Piazza Navona: niente mercatino ma luci e giochi per bimbi

Piazza navona

ROMA. – Si accende con giochi di luce piazza Navona per le festività natalizie. Ad inaugurare il nuovo progetto illuminotecnico curato da Acea sulla Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini è stato nel tardo pomeriggio il sindaco di Roma Ignazio Marino insieme all’assessore alla Roma Produttiva Marta Leonori, la presidente di Acea Catia Tomasetti e l’assessore municipale Jacopo Emiliani Pescetelli. Dopo le proteste degli ambulanti che non hanno accettato il dimezzamento dei banchi (sancito venerdì scorso anche dal Tar), facendo saltare il tradizionale mercatino della Befana, la piazza comincia ad animarsi. E da martedì, ha annunciato il sindaco, ci saranno anche i giochi per i bambini, quelli tradizionali che si facevano una volta a Roma e non solo: il gioco della campana, la corsa con i sacchi, il tiro alla fune. “Abbiamo sempre invidiato questo tipo di illuminazione ad altre città europee – ha commentato questa sera Leonori -. Adesso, oltre alla festa dei bambini abbiamo anche illuminato la piazza in maniera innovativa”. “Questo è uno dei progetti che stiamo realizzando – ha affermato Marino -. Da martedì avremo una serie di impianti, di giochi dedicati soprattutto ai bambini, e alle famiglie. Questo renderà la piazza ancora più viva di quanto sia questa sera, e ancora una volta nella trasparenza, nella legalità. Sono sicuro che questa direzione sarà premiata, ed è la direzione che Roma vuole prendere”. L’idea “è di riprendere i giochi tradizionali che si facevano a Roma da bambini, come il gioco della campana, la corsa con i sacchi, il tiro alla fune – ha spiegato l’assessore Emiliani -. Ci auguriamo che dal 23 al 6 gennaio si possa avere un calendario completo con giochi totalmente gratuito, dalle 11 del mattino alle 18”. Dopo l’accensione del nuovo progetto illuminotecnico, Marino ha fatto un giro per la piazza soffermandosi sulla grande giostra illuminata. Qui una ambulante, che ha “rinunciato al posto per solidarietà” gli ha urlato in maniera polemica: “Ci sono 115 persone senza lavorare. Vi auguro un Natale peggiore del nostro!”. Alcuni cittadini, invece, hanno fermato il primo cittadino per scattare selfie. E da domani in piazza arriverà anche il presepe. “Dopo la vittoria al Tar del Lazio nei confronti degli ambulanti, a Piazza Navona arriva il più bel presepe del mondo, quello di Penna in Teverina, visitabile gratuitamente grazie al Codacons e a una azienda sponsor attenta alla città – annuncia invece l’associazione dei consumatori -. A partire da domani il Presepe sarà presso l’area archeologica dello Stadio di Domiziano proprio al centro della piazza”. (di Paola Lo Mele/ANSA)

Condividi: