“I combattenti contro l’Ebola”, personaggi dell’anno per la rivista Time

Time, personaggio dell'anno è chi lotta contro l'Ebola

WASHINGTON. – Gli ‘Ebola fighters’: sono loro, gli operatori sanitari, tra cui il medico italiano di Emergency ricoverato a Roma, i personaggi dell’anno 2014 per la rivista americana Time. “Hanno rischiato, perseverato, si sono sacrificati e hanno salvato vite umane”, per questo sono stati scelti, e’ la motivazione della rivista che cita il proverbio: “Non le armi scintillanti combattono la guerra, ma il cuore degli eroi”. I loro volti compaiono sulla copertina di Time: tra loro anche Kent Brantly, il medico americano che ha contratto il virus in Liberia ed e’ guarito, insieme alla foto centrale di un operatore completamente coperto dalla tuta di protezione. “Per i loro instancabili atti di coraggio e di misericordia, per il tempo che hanno dato al mondo di rafforzare le proprie difese, per i rischi che hanno corso, sono loro i personaggi dell’anno”, ha annunciato in un video posto sul sito della rivista il direttore, Nancy Gibbs. E ancora: “Ebola e’ una guerra e un avvertimento. Il sistema sanitario globale non e’ forte abbastanza per mantenerci al sicuro da malattie infettive e ‘noi’ significa ‘tutti’, non solo coloro che si trovano in posti lontani dove questa e’ una minaccia insieme a tante altre. Il resto del mondo puo’ dormire la notte perche’ un gruppo di uomini e donne e’ disposto a resistere e a combattere”. Il personale medico, sottolinea la rivista, è in prima linea nella lotta contro il virus e paga un prezzo particolarmente pesante. L’Ebola si trasmette attraverso il contatto diretto con i fluidi corporei di pazienti che sviluppano sintomi, tra cui febbre e vomito. Il bilancio delle vittime nei tre Paesi maggiormente colpiti, Liberia, Sierra Leone e Guinea, dopo lo scoppio dell’epidemia, è di 6.388 su un totale di 17.942 casi, secondo gli ultimi dati dell’Organizzazione mondiale della Sanità. La scelta di Time e’ stata lodata anche dalla Casa Bianca: “Sono uomini e donne che meritano il riconoscimento internazionale”, ha detto il portavoce, Josh Earnest. Mentre il coordinatore europeo degli aiuti contro Ebola e Commissario per gli aiuti umanitari Christos Stylianides ha detto: “Accolgo con favore il riconoscimento che Time ha dato agli operatori sanitari che lottano contro Ebola: un onore è più che meritato”. La nomina del personaggio dell’anno su Time e’ una tradizione che risale al 1927 e non e’ la prima volta che viene assegnata a un gruppo di persone. Nel 2011, la rivista ha messo in copertina ‘The Protester’, a seguito della primavera araba e delle proteste di ‘Occupy Wall Street’. Lo scorso anno tocco’ a papa Francesco mentre nel 2012, la scelta cadde su Barack Obama, per il suo secondo mandato. Gli operatori sanitari sono stati scelti da una lista di 8 finalisti. Al secondo posto i manifestanti di Ferguson, la cittadina del Missouri che protesta per la morte del 18enne nero Michael Brown. Tra i finalisti, la cantante Taylor Swift, l’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, il commissioner della NFL, Roger Goodell, il fondatore e amministratore delegato di Alibaba, Jack Ma, il presidente russo, Vladimir Putin e il leader dei curdi, Massoud Karzani.

Condividi: