Pakistan: esplode la rabbia degli islamici contro le vignette di Charlie Hebdo

Pubblicato il 16 gennaio 2015 da redazione

Terrorismo: cristiani Pakistan,noi contro vilipendio Islam

ISLAMABAD. – Esplode la rabbia degli islamici contro le vignette blasfeme di Charlie Hebdo in Pakistan, dove centinaia di dimostranti inferociti sono scesi in strada scontrandosi con la polizia e dove un fotografo dell’Afp è rimasto gravemente ferito. Momenti di massima tensione si sono registrati nella megalopoli di Karachi quando un corteo di studenti del partito islamico della Jamaat-e-Islami (Ji) ha marciato contro il consolato della Francia. Il fotografo dell’agenzia francese, che si chiama Asif Hasan, è stato colpito nei tafferugli scoppiati nei pressi del monumento di Teen Talwar (Tre spade), raggiunto da un colpo di arma da fuoco al petto durante disordini con la polizia. In un primo momento lo si credeva morto, ma poco dopo è giunta la notizia che era stato sottoposto a un intervento chirurgico e che si era miracolosamente salvato in quanto il proiettile non aveva danneggiato i polmoni. Fonti sanitarie del Jinnah Hospital, dove è ricoverato, hanno detto che è fuori pericolo. Non è chiaro chi sia stato a sparare contro il fotografo. Gli studenti islamici e la polizia si accusano a vicenda. “Era a fianco degli agenti – ha detto il commissario di Karachi, Abdul Khaliq – quando è stato raggiunto da un proiettile sparato dalla direzione opposta alla polizia”. Ma un leader della Ji ha detto che è stata la polizia a ferire il reporter e anche altri studenti sparando proiettili veri e non di gomma. Durante la violenta protesta, organizzata dalla Islami Jamiat Tubla (Ijt), l’ala studentesca della Jamaat-e-Islami, i manifestanti hanno urlato slogan contro le vignette e chiesto di mettere al bando il settimanale francese. Hanno poi danneggiato diverse vetrine e veicoli in sosta. Il ‘Black Day’, iniziato dopo la preghiera di mezzogiorno, è stato osservato anche in altre città pachistane dai partiti islamici e gruppi religiosi radicali infuriati per l’ultimo numero di Charlie Hebdo. In un comizio a Lahore, il leader della Jamaat Islami, Sirajul Haq, ha minacciato “lo scoppio di una nuova Guerra Mondiale” se le vignette continueranno a essere pubblicate in Europa. Ha poi chiesto al premier Nawaz Sharif di convocare una riunione d’urgenza dell’Organizzazione per la Conferenza Islamica (Oic) per discutere dell’emergenza creatasi dopo il massacro di Parigi. A questo proposito, sempre oggi, anche il Senato pachistano ha adottato una risoluzione di condanna delle vignette di Maometto pubblicate da Charlie Hebdo, seguendo la decisione già presa giovedì dalla Camera. La risoluzione, che sarà consegnata alla rappresentanza diplomatica dell’Ue a Islamabad, denuncia le “calunnie” e gli “insulti” contro l’Islam e cita la dichiarazione di Papa Francesco, secondo il quale “ci sono limiti alla libertà di espressione”. (Maria Grazia Coggiola e Tahir Ali/Anasa)

Ultima ora

21:28Calcio: Torino-Napoli 1-3, azzurri tornano in vetta

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Napoli sbanca l'Olimpico di Torino battendo 3-1 i granata e si riprende il primato in classifica ai danni dell'Inter, battuta in casa dall'Udinese in un altro anticipo della 17/a giornata. Una festa per gli azzurri di Sarri - reduci dalla sconfitta con la Juve, dall'eliminazione dalla Champions e dal pari con la Fiorentina - ed anche per Marek Hamsik, che realizzando la rete del 3-0 ha raggiunto il record di segnature in azzurro, 115 gol, che apparteneva finora a Diego Armando Maradona. Il Toro è stato subito messo in ginocchio da una rete di Koulibaly al 4' e ha continuato a subire la pressione del Napoli, in gol ancora al 25' con Zielinski e al 30' con lo slovacco. Nel secondo tempo, Belotti ha accorciato le distanze al 19' e i granata si sono fatti più attivi e a volte pericolosi, ma non sono più riusciti a battere Reina.

21:24Calcio:1-0 al Gremio, Real Madrid vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Real Madrid ha vinto il Mondiale per club battendo 1-0 (0-0) i brasiliani del Gremio nella finalissima giocata questa sera ad Abu Dhabi. Decisivo il gol di Cristiano Ronaldo su punizione all'8' della ripresa.

21:19Usa: Trump, con taglio tasse crescita fino al 6%

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Donald Trump ha difeso oggi il testo della riforma fiscale concordata dai repubblicani respingendo le critiche che avvantaggerà più i ricchi che la middle class. La previsione del presidente è che l'economia Usa comincerà a volare dopo l'approvazione della legge, crescendo dall'attuale 3% al "4%, 5% e forse anche 6% alla fine".

21:11Leader estrema destra a Praga,no all’Ue in Europa del futuro

(ANSA) - PRAGA, 16 DIC - I leader dei partiti populisti dell'estrema destra europea, uniti oggi a Praga per discutere del futuro dell'Europa si sono impegnati a lavorare insieme per creare un nuovo modello di cooperazione continentale distante dal modello dell'Unione europea. Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza Marine Le Pen, alla guida del Front National francese, ha definito l'Ue "una organizzazione disastrosa" che "sta uccidendo l'Europa". Geert Wilders, fondatore del partito anti-Islam olandese per la Libertà, ha proposto che l'Europa segua l'esempio del presidente Usa Donald Trump che ha imposto un bando sull'immigrazione da alcuni Paesi a maggioranza musulmana.

21:11Inaugurato primo Gufo Bar nel Bresciano, titolari minacciati

(ANSA) - BRESCIA, 16 DIC - E' stato inaugurato a Palazzolo sull'Oglio, nel Bresciano, il primo Gufo Bar in Italia, locale che espone gufi vivi. Dopo che i proprietari avevano ricevuto minacce, anche di morte, da gruppi di animalisti, all'apertura, avvenuta nel pomeriggio, non si sono registrate tensioni nonostante la presenza di un corteo animalista composto da una ventina di persone. Alla prima mancavano però proprio i gufi. "Abbiamo temuto tensioni e quindi la scelta è stata quella di non esporre gli animali" hanno detto i titolari del bar di Palazzolo sull'Oglio. "Non rinunciamo al nostro progetto, ma vogliamo comunque verificare bene cosa dica la legge sulla presenza di animali nei locali. I nostri gufi - hanno aggiunto - sono nati, cresciuti in cattività e regolarmente registrati. Agli animalisti che minacciano di entrare nel locale per liberare i gufi diciamo che, se liberati, gli animali morirebbero".

21:10Pd: Renzi al lavoro su liste, i migliori nei collegi

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Matteo Renzi ha avviato, a quanto si apprende, il lavoro per definire le candidature con un giro di contatti e telefonate anche con Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia elettorale è di mettere i candidati più forti alla guida dei collegi, ad esempio Renzi a Firenze centro; il premier Paolo Gentiloni a Roma 1; Dario Franceschini a Ferrara e proporzionale in Basilicata; Andrea Orlando a La Spezia, prevedendo anche la candidatura nel proporzionale; Marco Minniti nel collegio a Reggio Calabria e nel proporzionale in Veneto. Per Orlando probabile collegio a La Spezia e proporzionale in Calabria. Per Del Rio collegio di Reggio Emilia o Bolzano e proporzionale in Sardegna. La strategia, spiegano fonti del Nazareno, è mettere in campo nei collegi i candidati migliori e radicalizzare lo scontro con il M5S come dimostrano le polemiche di questi giorni su 80 euro, Europa e pensioni.

20:36Scuola: ‘bottone rosso’e Carta diritti, novità alternanza

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Un "bottone rosso" (digitale) che gli studenti in alternanza scuola-lavoro potranno usare per segnalare eventuali criticità. Una Carta dei diritti e dei doveri per chi è impegnato in questa attività didattica "innovativa". E ancora, un osservatorio istituito al Ministero dell'istruzione con il compito di produrre ogni anno - il primo sarà a giugno 2018 - un report su quanto fatto. Si rafforza con gli Stati generali, oggi al Miur, e con l'introduzione di questi nuovi strumenti, l'alternanza scuola-lavoro che la legge 107 ha reso obbligatoria per gli studenti del triennio delle superiori. L'obiettivo, ha ribadito la ministra Valeria Fedeli, è offrire ai ragazzi, con il contributo di tutte le parti, "le garanzie per un sistema con più qualità, trasparenza e responsabilità". Un sistema che, secondo il sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ancora luci e ombre, ma che mira a far crescere e formare la persona. A puntare il dito sulle ombre sono stati l'Unione degli studenti e il Fronte della gioventù comunista.

Archivio Ultima ora