Goodbye Balotelli, il Liverpool lo scarica

Manchester United vs Liverpool

ROMA. – Balotelli e il Liverpool sono ai titoli di coda. Si può parlare di occasione mancata per l’attaccante (l’ennesima), di amore mai consumato che la tifoseria ‘Reds’ – fra le più calde e appassionate del mondo – si prepara ad archiviare alla voce ‘tradimento’. Come sempre accolto a braccia aperte ha fatto poco per entrare nel cuore di tecnici, dirigenti e fan di una squadra sulla cui facciata il cartello ‘lavori in corso’ è ancora ben leggibile. L’unico a difenderlo, fino a questo momento, era stato Brendan Rodgers, manager del Liverpool: anche nei momenti meno propizi si era speso per quello che molti indicavano come suo pupillo. Il Natale deve aver portato consiglio anche al manager di Anfield road che, sulle colonne del Guardian, ha innestato la marcia indietro e, di fatto, ha scaricato il giocatore, definendolo “non adatto al nostro gioco”. “Anche lui deve abituarsi alla panchina – ha aggiunto – questo vale per tutti. Se la squadra avrà bisogno di lui, allora lo chiamerò in causa. il suo apporto deve però essere utile e portare dei benefici all’economia del gioco”. Dai primi di novembre a oggi, Balotelli, fra infortuni e squalifiche (spicca sul suo conto una sanzione disciplinare della Fa per razzismo e antisemitismo, dopo un post su Instagram), è sceso in campo una sola volta. Rodgers, del resto, ha motivato le proprie parole con chiari ed espliciti riferimenti tattici, a lui e non solo: “Rendiamo meglio se siamo in grado di giocare un football aggressivo, di fare pressing, lasciando poco spazio agli avversari”. A questo punto, le possibilità che Balotelli resti in Inghilterra dopo il mercato di gennaio sono ridotte al lumicino. E’ assai probabile, invece, un addio, magari per un clamoroso ritorno in Italia. Lo stesso Guardian avvalora l’ipotesi Sampdoria, già lanciata dal vulcanico presidente blucerchiato Ferrero. Resta il fatto che l’affaire Balotelli si sta rivelando un flop anche a livello economico per il Liverpool, che ha acquisito il cartellino del giocatore dopo avere sborsato una ventina di milioni. E dire che ad Anfield road qualcuno ipotizzava che ‘Balo’ potesse rappresentare la valida alternativa a Luis Suarez, partito l’estate scorsa per Barcellona.