La Roma soffre di pareggite, a Firenze la salva Ljajic

Pubblicato il 25 gennaio 2015 da redazione

Italy Soccer Serie A
FIRENZE. – Il settimo gol in campionato di Adem Ljajic, ex di turno, non è servito alla Roma per espugnare Firenze e restare in scia alla Juve. Anzi i punti di distacco dai bianconeri sono diventati ben sette e parlare di fuga da parte della squadra di Allegri non è campato in aria. Anche perché i giallorossi sembrano ormai malati di pareggite: con l’1-1 ottenuto questa sera al Franchi, peraltro in rimonta visto che la Fiorentina ha chiuso il primo tempo in vantaggio grazie al gol del ritrovato Mario Gomez, sono ben quattro i pareggi (tre di fila) nelle ultime cinque partite. Un ruolino che classifica alla mano rischia fortemente di compromettere il sogno-scudetto. Non bastasse, nel corso della gara si è fatto male Strootman al ginocchio operato l’anno scorso e nei minuti di recupero si è infortunato anche De Rossi. Quanto a Montella, ha cullato il sogno dell’impresa dopo un bel primo tempo della sua squadra e può consolarsi con il primo punto conquistato sui giallorossi dopo 6 ko di fila, la conferma di Gomez e quel terzo posto che in attesa di Napoli-Genoa resta a tre punti. La Fiorentina è passata al 19′ del primo tempo con uno dei suoi giocatori più attesi, Mario Gomez: rivitalizzato dalla doppietta segnata all’Atalanta in Coppa Italia, spezzando un digiuno che durava da mesi, l’attaccante tedesco ben appostato davanti a De Sanctis, tenuto in gioco da un difensore giallorosso, ha messo il piede giusto nel momento giusto. I viola avevano già sfiorato il gol poco prima con un’inzuccata di Gonzalo Rodríguez respinta sulla linea da De Rossi. Mentre la Roma agiva solo a fiammate, senza grande ordine e lucidità, lasciando spesso l’iniziativa agli avversari. Il vantaggio dava ulteriore carica ad una buona Fiorentina che andava vicina al raddoppio con Basanta. I giallorossi apparivano in difficoltà, nervosi e incapaci di reagire fino al colpo di testa al 31′ di Nainggolan (rientrato dopo la squalifica, così come De Rossi) su cui Tatarusanu faceva una super parata, prima e unica nei primi 45′. L’infortunio Strootman costringeva la Roma a giocare in 10 per qualche minuto, fino all’ingresso di Pjanic, La Fiorentina chiudeva il tempo in attacco ma Tomovic e Mati Fernandez sprecavano il bis. Errori costati caro visto che la squadra di Garcia affrontava la ripresa con ben altro piglio riuscendo a pareggiare subito con Ljajic (assist di Iturbe) che da buon ex non esultava. Era il momento migliore dei giallorossi, la Fiorentina appariva in affanno e lo scatenato Iturbe andava vicino al raddoppio. Ma come la Roma rifiatava tornavano a farsi sotto i viola e i continui capovolgimenti rendevano la sfida, non ben diretta da Banti, intensa e in bilico fino alla fine. Iturbe teneva in costante ansia gli avversari, Pasqual sprecava malamente un ghiotto contropiede. Intorno alla mezz’ora Montella inseriva Babacar per un Gomez ancora in partita (il tedesco non è sembrato gradire il cambio), Garcia rispondeva richiamando Totti (così così il capitano nel primo tempo, come tutta la Roma, più ispirato nella ripresa) e schierando Destro. Finale col brivido: Ljajic lambiva la traversa, De Sanctis deviava in angolo su Tomovic. Finiva 1-1, giusto così ma quanti rimpianti.

Ultima ora

18:32Calcio: Barzagli, rinnoverò presto con la Juve

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "Il rinnovo? Stiamo discutendo con la società, non ho firmato ma non c'è ansia: vedremo nelle prossime settimane o mesi". Andrea Barzagli conferma a Sky l'intenzione di proseguire con la Juventus, ma chiude la porta al ritorno in Nazionale. "Ho fatto il mio tempo, è giusto - dice il difensore bianconero - Peccato aver lasciare nel modo peggiore. Penso sia giusto ripartire con una Nazionale più giovane, abbiamo tempo per farla crescere. Speriamo sia rivoluzione, ma sensata. Nella rinascita della Juventus "ci ha messo molto del suo Allegri prosegue Barzagli - La cosa più importante è aver ricominciato a far fatica quello che alla fine ti fa vincere le partite e i campionati. Dybala è molto bravo a capire gli altri, quindi ha preso positivamente le parole di Nedved e Buffon: speriamo - conclude il difensore della Juventus - scatti qualcosa e lo faccia tornare quello di sempre".

18:22Mondiali: Rajoy, Spagna andrà in Russia e vincerà

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - La Spagna giocherà la Coppa del Mondo in Russia. "Non vedo altri scenari - ha detto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commentando le voci che potrebbero vedere escluse le Furie Rosse per ingerenze del Governo iberico sulle elezioni del presidente federale - sono assolutamente convinto che la Spagna andrà ai Mondiali in Russia e, inoltre, che vincerà", ha spiegato il premier aggiungendo di aver saputo che "il ministro dello Sport, Inigo Mendez de Vigo, non ha ricevuto alcun avviso dalla Fifa, solo una lettera di alcuni dirigenti della Federcalcio mondiale che chiedono di essere ascoltati", ha aggiunto Rajoy.

18:21Corea Nord: Tillerson, ‘inazione inaccettabile’

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - La Corea del Nord continua a rappresentare la piu' grande minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti e del mondo. Lo ha detto il segretario di Stato americano Rex Tillerson: "L'inazione e' inaccettabile", ha detto Tillerson in Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

18:13Natale: paese-palcoscenico per Natività a Casole d’Elsa

(ANSA) - CASOLE D'ELSA (SIENA), 15 DIC - Un piccolo comune trasformato in un palcoscenico per una rappresentazione della Natività open air che coinvolgerà il paese: 350 le persone impegnate tra attori e comparse - altre 60 saranno invece 'dietro' le quinte' - e 100 gli animali impiegati tra cui cammelli, asini, pecore, galline. E' 'Praesepium', natività in forma di spettacolo, che andrà in scena, dalle 15 alle 19, del 26 e 30 dicembre e dell'1, 6 e 7 gennaio a Casole d'Elsa, nel Senese, che già dal 1998 ospitava, con cadenza biennale, un presepe vivente: 12mila i visitatori nel 2015. Promosso dall'Associazione 'CasoleEventi', la rappresentazione teatrale all'aria aperta si svolgerà per le vie del centro storico di Casole: su una superficie di 30.000 metri quadrati si svolgeranno in contemporanea 30 scene, da quelle classiche della Natività a quelle di un villaggio dell'epoca. Ci sarà cibo cucinato sul momento, compreso il pane e frutta fresca ad arricchire i banchetti. Sarà anche realizzata una 'via dei profumi'", con incensi, candele ed erbe aromatiche. Il pubblico attraverserà la rappresentazione senza dover interagire.(ANSA).

18:12Maltempo: forte mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 15 DIC - Sono di nuovo sospesi da oggi pomeriggio i collegamenti marittimi con l'isola di Capri colpita da una forte mareggiata. Il maltempo ha portato all'interruzione totale dei collegamenti di linea con la terraferma. Questa mattina le prime interruzioni, poi nel pomeriggio il peggioramento delle condizioni meteomarine ha portato alla soppressione totale delle corse di traghetti e aliscafi.

18:08Calcio: Spalletti, Pordenone non è stato sottovalutato

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 15 DIC - "Facendo giocare tutto un reparto nuovo non li ho agevolati. La differenza l'ha fatta la mia scelta. Non è vero che i calciatori non si sono impegnati o che abbiano preso sottogamba la partita contro il Pordenone": lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti sulla partita di Coppa Italia di martedì scorso contro il Pordenone, alla vigilia di quella di campionato con l'Udinese. "Se metto Karamoh - che era dispiaciutissimo per le occasioni che non ha concretizzato - per 30 minuti in una squadra che per 8/11 è sempre la stessa, vi farà vedere le sue qualità, così come Cancelo". Spalletti spiega anche motiva la squadra nerazzurra prima delle partite: "Io riporto spesso un esempio prima delle partite: vengo dalla campagna vera, dalla natura, so quale è il comportamento di un predatore con la sua preda: non valuta mai la stazza della sua vittima, ci mette sempre la stessa forza".

17:42Etruria:Di Battista,Boschi da due anni prende per culo gente

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Banalizzare le proprie immense responsabilità politiche chiudendosi nel guscio del sessismo lo considero volgare e stucchevole. Oltretutto, questo atteggiamento rafforza le discriminazioni già presenti nel nostro Paese. Se un domani rinunciassi ad attaccare politicamente un Ministro solo perché donna mi macchierei io stesso di un atto discriminatorio. Noi attacchiamo con forza la Boschi non in quanto donna (difesa ridicola) ma in quanto Maria Elena Boschi, un politico che da due anni prende per il culo gli italiani, tutti gli italiani: uomini e donne!". Lo scrive su facebook Alessandro di Battista, deputato M5s

Archivio Ultima ora