto con i granata.

Archivio Ultima ora