Juncker, non solo promesse o conseguenze spiacevoli

Pubblicato il 10 dicembre 2014 da redazione

LUXLEAKS: MOZIONE SFIDUCIA M5S A JUNCKER, FIRMA ANCHE LA LEGA

BRUXELLES. – Lo scontro tra falchi e colombe in Europa è più vivo che mai, con la Germania custode irremovibile delle regole e della disciplina di bilancio tanto che il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker, criticato dai ‘falchi’ per aver concesso credito a Italia e Francia, oggi prova a rassicurarli ‘minacciando’ Roma e Parigi di “spiacevoli conseguenze” se le riforme resteranno solo promesse. Ma il Governo non si spaventa, e rilancia la palla a Bruxelles: il premier Matteo Renzi spiega che anche il Fondo monetario internazionale chiede crescita all’Europa, quindi “qualche domanda i partner Ue dovranno pure cominciare a farsela”, e il ministro Pier Carlo Padoan ricorda che “le riforme le facciamo perché servono a noi e non perché ce lo dicono gli altri”. L’avvertimento di Juncker ai due Paesi arriva, non a caso, in un’intervista al quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung in cui il presidente sembra spostare l’accento sul punto di vista caro ai tedeschi, cioè il rispetto delle regole pena sanzioni. Se l’Italia e la Francia non procederanno con le riforme annunciate si arriverà “a un inasprimento della procedura sul deficit”, e “se alle parole non seguiranno i fatti, per questi Paesi non sarà piacevole”, ha detto Juncker. Il presidente, però, difende anche la posizione espressa finora, cioè “dare fiducia agli italiani e ai francesi” perché “i governi ci hanno garantito che faranno quanto annunciato”. Ma l’uscita del lussemburghese, a pochi giorni da un attacco simile della Merkel sempre contro Francia e Italia, e in vista del vertice europeo della prossima settimana, fa temere un ‘riposizionamento’ della Commissione su un fronte più rigido. Per l’Italia, sarebbe inaccettabile: “Se perfino il Fmi, che non è una sezione del Partito Comunista a Washington, chiede all’Europa di investire sulla crescita, qualche domanda i partner Ue dovranno pure cominciare a farsela”, ha detto il premier Matteo Renzi ai suoi collaboratori dopo l’incontro con il direttore del Fmi Christine Lagarde. E il ministro Padoan, secondo cui Juncker “dice cose che già sappiamo e su cui ci siamo impegnati”, lancia una frecciata in direzione Bruxelles seminando dubbi sul piano di investimenti lanciato proprio dal presidente della Commissione: “Deve essere chiarito in molte aree, ad esempio sul calendario”, perché “serve qualcosa prima”. Inoltre, “bisogna chiarire principi e criteri in base ai quali le risorse del piano, comprese quelle dagli Stati, saranno riallocate ai progetti”. Chiarimenti che la Commissione si impegna a dare, assicura il vicepresidente Jyrki Katainen dopo la sollecitazione di Padoan. Intanto la Francia risponde alle accuse con un pacchetto di riforme molto ampio, che sotto il nome di ‘liberare, investire, lavorare’, lancia una serie di misure che vanno dalla soppressione dei monopoli alla liberalizzazione delle professioni giuridiche, dall’estensione a più settori del lavoro domenicale all’apertura del mercato nei trasporti. Sul fronte Bce invece Mario Draghi sembrerebbe deciso ad avviare il programma di acquisto dei titoli di Stato tanto che, si legge in un’anticipazione del settimanale tedesco ‘die Zeit’, avrebbe telefonato al ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, per informarlo. (di Chiara De Felice/ANSA)

Ultima ora

10:18Gerusalemme: Netanyahu, per pace riconoscere realtà

(ANSA) - BRUXELLES, 11 DIC - "Quanto il presidente Trump ha fatto è mettere i fatti sul tavolo per quello che sono. La pace è basata sul riconoscimento della realtà. E che Gerusalemme sia la capitale è evidente per tutti". Così il premier israeliano Benjamin Netanyahu arrivando al consiglio affari esteri europeo, invita a dare "una possibilità alla pace" col tentativo dell'amministrazione Usa. "E' tempo che i palestinesi riconoscano che lo stato ebraico e che Gerusalemme è la sua capitale".

09:49Venezuela: Maduro vince comunali, ma senza opposizione

(ANSA) - CARACAS, 11 DIC - Il partito socialista di Nicolas Maduro ha stravinto alle elezioni municipali nella maggior parte delle città del paese, anche se sul voto ha pesato il boicottaggio di quasi tutta l'opposizione. Lo stesso capo dello stato, durante un comizio in cui ha annunciato il suo trionfo, ha avvertito che "i partiti che non hanno partecipato al voto non potranno farlo più e scompariranno dalla mappa politica". Quindi di fatto li ha estromessi dalle presidenziali del prossimo anno.

09:41Birmania:stupri su donne Rohingya metodici, indagine

(ANSA) - UKHIA (BANGLADESH), 11 DIC - Gli stupri di donne Rohingya da parte dell'esercito birmano sono stati radicali e metodici. Lo rivela un'indagine condotta dall'Associated Press intervistando 29 tra donne e ragazze fuggite nel vicino Bangladesh. Le vittime delle violenze sessuali hanno tra i 13 e i 35 anni.

06:47Kashmir: giornalista francese arrestato da polizia India

NEW DELHI - Un giornalista televisivo francese, Paul Edward Comiti, e' stato arrestato dalla polizia indiana a Srinagar, capitale dello Stato di Jammu & Kashmir, per violazione del regolamento sui visti dato che, disponendo di uno di tipo business stava pero' realizzando un documentario sugli abitanti feriti nelle manifestazioni con fucili a pallini delle forze di sicurezza. Lo riferisce il portale Kashmir Watch.

06:42Corea Nord: manovre anti-missile di Seul, Tokyo e Usa

PECHINO - Corea del Sud, Usa e Giappone hanno dato il via alla due giorni di manovre congiunte finalizzate alla rilevazione di missili nemici, nel mezzo delle tensioni legate alla minaccia balistica e nucleare di Pyongyang. Il teatro delle operazioni, ha reso noto il Comando di Stato maggiore di Seul, sono le acque tra la penisola coreana e il Giappone.

06:33Molestie: Haley, ascoltare donne che accusano Trump

NEW YORK - Le donne che hanno accusato Donald Trump di molestie sessuali dovrebbero essere ascoltate: la sorprendente affermazione arriva da uno dei pilastri della stessa amministrazione Trump, Nikki Haley, ambasciatrice americana all'Onu. Haley rompe cosi' con la posizione della Casa Bianca, secondo cui le accuse al tycoon sono false e vanno archiviate.

01:31Calcio: Maradona a Calcutta per match di beneficienza

(ANSA) - NEW DELHI, 11 DIC - Più volte rinviato, è finalmente cominciato oggi un viaggio di Diego Maradona nella metropoli indiana di Kolkata (Calcutta), dove si tratterrà per tre giorni, impegnato in una serie di attività di beneficienza. I continui spostamenti di data della sua visita hanno fatto sì che oggi a riceverlo nella capitale dello Stato di West Bengala vi fossero quasi solo giornalisti e responsabili locali, ma non molti tifosi. Nella sua precedente visita che risale a nove anni fa, l'aeroporto cittadino fu preso d'assalto da migliaia di tifosi che lo acclamarono in strada fino ad oltre la mezzanotte. Gioviale e rilassato, Diego ha salutato con la mano i presenti prima di entrare insieme con la fidanzata Rocio Oliva nell'auto che lo ha portato in un hotel del centro che aveva approntato per lui una suite 'Diego Maradona'. Gli organizzatori si sono impegnati particolarmente nel decoro della suite, le cui pareti mostrano passaggi centrali della vita del calciatore.

Archivio Ultima ora