Coppa Italia: si sblocca Gomez e la Fiorentina va ai quarti

Soccer: Italy Cup Eighth Finals; Fiorentina- Atalanta

FIRENZE. – La Fiorentina elimina l’Atalanta (3-1) e si qualifica ai quarti di Coppa Italia grazie ai gol ritrovati di Mario Gomez. Finalmente, hanno sospirato i tifosi viola. Ma anche lo stesso attaccante tedesco, autore di una doppietta al debutto assoluto in questa competizione (l’anno scorso la saltò per gli infortuni alle ginocchia) che gli ha permesso di interrompere un lungo digiuno: l’unico gol in questa stagione l’ex Bayern l’aveva segnato a novembre a Cagliari, il primo e unico prima di stasera al Franchi addirittura dieci mesi fa, il 16 marzo 2014, contro il Chievo. Non solo: Gomez ha anche conquistato il rigore, realizzato da Cuadrado, che ha spianato la strada ai viola verso la qualificazione. Un rigore molto dubbio e contestato, come quello che ha macchiato ieri Roma-Empoli di Coppa Italia, che ha mandato su tutte le furie l’Atalanta e il suo allenatore, espulso di lì a poco per proteste. Il risveglio di Mario Gomez, peraltro alla vigilia dell’arrivo a Firenze della Cancelliera Angela Merkel, ha dunque contrassegnato questa sfida: il tedesco ha sbloccato dopo appena 6′ con un tiro dalla distanza deviato da Bellini e festeggiato con un urlo liberatorio, quattro minuti dopo ha ottenuto il rigore per un contatto con Stendardo punito ingiustamente da Valeri (dal dischetto Cuadrado ha segnato con freddezza dimostrando di non essere distratto dalle voci di mercato che lo riguardano di nuovo, quelle di un interesse del Chelsea), infine prima della mezz’ora l’ex bomber del Bayern ha messo il sigillo definitivo sul match spedendo in rete, sul filo del fuorigioco, un preciso assist di Badelj. Partita praticamente chiusa, con l’Atalanta che ha avuto però un sussulto d’orgoglio riuscendo a trovare il gol della bandiera poco prima dell’intervallo con Rolando Bianchi sui assist di A.Gomez. Un’Atalanta che Colantuono ha schierato rivoluzionandola per 10/11 rispetto a quella che domenica scorsa ha sbancato San Siro contro il Milan. La ripresa è stata contrassegnata dalla girandola di cambi (i due allenatori hanno pensato alla prossima gara, Montella ospiterà la Roma che ritroverà il 3 febbraio ai quarti di Coppa Italia), dal debutto in viola di Diamanti negli ultimi 15′, l’espulsione di Alonso nel finale per doppia ammonizione e dal fatto che le due squadre si sono dovute affrontare in 9 (i viola) contro dieci (i bergamaschi) anche per via degli infortuni subiti da Dramè (spalla) e Badelj (trauma al ginocchio sinistro) entrambi usciti in barella.

Condividi: