Accordo Italia-Svizzera su fisco, occhi puntati su rientro capitali

Pubblicato il 15 gennaio 2015 da redazione

RICICLAGGIO: TESORO, RISCHIO MOLTO SIGNIFICATIVO, VALE 12%PIL

ROMA. – Dopo tre anni di negoziati è in dirittura di arrivo l’intesa Italia-Svizzera sul fisco, che prevede lo scambio di informazioni e una ‘road map’ per i futuri negoziati su Campione d’Italia, blacklist e frontalieri (non quest’ultimo particolarmente delicato e lasciato a un futuro accordo che potrebbe essere siglato entro l’estate). L’accordo è stato raggiunto, annuncia il Tesoro, anche se la firma vera e propria arriverà tra qualche settimana, a metà febbraio. Comunque in tempo utile per far scattare gli sconti sulle sanzioni per chi decide di regolarizzare i capitali nascosti nella federazione elvetica attraverso la voluntary disclosure. Accordo con Berna e rientro dei capitali (la finestra si chiude a settembre di quest’anno), si sorreggono a vicenda: da un lato la nuova norma prevede appunto che si considerino provenienti da paesi whitelist i contribuenti che autodenunciano fondi sconosciuti al fisco depositati in Paesi che firmino accordi sullo scambio di informazioni entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della legge (lo scorso 2 gennaio). Dall’altra la previsione della fine del segreto bancario anche nei forzieri svizzeri dovrebbe incentivare i connazionali a sfruttare questa “ultima occasione per mettersi in regola” senza incorrere in sanzioni penali per reati fiscali, senza necessariamente poi dover riportare ‘fisicamente’ i capitali in Italia, come ha spiegato Vieri Ceriani, il consigliere per gli Affari fiscali del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, che ha seguito in prima fila entrambi i dossier. L’intesa con la Svizzera, infatti, “non cade nel vuoto” ma si inserisce nel nuovo contesto “di trasparenza internazionale”: dopo la sigla dell’accordo Ocse sullo scambio automatico di informazioni (la Svizzera si è impegnata politicamente a partire dal 2017) rappresenta “un passo avanti colossale e uno strumento di lotta all’evasione impensabile solo qualche anno fa”, sottolinea l’alto funzionario del Tesoro. In più nell’accordo bilaterale con Berna si prevede lo scambio “su richiesta”, che abbraccia uno spettro più ampio di attività, non solo le informazioni di natura finanziaria. In sostanza l’Agenzia delle Entrate avrà la possibilità di chiedere informazioni su singoli contribuenti sospettati di essere evasori, potere che scatterà a valere dalla firma dell’accordo (quindi già dal 2015), anche se per la ratifica ci vorrà più tempo, un anno e mezzo o due si ipotizza, perché si dovrà passare dal vaglio di entrambi i parlamenti nazionali. Il governo italiano punta molto sul rientro dei capitali: del gettito atteso non si è fatta nessuna stima ufficiale e se Ceriani si limita, con una battuta, a ricordare che “a bilancio c’è un solo euro, ma siamo ragionevolmente sicuri che saranno di più”, le cifre che circolano tra gli addetti ai lavori vanno dai 5 miliardi dell’ultimo scudo Tremonti fino a 6, 6,5 miliardi. In ogni caso, ci tiene a ribadire il Tesoro, non si tratta di un condono, perché le tasse andranno pagate per intero e non è previsto l’anonimato. Certo, potrebbe proprio per questo potrebbe apparire molto meno conveniente dello scudo, visto che ci sarà chi magari per una vecchia eredità si troverà a pagare anche meno del 5% ma per chi ha accumulato risorse in nero da pochi anni potrebbe arrivare a pagare anche fino al 70% del capitale, ma i vantaggi sono considerevoli in termini di depenalizzazione (in particolare chi si autodenuncia non potrà essere perseguito per il nuovo reato di autoriciclaggio). (di Silvia Gasparetto/ANSA)

Ultima ora

14:58Calcio: Wenger, City? ha idee e petrolio

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Le 15 vittorie di fila del Manchester City hanno cancellato uno dei tanti record dell'Arsenal degli 'invincibili' della stagione 2003-2004 e il tecnico di allora, che ancora oggi siede sulla panchina dei Gunners, Arsene Wenger rende merito alla squadra di Guardiola anche se, puntualizza, "Noi a quel tempo avevamo idee, ma non avevamo petrolio e idee, il che li rende ancora più efficienti". In quella stagione 2003-2004, l'Arsenal riuscì a rimanere imbattuta, con 26 vittorie e 12 pareggi, mentre Guardiola ha per il momento 16 vittorie e un pareggio.

14:56Preso Igor, condoglianze premier a Rajoy per agenti uccisi

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Fatto le mie condoglianze a Mariano Rajoy per i due agenti e per il cittadino spagnolo uccisi stanotte nel corso dell'arresto del criminale Igor. Il mio pensiero va alle vittime di Budrio e alle loro famiglie". Lo scrive su twitter il premier Paolo Gentiloni dopo l'arresto in Spagna del killer di Budrio.

14:43Ddl Bolkestein: Lega, per fortuna affossato testo del Pd

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "È stata una lunga battaglia che ci ha visti sempre dalla parte di balneari, ambulanti e di tutte le categorie vessate dall'assurda direttiva Bolkestein. Ieri per fortuna il ddl sui balneari del Pd è stato affossato in commissione e le imprese del settore possono tirare un sospiro di sollievo. La battaglia della Lega continua perché l'obiettivo è quello di cancellare la Bolkestein che impone vincoli inaccettabili. Non vogliamo mettere cappelli sulla vittoria, non è nel nostro stile ma siamo solo molto soddisfatti per il lavoro fatto e soprattutto siamo felici per l'indotto del settore balneare che è al sicuro dalle follie del partito democratico" . Così i senatori della Lega Consiglio Nunziante, Stefano Candiani e Paolo Tosato commentano l'affossamento definitivo del provvedimento con il quale si voleva adottare in Italia la direttiva europea sulle concessioni balneari e per gli ambulanti.

14:36Calcio: Zenga, voglio un Crotone che proponga gioco

(ANSA) - CROTONE, 15 DIC - "Voglio una squadra che proponga gioco e che sappia portare i tifosi della sua parte". Si presenta così alla prima conferenza stampa pregara Walter Zenga, da una settimana alla guida del Crotone. Conferenza mattutina quella di Zenga (che offre la colazione ai giornalisti) nella quale l'allenatore ha spiegato che "è stata una settimana intensa, trascorsa a conoscere l'ambiente, i calciatori, le persone che lavorano per la società e la città. Mi sembra - ha aggiunto - di essere tornato a Catania dove c'è molta familiarità con la società, dove i punti di riferimento a cui rivolgersi sono precisi. Qui c'è un grande senso di appartenenza alla squadra da parte delle persone che lavorano con l'Fc Crotone e dei tifosi. Se uniamo tutte queste componenti possiamo fare un bel lavoro. Io ha precisato Zenga - ci metto la mia passione che voglio trasmettere alla squadra perché coinvolga poi anche il pubblico che deve aiutarci soprattutto nei momenti di difficoltà e non solo quando si gioca bene".

14:32Calcio: Oddo, non sarà l’Inter vista col Pordenone

(ANSA) - UDINE, 15 DIC - "Scordatevi la gara con il Pordenone". Il tecnico dell'Udinese Massimo Oddo, che domani andrà a fare visita all'Inter, non vuole fare paragoni con l'impresa sfiorata in settimana in Coppa Italia dai 'ramarri'. "Il Pordenone ha fatto una partita eccezionale. Complimenti a Leo Colucci. Ma quella - rimarca - è un'altra situazione. Sarà un'altra gara. E' un'altra squadra, un'altra impostazione, un altro approccio alla gara. Domani sarà difficile, affrontiamo la prima della classe. Andiamo a Milano con gran rispetto, consapevoli di affrontare una delle squadre più in forma del campionato. Ma ci sono sempre tre punti in palio". Oddo avrà a disposizione Lasagna, Perica e Behrami. "Tutti convocati e disponibili, anche se Behrami non ha ancora i 90' nelle gambe", precisa il tecnico che dovrà rinunciare a Samir e Angella.

14:32Maltempo: circolazione treni ferma alle porte di Sassari

(ANSA) - CAGLIARI, 15 DIC - Circolazione dei treni ferma nel Nord Sardegna a causa del maltempo, che sta colpendo l'Isola con abbondanti piogge e forte vento. Dalle 12:20 è bloccata la linea ferrata tra Sassari e Scala di Giocca, alle porte del capoluogo turritano. I convogli, infatti, non possono transitare a causa dell'allagamento di un tratto di quattro chilometri: attualmente non ci sono treni fermi sulla linea, ma solo un convoglio che è rimasto nella stazione di Sassari. Trenitalia sta verificando la possibilità di prevedere autobus sostitutivi per i passeggeri rimasti nelle stazioni. (ANSA).

14:29Di Maio, Boschi è un conflitto di interesse vivente

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Il fatto che Boschi, che era ed è parte potente del governo, si fosse premurata in quegli anni di andare da Unicredit o da Consob per occuparsi della banca del padre è deplorevole ed è conflitto di interesse". Lo ha detto Luigi Di Maio a Radio anch'io, su RadioRai1. "E' come sparare sulla Croce Rossa - ha aggiunto - non è un ministro ma un conflitto di interesse vivente".

Archivio Ultima ora