Schumacher: un anno fa la tragedia, “ora riconosce i cari”

Pubblicato il 29 dicembre 2014 da redazione

schumi
ROMA. – Un anno fa una caduta banale quanto tragica cambiò per sempre la sua vita. Rimasta appesa a un filo per mesi. Per vedere la luce fuori dal tunnel Michael Schumacher di strada ancora ne deve fare molta, lui che ha divorato chilometri sui circuiti di tutto il mondo, diventando uno dei miti della formula uno: dall’incidente sulle nevi di Meribel il 29 dicembre 2013 Schumi però non ha mai smesso di lottare, e la sua battaglia per la vita ha portato i suoi frutti. Ancora non parla, ha problemi di memoria, ma “riconosce i suoi cari”. Dal bunker in cui la moglie Corinna ha trasformato la residenza in Svizzera dove il campione tedesco è stato trasferito per la lunga riabilitazione, trapelano i piccoli passi fatti dall’ex pilota in questi mesi. Sei mesi fa l’uscita dal coma, a settembre quella dall’ospedale di Grenoble per fare ritorno a casa fare ritorno a casa. “Non ha ancora ritrovato l’uso della parola e comunica con gli occhi. Comincia comunque a riconoscere i suoi cari, sua moglie e i figli, ma ha grossi problemi di memoria” racconta l’ex pilota e amico di Schumacher Philippe Streiff, paraplegico dopo un incidente in gara del 1989. ‘Schumi’ starebbe quindi lentamente recuperando parte delle sue facoltà dopo la caduta sugli sci. “Anche la memoria? In futuro può essere… – ha detto -. In un ospedale, in una stanza in cui lo assistevano degli infermieri che lo conoscevano solo di fama, per lui era difficile ritrovare i ricordi. E’ anche per questo che è stato portato a casa, perché è probabile che in un ambiente familiare possa ritrovare la memoria molto più velocemente”. Ma Streiff riconosce che il sette volte campione del mondo non ha ancora praticamente capacità motorie. “Michael ha iniziato a lavorare su questo – racconta ancora l’amico -. A lungo termine potrebbe essere in grado di sperare in una passeggiata con le stampelle perché il suo midollo spinale non è stato danneggiato. Ma non possiamo dire nulla, né fare piani”. I segni lasciati da quell’incidente “sono molto pesanti”. Streiff dice di essere in contatto con la moglie di Schumi, Corinna, e con il professor Saillant. “Io vivo a Grenoble, proprio accanto al Policlinico Universitario, dove era ricoverato Schumacher – aggiunge – Al momento dell’incidente, quindi ero lì”. Schumi nel suo letto nella casa di Gand ancora non si muove, le capacità motorie “sono molto limitate. Anche il passaggio dal letto alla carrozzina è molto difficile, per tornare a stare seduto io ho impiegato più di un anno. Michael ha iniziato a lavorare su questo, e penso che a lungo termine possa sperare un giorno di fare una passeggiata con le stampelle perché il midollo spinale non è stato danneggiato. Ma tutto dipenderà dalla riabilitazione”. La famiglia e la voglia di battersi ancora farà il resto.

Ultima ora

17:19Calcio: Benevento, Vigorito “in A serve vincere”

(ANSA) - BENEVENTO, 22 AGO - "Se giochi bene e non vinci in Serie A diventa difficile. Vanno bene i complimenti, ma bisogna portare a casa anche i risultati. In questa fine di mercato e con il lavoro di tutto lo staff mi auguro di riuscire a mettere le toppe giuste". Così il patron del Benevento, Oreste Vigorito, ha commentato la sconfitta nell'esordio della sua squadra a Genova contro la Sampdoria, a margine dell'incontro svoltosi al Comune per mettere a punto la convenzione tra l'ente e la società sportiva. Sui rapporti "freddi" con il direttore sportivo Di Somma, Vigorito ha replicato: "Sono solo chiacchiere della stampa".

17:18Calcio: Figc, Tavecchio scrive a Tommasi

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio - sentiti i vicepresidenti Cosimo Sibilia e Renzo Ulivieri e il direttore generale Michele Uva -, ha scritto al presidente dell'Associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi, ribadendo il proprio impegno per sottoporre all'attenzione del prossimo Consiglio Federale le istanze presentate dallo stesso Tommasi nel corso dell'incontro avvenuto venerdì scorso a Coverciano. Nella sua lettera, informa la Figc, Tavecchio auspica che "l'impegno profuso in questi giorni consenta un sereno avvio dei campionati". L'Aic aveva confermato ieri lo stato di agitazione della categoria, auspicando la soluzione di alcune questioni relative in particolare alla serie C - ripescaggi, pagamenti, impiego degli over - per evitare un possibile sciopero all'avvio del campionato.

17:13Incidenti montagna: alpinista italiano morto su Monte Bianco

(ANSA) - AOSTA, 22 AGO - Un alpinista italiano è morto dopo essere precipitato sul versante francese del Monte Bianco. L'uomo - secondo quanto riferito all'ANSA da un portavoce del Peloton de gendarmerie d'haute montagne di Chamonix - stava percorrendo un canalone, il couloir du Gouter, quando, "probabilmente per un errore tecnico", è scivolato ed è caduto dal versante. Con lui c'era un compagno di scalata che è illeso e che, una volta recuperato, potrà aiutare la gendarmeria a ricostruire l'accaduto. L'intervento di soccorso in elicottero è in corso in questi minuti. L'incidente si è verificato durante la fase di discesa lungo la via normale francese alla vetta, che ha un passaggio obbligato nel canalone, noto per i diversi incidenti che si verificano ogni anno a causa di passaggi delicati e della caduta di frane e slavine.(ANSA).

16:57Calcio: Spal, dalla Sampdoria arriva Bonazzoli

(ANSA) - FERRARA, 22 AGO - Nuovo innesto in attacco, dopo l'arrivo di Marco Borriello, per la Spal. Il club estense - spiega una nota - ha acquistato il 20enne Federico Bonazzoli. Il giocatore arriva dalla Sampdoria in prestito annuale con diritto di riscatto. Cresciuto nelle giovanili dell'Inter, Bonazzoli - che indosserà la maglia numero 9 - è passato ai blucerchiati nel 2015, militando poi nella Virtus Lanciano e nell'ultima stagione a Brescia, dove ha collezionato 25 presenze con 2 reti.

16:25Ragazza aggredita e ferita al viso con temperino a Trieste

(ANSA) - TRIESTE, 22 AGO - Aggredita e ferita al viso con un temperino, in maniera non grave (dieci giorni di prognosi), appena scesa da un bus nei pressi della stazione ferroviaria di Trieste. E' successo ieri sera tardi, nel capoluogo giuliano. La vittima è una ragazza di 24 anni, che oggi ha presentato denuncia in Questura. Ad aggredirla - da quanto si è riusciti a sapere - sono stati tre uomini, di nazionalità straniera, uno dei quali l'ha avvicinata per chiederle una sigaretta che lei gli ha dato. I tre sono tuttora ricercati dalla Polizia. L'episodio si è verificato alle 20.30: la ragazza era appena scesa dal bus quando è stata avvicinata da tre uomini, uno dei quali le ha chiesto una sigaretta che lei gli ha consegnato. L'hanno poi seguita e aggredita. Lei è riuscita però a liberarsi e a fuggire rivolgendosi al pronto soccorso dell'ospedale di Cattinara dopo qualche ora.

16:24Moto: Silverstone, Marquez “pista mi piace, voglio il podio”

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "Abbiamo trovato una buona base per la moto e questo è molto positivo. Il mio obiettivo è stare sempre davanti, essere efficace e ottenere il massimo su tutte le piste e in tutte le condizioni. Ci proveremo anche a Silverstone, una pista che mi piace e che sapremo sarà esigente dove i nostri avversari sono molto forti". Queste le parole del leader del mondiale MotoGp, Marc Marquez, in vista della gara di domenica sul circuito britannico. "L'anno scorso abbiamo interpretato un buon gran premio e solo in gara forse ci è mancato qualche cosa. Quest'anno faremo di tutto per raggiungere il podio", ha aggiunto lo spagnolo della Honda in dichiarazioni riportate sul sito ufficiale della MotoGp.

16:24Terremoto Ischia: sindaco a Mattarella,orgoglioso Paese

(ANSA) - ISCHIA, 22 AGO - "Mi sento orgoglioso di essere italiano: l'ho detto al capo dello Stato". Il sindaco di Casamicciola Giovanbattista Castagna riferisce così del colloquio telefonico con il presidente Mattarella. Orgoglioso perchè, spiega, "c'è stata una vera gara di solidarietà con tutte le istituzioni che hanno fatto a pieno ogni sforzo per soccorrere le persone in difficoltà".

Archivio Ultima ora