Tsipras, con l’Ue siamo sulla strada giusta. Il gelo della Merkel

Pubblicato il 04 febbraio 2015 da redazione

Italian Premier Matteo Renzi meets Greek Prime Minister Alexis Tsipras

BRUXELLES. – La Grecia cerca comprensione in Europa. Ed anche se per ora al suo fianco sembra avere solo i leader socialdemocratici e la Bce attende decisioni comuni prima di aprire la borsa, Alexis Tsipras si dice “molto ottimista”. Con la Ue “non abbiamo ancora l’accordo ma stiamo andando nella giusta direzione”, dice dopo la visita a Commissione, Consiglio e Parlamento europei. La Germania però non molla: il taglio del debito è fuori discussione e la posizione sulla troika non cambia, avvertono da Berlino, in attesa che il vero negoziato parta in un Eurogruppo straordinario che dovrebbe riunirsi mercoledì prossimo, alla vigilia del vertice dei leader. Sarà in quella sede che il governo greco dovrà confrontarsi “velocemente e in maniera costruttiva” con i 18 partner dell’Eurozona, come indicato oggi da Mario Draghi direttamente al ministro delle Finanze Yanis Varoufakis, che lascia l’Eurotower dicendosi “incoraggiato”. Intanto Alexis Tsipras nel suo tour europeo, dopo l’incontro di ieri con Renzi, oggi a Bruxelles ha incassato la plateale cordialità di Jean Claude Juncker, che lo ha abbracciato e preso per mano guidandolo ai piani alti della Commissione. Ma nel palazzo del Consiglio europeo ha trovato invece il gelo di Donald Tusk. Il conservatore polacco voluto da Merkel ha impiegato due ore per varare una nota in cui qualifica il colloquio come “franco e aperto” (ovvero, dura discussione, in gergo diplomatico) e avverte che “il negoziato sarà difficile”. Al Parlamento europeo, infine, Tsipras ha trovato il sostegno di Martin Schulz. “Un compromesso si deve trovare sulla base del programma di governo”, ha commentato, sottolineando che Tsipras “cerca la cooperazione europea, non l’uscita della Grecia” dall’euro. A Parigi anche Francois Hollande lo ha incoraggiato, sostenendo che Grecia e Francia hanno “gli stessi obiettivi per l’Europa, che sia più solidale, più politica e più rivolta alla crescita”. Dalla Germania invece sono arrivate folate di gelo, appena stemperate da un riconoscimento del ministro delle Finanze Wolfgang Scheuble: “I progressi fatti dalla Grecia sono andati oltre le aspettative”. Ma un documento che Berlino metterà sul tavolo dell’Eurogruppo riecheggia quanto confidato ieri dal capogruppo del Ppe (e ‘alter ego’ di Angela Merkel), Manfred Weber: Alexis Tsipras deve rinunciare alle sue promesse elettorali. E cancellare tanto l’aumento del salario minimo quanto il blocco delle privatizzazioni, che per Berlino sono già una violazione flagrante degli accordi. In prima persona la cancelliera, che sostiene di avere posizioni comuni “nella sostanza” con Renzi e Hollande, oggi si è limitata a sottolineare che “da anni” la Germania lavora perché Atene resti nell’eurozona. Poi si è detta “lieta” per i primi incontri, ma ha ricordato che la Grecia è “sottoposta ad un programma”, che esso “è stato prolungato fino a febbraio” e che “è ora che la Grecia dica quali sono le proposte concrete”. Di misure Tsipras ne ha cominciato a parlare a Bruxelles, definendole “realiste”. I dirigenti europei tacciono sui dettagli, ma fonti governative di Atene hanno riferito che a Juncker il premier ha prospettato “un accordo transitorio” per arrivare fino a giugno e preparare “assieme alla Ue” un piano quadriennale (2015-2018) di “riforme radicali”, che includa la lotta alla corruzione e all’evasione fiscale. Aspetti sottolineati da Schulz: “E’ ora che chi ha portato i soldi all’estero contribuisca” a pagare il conto. Varoufakis, prima dell’incontro con Draghi a Francoforte e con Schaeuble a Berlino, ha riconosciuto con la stampa tedesca che “i tedeschi hanno già pagato molto”, ma ha aggiunto che “pagheranno molto di più se non si risolve il problema del debito”. Tsipras invece è tornato ad usare tonti rassicuranti. Vogliamo un accordo “accettabile per tutti”, ha affermato, sottolineando che l’obiettivo è “correggere le regole, non smantellarle”. “Il nostro obiettivo – ha ribadito – è che siano rispettate la sovranità ed il mandato che abbiamo ricevuto, ma allo stesso tempo noi rispetteremo le regole”. E dopo il faccia a faccia con Hollande a Parigi ha ritrovato la verve: la Grecia “non è un pericolo per l’Europa”, la Ue è una “casa comune” in cui “dobbiamo tutti rispettare le regole” ma “su una base di uguaglianza”, perché “non ci sono dei padroni”. Un accordo quindi lo si troverà perché, è convinto Tsipras, “so molto bene che la storia della Ue è fatta di disaccordi e, alla fine, di compromessi e accordi”.  (di Marco Galdi) (ANSA)

Ultima ora

18:32Calcio: Barzagli, rinnoverò presto con la Juve

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "Il rinnovo? Stiamo discutendo con la società, non ho firmato ma non c'è ansia: vedremo nelle prossime settimane o mesi". Andrea Barzagli conferma a Sky l'intenzione di proseguire con la Juventus, ma chiude la porta al ritorno in Nazionale. "Ho fatto il mio tempo, è giusto - dice il difensore bianconero - Peccato aver lasciare nel modo peggiore. Penso sia giusto ripartire con una Nazionale più giovane, abbiamo tempo per farla crescere. Speriamo sia rivoluzione, ma sensata. Nella rinascita della Juventus "ci ha messo molto del suo Allegri prosegue Barzagli - La cosa più importante è aver ricominciato a far fatica quello che alla fine ti fa vincere le partite e i campionati. Dybala è molto bravo a capire gli altri, quindi ha preso positivamente le parole di Nedved e Buffon: speriamo - conclude il difensore della Juventus - scatti qualcosa e lo faccia tornare quello di sempre".

18:22Mondiali: Rajoy, Spagna andrà in Russia e vincerà

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - La Spagna giocherà la Coppa del Mondo in Russia. "Non vedo altri scenari - ha detto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commentando le voci che potrebbero vedere escluse le Furie Rosse per ingerenze del Governo iberico sulle elezioni del presidente federale - sono assolutamente convinto che la Spagna andrà ai Mondiali in Russia e, inoltre, che vincerà", ha spiegato il premier aggiungendo di aver saputo che "il ministro dello Sport, Inigo Mendez de Vigo, non ha ricevuto alcun avviso dalla Fifa, solo una lettera di alcuni dirigenti della Federcalcio mondiale che chiedono di essere ascoltati", ha aggiunto Rajoy.

18:21Corea Nord: Tillerson, ‘inazione inaccettabile’

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - La Corea del Nord continua a rappresentare la piu' grande minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti e del mondo. Lo ha detto il segretario di Stato americano Rex Tillerson: "L'inazione e' inaccettabile", ha detto Tillerson in Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

18:13Natale: paese-palcoscenico per Natività a Casole d’Elsa

(ANSA) - CASOLE D'ELSA (SIENA), 15 DIC - Un piccolo comune trasformato in un palcoscenico per una rappresentazione della Natività open air che coinvolgerà il paese: 350 le persone impegnate tra attori e comparse - altre 60 saranno invece 'dietro' le quinte' - e 100 gli animali impiegati tra cui cammelli, asini, pecore, galline. E' 'Praesepium', natività in forma di spettacolo, che andrà in scena, dalle 15 alle 19, del 26 e 30 dicembre e dell'1, 6 e 7 gennaio a Casole d'Elsa, nel Senese, che già dal 1998 ospitava, con cadenza biennale, un presepe vivente: 12mila i visitatori nel 2015. Promosso dall'Associazione 'CasoleEventi', la rappresentazione teatrale all'aria aperta si svolgerà per le vie del centro storico di Casole: su una superficie di 30.000 metri quadrati si svolgeranno in contemporanea 30 scene, da quelle classiche della Natività a quelle di un villaggio dell'epoca. Ci sarà cibo cucinato sul momento, compreso il pane e frutta fresca ad arricchire i banchetti. Sarà anche realizzata una 'via dei profumi'", con incensi, candele ed erbe aromatiche. Il pubblico attraverserà la rappresentazione senza dover interagire.(ANSA).

18:12Maltempo: forte mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 15 DIC - Sono di nuovo sospesi da oggi pomeriggio i collegamenti marittimi con l'isola di Capri colpita da una forte mareggiata. Il maltempo ha portato all'interruzione totale dei collegamenti di linea con la terraferma. Questa mattina le prime interruzioni, poi nel pomeriggio il peggioramento delle condizioni meteomarine ha portato alla soppressione totale delle corse di traghetti e aliscafi.

18:08Calcio: Spalletti, Pordenone non è stato sottovalutato

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 15 DIC - "Facendo giocare tutto un reparto nuovo non li ho agevolati. La differenza l'ha fatta la mia scelta. Non è vero che i calciatori non si sono impegnati o che abbiano preso sottogamba la partita contro il Pordenone": lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti sulla partita di Coppa Italia di martedì scorso contro il Pordenone, alla vigilia di quella di campionato con l'Udinese. "Se metto Karamoh - che era dispiaciutissimo per le occasioni che non ha concretizzato - per 30 minuti in una squadra che per 8/11 è sempre la stessa, vi farà vedere le sue qualità, così come Cancelo". Spalletti spiega anche motiva la squadra nerazzurra prima delle partite: "Io riporto spesso un esempio prima delle partite: vengo dalla campagna vera, dalla natura, so quale è il comportamento di un predatore con la sua preda: non valuta mai la stazza della sua vittima, ci mette sempre la stessa forza".

17:42Etruria:Di Battista,Boschi da due anni prende per culo gente

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Banalizzare le proprie immense responsabilità politiche chiudendosi nel guscio del sessismo lo considero volgare e stucchevole. Oltretutto, questo atteggiamento rafforza le discriminazioni già presenti nel nostro Paese. Se un domani rinunciassi ad attaccare politicamente un Ministro solo perché donna mi macchierei io stesso di un atto discriminatorio. Noi attacchiamo con forza la Boschi non in quanto donna (difesa ridicola) ma in quanto Maria Elena Boschi, un politico che da due anni prende per il culo gli italiani, tutti gli italiani: uomini e donne!". Lo scrive su facebook Alessandro di Battista, deputato M5s

Archivio Ultima ora