Pakistan: attaccata scuola, 120 morti. E’ strage di bambini

At least 18 killed at Pakistan school under Taliban attack

ROMA. – Le vittime dell’attacco talebano alla scuola pubblica militare di Peshawar sono salite a 120, secondo quanto riferisce la tv “all news” Express News. Secondo la stessa emittente, mentre continua uno scontro a fuoco, pochi minuti fa si sono sentite altre nuove esplosioni all’interno dell’edificio. “Abbiamo scelto con attenzione l’obiettivo da colpire con il nostro attentato. Il governo sta prendendo di mira le nostre famiglie e le nostre donne. Vogliamo che provino lo stesso dolore”. Così il portavoce dei talebani pachistani, Mohammed Umar Khorasani, ha rivendicato l’attentato. Il governatore della provincia di Khyber Pakhtunkhwa, Pervez Khattak, ha decretato tre giorni di lutto nella provincia, annunciando che il premier Nawaz Sharif ha lasciato Islamabad per Peshawar per prendere in mano il coordinamento delle operazioni.

“Quando il mondo di oggi vede, in queste ore, centinaia di bambini in Pakistan che vengono uccisi a scuola, vengono uccisi perché i talebani hanno come obiettivo, la scuola, il sentimento si sintetizza in orrore”, ha poi aggiunto il premier nel corso della replica alla Camera sul prossimo Consiglio Europeo di giovedì.

“Orrore e sdegno per quanto accaduto oggi in Pakistan. L’assalto ad un istituto pieno di bambini che si erano recati a studiare è vile ed inumano. Gli estremismi e i fanatismi dei terroristi, che nulla hanno a che vedere con la religione e l’Islam, vanno combattuti e fermati da parte di tutta la comunità internazionale”. Lo afferma Enzo Amendola, responsabile Esteri del Pd.

Condividi: