Nella crisi di Milano l’Inter è un rebus per Mancini

Pubblicato il 08 dicembre 2014 da redazione

Soccer: Europa League; Fc Inter-Fc Dnipro

MILANO. – Se lottare solo per il terzo posto lo demoralizza, figurarsi cosa significa per Roberto Mancini trovarsi al dodicesimo, più vicino alla zona che manda in serie B che a quella che vale l’Europa. E’ la realtà della sua Inter, ben diversa da quella che lasciò sei anni fa e, tutto sommato, ancora molto simile a quella in crisi di risultati e identità guidata da Walter Mazzarri fino a quattro partite fa. Non sempre i cambi in panchina a stagione in corso danno la scossa. Dopo un pareggio e due sconfitte il rebus ereditato da Mancini è ancora più complicato da risolvere. L’unica consolazione per la Milano nerazzurra è che quella rossonera naviga in acque poco meno agitate. In città il calcio non regala gioie da tempo e, anche alla luce dell’ultimo derby, nessuno tende a illudersi per il futuro a breve termine. Per dirla con Carlo Tavecchio, quelle di Inter e Milan in relazione alla corsa per il vertice e lo scudetto “in questo momento sono situazioni disperate, però il campionato è ancora lungo”. ”Le prospettive – ha aggiunto il presidente della Federcalcio su Gr Parlamento – non sono ideali, gli investimenti si fanno se ci sono i soldi, altrimenti è difficile avere protagonisti importanti come in altri palcoscenici europei. Prima avevano la bocca buona…”. Pesano anche i terremoti societari degli ultimi dodici mesi che hanno lasciato il segno, tanto in casa Milan quanto all’Inter. Il presidente nerazzurro Erick Thohir ha scelto un allenatore esperto e costoso come Mancini per tornare in Champions League, ma la strada è tutt’altro che segnata. La qualità non abbonda nella rosa a disposizione dell’allenatore, e nemmeno la personalità visto come ha sofferto la squadra in casa nel secondo tempo contro l’Udinese. La difesa è un vero e proprio colabrodo, che subisce un gol e mezzo a partita (quanti ne segna l’attacco) e non trova stabilità nemmeno con il passaggio dal 3-5-2 al 4-3-1-2. Non aiuta la confusione del centrocampo, né è detto che possa risolvere molti problemi il mercato di gennaio. Mancini ha spiegato di voler fare il punto sui rinforzi alla fine del girone di andata. Da Lavezzi a Cerci, passando per Lucas Leiva, si fanno tanti nomi ma, con due allenatori a bilancio e i limiti del Financial Fair Play, difficilmente il club potrà fare grandi investimenti per provare a raddrizzare la classifica. Un’impresa per certi versi più complicata di alcuni trofei vinti da Mancini, che punta anche ad andare in fondo all’Europa League (giovedì chiuderà il girone in casa degli azeri del Qarabag già certo del primo posto). Un altro anno senza Champions, o peggio fuori dalle coppe, offrirebbe prospettive demoralizzanti per l’Inter e per Mancini, anche se tutti negano l’esistenza di una clausola per svincolarsi anzitempo dal contratto.

Ultima ora

17:23Calcio: Milan, annullata cena di Natale

(ANSA) - MILANO, 18 DIC - All'indomani della figuraccia di Verona è stata annullata la cena di Natale del Milan, prevista per questa sera fra la squadra e la dirigenza. Non sono ancora chiari i motivi di questo cambio di programma.

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

16:49Renzi a Di Maio, uscita da euro è follia per economia

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana". Lo scrive su twitter il segretario del Pd Matteo Renzi, commentando le parole del candidato M5s Luigi Di Maio che voterebbe sì in caso di un referendum come "extrema ratio" per l'uscita dall'euro.

Archivio Ultima ora