I jihadisti minacciano la vendetta contro gli Usa

Pubblicato il 10 dicembre 2014 da redazione

Islamic Jihad militant funeral

NEW YORK. – In ballo c’è la sicurezza degli Usa. I jihadisti nel mondo già minacciano vendetta: “Fratelli e sorelle, vendicatevi del serpente americano”, hanno esortato alcuni sul web, e altri arrivano persino a teorizzare che “essere decapitati è 100 volte più umano, più dignitoso di quello che queste sporche canaglie hanno fatto ai musulmani”. Ma sul piatto c’è anche il prestigio della Central Intelligence Agency e a stretto giro la stessa Cia e molti repubblicani che contano sono partiti all’assalto del rapporto del Senato americano sulle torture usate negli interrogatori degli 007. Quel documento “danneggia la sicurezza nazionale degli Usa, gli uomini e donne della Central Intelligence Agency e soprattutto la verità”, ha tuonato George Tenet, che è stato direttore della Cia durante la presidenza di George W. Bush. E lo stesso Bush è a sua volta sceso in campo, affermando che “siamo fortunati ad avere uomini e donne che lavorano duro alla Cia”, rifiutandosi così di prendere le distanze da quelle tecniche brutali. Anche se il programma iniziò nel 2002, Bush ne fu informato in maniera dettagliata solo nel 2006, afferma il rapporto, quando gli fu spiegato tutto nei dettagli. Ad esempio, gli venne detto di un detenuto appeso con le catene al soffitto, nudo, e costretto a urinarsi e defecarsi addosso. Lui ne rimase scosso, ma la Casa Bianca approvò comunque quelle tecniche di interrogatorio, mentre in realtà veniva ingannata sui reali risultati che producevano, invero scarsi, a detta del rapporto. Ma anche l’ex braccio destro di Bush, l’allora vicepresidente Dick Cheney, liquida le affermazioni secondo cui la Cia avrebbe agito in maniera illegale come “un mucchio di sciocchezze”. E in maniera ancora più rude, il senatore repubblicano Orrin Hatch parla di “un puro pezzo di sterco politico”. Il senatore Saxby Chambliss, il più autorevole membro repubblicano della Commissione intelligence e altri quattro suoi colleghi del Gop hanno a loro volta scritto un documento di 100 pagine per esprimere dissenso dalle conclusioni del rapporto. Mentre un gruppo di ex agenti e alti funzionari della Cia si sono organizzati dando vita ad un sito web il cui scopo è già chiaro sin dal nome: CiaSavedLives.com (La Cia ha salvato vite). Ma nonostante l’offensiva dei ‘difensori’ le critiche continuano ad arrivare sempre più numerose e taglienti, anche dall’estero. “Sono sconvolta, esattamente come tanti americani e tante americane”, ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel. “Le democrazie non possono scendere a compromessi al ribasso sui diritti umani”, e quanto denunciato nel rapporto “va condannato con forza e drasticamente”, ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. La Commissione Europea, tramite la portavoce dell’alto rappresentante per la politica estera Federica Mogherini, saluta intanto “con favore la decisione del presidente Obama di mettere fine” al programma utilizzato dalla Cia tra il 2001 ed il 2009. Human Rights Watch e l’associazione britannica Cage, che difende i prigionieri sottoposti alle ‘extraordinary rendition’ nel corso della guerra al terrorismo, chiedono invece dal canto loro che i responsabili delle torture vegano processati. E anche i jihadisti, come era prevedibile, alzano la voce. Via Twitter gettano benzina sul fuoco esortando a riservare lo stesso “trattamento” agli ostaggi Usa. E dicono: “Ricordatevi, il 100% delle vittime di torture sono stati musulmani. E’ una guerra contro l’islam”. I bersagli da colpire per rappresaglia, secondo l’autorevole sito americano di monitoraggio Site, sono stati già individuati e indicati dalla jihad globale. (Stefano de Paolis/Ansa)

Ultima ora

20:58Sci nordico: Pellegrino, atteso momento giusto

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - "Sono veramente contento, ho usato la testa per tutta la gara. Tantissimo merito va ai tecnici dei materiali perché avevo degli sci fantastici. Non mi restava che aspettare il momento giusto e attaccare e così ho fatto". Così l'azzurro Federico Pellegrino, dopo la vittoria nella gara di sprint a tecnica libera dei Mondiali di sci di fondo a Lahti. "E' stato fantastico fare questa gara in notturna - dice ancora Pellegrino - e fra i miei tifosi. Oggi la giornata è stata un po' lunga. Mi sono svegliato presto, poi ho dormito un paio d'ore, quindi una buona pasta italiana e poi eccomi qui a vincere".

20:47Calcio: Europa League, Olimpiacos agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - i greci dell'Olimpiacos si sono qualificati per gli ottavi di finale di Europa grazie al successo esterno per 3-0 sui turchi dell'Osmanlispor. La partita di andata era finita 0-0. Le reti sono state segnate da Ansarifard (47' e 86') e Elyounoussi (70').

20:23Calcio: Ceferin, Tavecchio onesto e indipendente

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - "Ho un'ottima opinione di Carlo Tavecchio. È una persona onesta, appassionata di football e sta guidando bene la Federcalcio. E poi è indipendente, non si lascia influenzare dall'esterno, nessuno può dirgli che strada seguire". Lo dice il presidente Uefa, Aleksander Ceferin, oggi a Roma per incontrare i membri del Consiglio Figc. "La nostra cooperazione con la Figc è ottima e continuerà ad esserlo. Conosco bene Carlo - si limita ad aggiungere Ceferin - e oggi ho incontrato anche l'altro candidato (Andrea Abodi, ndr): non voglio dire niente delle elezioni, è una questione della Figc: noi rispetteremo le decisioni dei delegati". "Ceferin - ha detto da parte sua Tavecchio - è una garanzia per il cambiamento del sistema dopo quello che è emerso negli ultimi tempi, sia nella Uefa che nella Fifa. Noi siamo stati tra i primi a supportarlo perché abbiamo individuato in lui una persona capace, competente e con grande senso del dovere".

20:17Sci nordico: Mondiali, oro per Pellegrino

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - Federico Pellegrino ha vinto la medaglia d'oro, ai Mondiali di sci di fondo in corso a Lathi (Finlandia), imponendosi nello gara sprint a tecnica libera. L'azzurro, vincitore della Coppa del mondo di specialità nella passata stagione, aveva vinto anche la semifinale alla quale aveva partecipato. L'atleta originario di Aosta, 26 anni, tesserato per le Fiamme Oro, si è imposto con il tempo di 3'13"76, precedendo nell'ordine il russo Sergey Ustiugov di 15" e il norvegese Johannes Hoesflot, terzo con un ritardo di 44". Al quarto e quinto posto si sono piazzati altri due atleti norvegesi, rispettivamente Finn Haagen Krogh, a 1'07", e Petter Northug, a 12'13". Si tratta del primo oro italiano iridato nella specialità, che è arrivato al termine di una grande rimonta. Nell'ultimo rettilineo di gara, Pellegrino, già vincitore della Coppa di specialità nella scorsa stagione, ha fatto valere la propria esplosività, mettendosi tutti gli avversari alle spalle.

20:10Calcio: Uefa, Ceferin chiude alla Superlega

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - "La Superlega europea? Per la Uefa è fuori discussione. Il sogno di qualificarsi in Champions ed Europa League deve rimanere reale per tutti. Sono convinto che anche i club sono dalla mia parte". Il presidente dell' Uefa, Aleksander Ceferin, chiude a ogni possibilità che in futuro possa nascere una Superlega europea sotto l'egida del massimo organismo calcistico continentale. "In passato ci sono stati malintesi e una difficile comunicazione tra la Uefa e i club - aggiunge il n.1 Uefa alla conferenza stampa seguita alla sua visita ufficiale al Consiglio Figc - Le competizioni devono rimanere aperte a tutti e dare la possibilità a tutti di qualificarsi. Se c'è qualcuno che parla molto di questa cosa chiedetevi se è anche qualcuno che decide su questa cosa".

20:01Calcio: Crotone, aumenta la capienza dello stadio

(ANSA) - CROTONE, 23 FEB - È stato autorizzato l'utilizzo della curva sud alta dello stadio 'Ezio Scida' di Crotone. Oggi la Commissione provinciale per i pubblici spettacoli ha svolto il sopralluogo di verifica alla struttura amovibile da 2.605 posti installata da fine novembre e finora utilizzata, a capienza ridotta, solo con l'assunzione di responsabilità da parte del sindaco di Crotone, Ugo Pugliese. Al termine della verifica è stato dato il via libera all'utilizzo già dalla prossima gara che domenica 26 vedrà il Crotone opposto al Cagliari. Con l'apertura della curva sud alta si completa l'ampliamento dello stadio che raggiunge così la capienza di 16.280 posti e che, per quanto riguarda la parte pubblica, è costato circa 1,8 milioni. La tribuna centrale è stata noleggiata dalla società Fc Crotone per due anni al costo di circa due milioni.

19:58Alluvione Piemonte:Costa, stato emergenza Asti e Alessandria

(ANSA) - TORINO, 23 FEB - "Il Consiglio dei ministri ha approvato la delibera che estende lo stato di emergenza per l'alluvione di fine novembre 2016 alle province di Asti e di Alessandria, provvedendo ad assegnare una prima somma di 5 milioni di euro". Lo annuncia il ministro per gli Affari regionali, Enrico Costa. "Si tratta di un passaggio atteso - aggiunge Costa - per un territorio che ha registrato danni significativi. Nelle scorse settimane mi sono recato personalmente ad Asti, dove ho incontrato il presidente della Provincia e ascoltato le preoccupazioni degli amministratori dei comuni colpiti". (ANSA).

Archivio Ultima ora