Terzo pareggio amaro per l’Empoli, e il Toro si accontenta

Soccer; Serie A; Empoli-Torino
EMPOLI (FIRENZE). – Altro pareggio, il terzo, altro punticino amaro per l’Empoli. Contro il Torino al ‘Castellani’ gli azzurri avrebbero meritato qualcosa di più, così era accaduto a Napoli e anche contro l’Atalanta sempre in casa. Il Torino, forse stanco per l’Europa League, si è decisamente accontentato cercando di far male solo in contropiede. Ma la difesa azzurra ha fermato Martinez, mentre Quagliarella è stato evanescente. Nel primo tempo più Empoli che Torino anche se le incursioni velocissime di Martinez hanno fatto paura a Sepe che si è dovuto superare un paio di volte. Gli azzurri sono partiti forte con una punizione di Mario Rui al 3′, il sinistro del portoghese vede la difesa del Toro pronta a mettere in corner. Nello stesso minuto Martinez mette in vetrina le sue doti velocistiche, prende sul passo Vecino che è costretto a metterlo a terra per non vederselo scappare sulla sinistra: l’uruguayano in prestito dalla Fiorentina era in diffida e salterà proprio il derby con i viola domenica al ‘Franchi’. Sempre Vecino al 9′ prova il destro dalla distanza, una bordata incredibile che si perde sul fondo, ma sfiorando il sette di Gillet. Sempre Empoli in questo primo quarto d’ora che al 12′ è pericoloso con una punizione di Verdi, splendida parabola a superare la traversa, Gillet si tuffa e toglie la palla dallo specchio mettendo in corner. Un po’ di Torino solo al 22′ con Martinez pericoloso dopo un bel cambio di gioco di El Kaddouri, il venezuelano colpisce di potenza ma il tiro viene ribattuto da Rugani e Tonelli. Ancora Martinez al 34′ che si gira e batte sul primo palo, Sepe chiude la porta e mette in corner. Ancora Gillet bravo al 39′ su Verdi: Bovo perde palla e il trequartista calcia un sinistro angolato che il portiere respinge, Moretti anticipa Tavano pronto per il tap in. Nel finale di tempo ancora Empoli vicino al gol: al 40′ discesa sulla sinistra di Croce, palla arretrata per Vecino che calcia a botta sicura, ancora Moretti con il corpo respinge. Il primo tempo si chiude con una conclusione di Darmian che non fa male, Sepe controlla e vede uscire il pallone. Nella ripresa esce quasi subito Tavano, il tempo, al 6′, di confezionare l’azione gol forse più chiara per i padroni di casa: l’attaccante si gira e batte a rete, ma Gillet dice ancora no. Al 10′ cartellino giallo per Moretti che ferma Verdi al momento di fare l’ingresso in area, il trequartista sarebbe stato solo davanti al portiere. Sarri e Ventura richiamano Tavano e Quagliarella, entrambi deludenti considerando la loro fama. Il finale è caratterizzato da una copiosa pioggia battente e, anche col campo reso pesante, sempre Empoli a condurre. Il Torino ancora una volta si fa pericoloso con Martinez in contropiede, stavolta però preferisce cedere a Bovo che colpisce male e mette alto. A pochi minuti dalla fine Pucciarelli aggancia un lancio di Valdifiori, ne scaturisce un pallonetto su cui il portiere del Torino è bravo a evitare il gol. Durante il recupero secondo giallo per Jansson che viene espulso e si fa male Gazzi, costretto a uscire. Torino che chiude in 9 quindi, ma l’Empoli non riesce a segnare. Amaro in bocca per gli azzurri, buon punto per i granata.

Condividi: