Facebook: Mondiali, Ebola e Robin Williams al top nel 2014

il 2014 su facebook

ROMA. – Tre miliardi di interazioni tra post, commenti e ‘like’ generati da 350 milioni di persone in appena un mese, dal 12 giugno al 13 luglio. Sono questi i numeri che hanno fatto dei Mondiali di calcio l’argomento più discusso su Facebook nel 2014. Più del virus Ebola, della morte di Robin Williams e del tormentone dell’Ice Bucket Challenge, che comunque entrano in top ten. I Mondiali brasiliani hanno stravinto anche in Italia, dove gli utenti del social network hanno continuato a parlare di Papa Francesco (primo a livello globale nel 2013) oltre che discutere del premier Matteo Renzi e del campionato di Serie A. La classifica di Facebook fa seguito a quelle rilasciate nei giorni scorsi da Yahoo! e Microsoft sulle parole più cercate online, e precede l’arrivo dello ‘Zeitgeist’, lo ‘spirito del tempo’ di Google. Se su Yahoo! in Italia hanno trionfato le previsioni del tempo, insieme a oroscopo e Superenalotto, su Bing di Microsoft il personaggio più popolare è stato Peppa Pig, che ha strappato la medaglia d’oro a Belen Rodriguez. Tra i cantanti hanno vinto gli One Direction, tra gli sportivi Michael Schumacher, vittima alla fine del 2013 di un brutto incidente sulle piste da sci. Tornando a Facebook, la top ten globale, stilata in base agli argomenti trattati da 1,3 miliardi utenti, vede sul podio i Mondiali, Ebola e le elezioni presidenziali brasiliane. Robin Williams, scomparso ad agosto, è al quarto posto, seguito dall’Ice Bucket Challenge. Tra giugno e settembre su Facebook sono stati condivisi 17 milioni di video con persone che si sono tirate addosso secchi di acqua ghiacciata per sensibilizzare sulla Sla, la sclerosi laterale amiotrofica. Tra i filmati, tanti sono stati quelli che hanno avuto per protagonisti i vip, a cominciare dal fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, e da quello di Microsoft, Bill Gates, ma anche pop star come Lady Gaga e Justin Timberlake, calciatori come Cristiano Ronaldo e, in casa nostra, Andrea Bocelli, Fiorello, Valentino Rossi e Mario Balotelli. Il conflitto a Gaza, esploso a luglio tra israeliani e palestinesi, è sesto, mentre in settima posizione si piazza la Malaysia Airlines, che ha registrato due disastri aerei nel giro di quattro mesi. A seguire il Super Bowl americano, l’uccisione del giovane Michael Brown da parte di un poliziotto a Ferguson, in Missouri, e le Olimpiadi invernali di Sochi, in Russia. La classifica italiana si apre con i Mondiali, la Pasqua e Papa Francesco. Il premier Matteo Renzi è quarto, seguito dal carnevale e dal festival di Sanremo. Vasco Rossi precede Robin Williams, mentre chiudono il campionato di Serie A ed ebola. (di Laura Giannoni/ANSA)

Condividi: