Inter: Icardi stende il Palermo, ma fa l’offeso

Pubblicato il 08 febbraio 2015 da redazione

Soccer: Serie A; Inter-Palermo
MILANO. – L’Inter ritrova se stessa e la vittoria: i nerazzurri battono il Palermo 3-0 nel derby del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, tifoso nerazzurro e simpatizzante del Palermo, squadra della sua città. La squadra di Mancini si riscatta grazie a una doppietta di Icardi (che non esulta) e a un gol di Guarin. Un’affermazione che serve ad allontanare la preoccupazione e l’ansia, tranquilizza un gruppo sull’orlo di una crisi di nervi e muove una malinconica classifica. I nerazzurri vanno a 29 punti, insieme a Milan, Genoa e Sassuolo. L’Europa League e’ distante cinque lunghezze. Mancini aveva chiesto ai tifosi di avere fiducia in lui ma l’accoglienza e’ fredda: la partita contro i rosanero e’ importantissima. Ancora una volta l’allenatore nerazzurro e’ costretto a cambiare per trovare una difficile soluzione al rebus piu’ complesso. Cosi’ lascia fuori Kovacic e Podolski e scommette sul tridente Shaqiri, Palacio e Icardi. Ranocchia scende in campo sereno e sembra aver dimenticato l’errore grave che ha provocato la sconfitta a tempo scaduto contro il Napoli in Coppa Italia. E il faccia a faccia con Icardi e Guarin al termine della partita contro il Sassuolo sembra dimenticato almeno dai tifosi. Ma per cancellare errori e polemiche, bisogna vincere. I nerazzurri lo sanno e affrontano il Palermo dei prodigi con determinazione e umilta’. Il primo tempo e’ intenso, l’Inter prende in mano la partita, lascia pochi spazi, imbriglia bene Dybala e Vazquez. Sembra un’altra squadra, aggressiva e concentrata tanto da costruire subito la prima occasione della partita con un colpo di testa di Juan Jesus al quale si oppone Sorrentino. Il Palermo si fa vivo con un calcio di punizione di Dybala. Ma l’Inter cerca e vuole il gol che arriva al 16′ grazie a un corner pennellato da Shaqiri per l’incornata vincente di Guarin che anticipa tutti. Al 25′ il Palermo fa rabbrividire San Siro con una nitida occasione sprecata da Rigoni. Alla mezz’ora e’ Palacio a gettare via la possibilita’ del raddoppio, ma spedisce a lato. Nella ripresa il tecnico mantiene le sue scelte: il centrocampo e’ ben disposto, l’attacco si deve sbloccare, la difesa regge anche se accusa una pesante sbandata proprio in apertura. Quello che accade in area nerazzurra ha dell’incredibile con Handanovic che salva su Dybala. Il pallone pero’ finisce fortunosamente a Vazquez che colpisce il palo, con Ranocchia e Handanovic praticamente immobili. Sulla ribattuta errore pazzesco di Dybala che spara alto da due passi. Si riaffacciano i peggiori incubi dell’Inter, mentre c’e’ incredulita’ sulla panchina del Palermo. Il pareggio sembrava cosa fatta ma questa volta la fortuna salva Mancini e i suoi. La partita e’ intensa, vivace, divertente. L’Inter chiede un rigore per un fallo di mano in area di Terzi, ma l’arbitro Guida non e’ d’accordo. I nerazzurri si riversano in avanti alla ricerca del gol della sicurezza: Icardi di testa colpisce il palo, poi Terzi allontana, Palacio viene anticipato di un soffio, Ranocchia fa tremare la traversa, Shaqiri serve Icardi ma il suo tiro non e’ preciso. Questione di minuti, scatta il 20′ quando l’Inter raddoppia e scaccia via ogni paura: Guarin – quasi da centrocampo – consegna un magnifico pallone per Icardi che si coordina alla perfezione e, di potenza e precisione, batte Sorrentino. L’argentino pero’ non esulta, in polemica dopo lo scontro con i tifosi al Mapei Stadium. Ancora un atteggiamento discutibile da parte dell’attaccante, inutilmente polemico in una serata felice. L’Inter infatti mette a segno il tris grazie a una bella azione di Kovacic, proseguita da Guarin e conclusa a rete di testa dallo stesso Icardi. Mancini forse intravede una svolta per un’Inter che finora non e’ riuscita a spiccare il volo: questa sera pero’ vince, convince e fa pace con i suoi tifosi. La pazienza viene premiata e bisogna solo saper aspettare. Unico neo l’atteggiamento stonato di Icardi che non gioisce e fa l’offeso.

Ultima ora

21:24Calcio:1-0 al Gremio, Real Madrid vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Real Madrid ha vinto il Mondiale per club battendo 1-0 (0-0) i brasiliani del Gremio nella finalissima giocata questa sera ad Abu Dhabi. Decisivo il gol di Cristiano Ronaldo su punizione all'8' della ripresa.

21:19Usa: Trump, con taglio tasse crescita fino al 6%

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Donald Trump ha difeso oggi il testo della riforma fiscale concordata dai repubblicani respingendo le critiche che avvantaggerà più i ricchi che la middle class. La previsione del presidente è che l'economia Usa comincerà a volare dopo l'approvazione della legge, crescendo dall'attuale 3% al "4%, 5% e forse anche 6% alla fine".

21:11Leader estrema destra a Praga,no all’Ue in Europa del futuro

(ANSA) - PRAGA, 16 DIC - I leader dei partiti populisti dell'estrema destra europea, uniti oggi a Praga per discutere del futuro dell'Europa si sono impegnati a lavorare insieme per creare un nuovo modello di cooperazione continentale distante dal modello dell'Unione europea. Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza Marine Le Pen, alla guida del Front National francese, ha definito l'Ue "una organizzazione disastrosa" che "sta uccidendo l'Europa". Geert Wilders, fondatore del partito anti-Islam olandese per la Libertà, ha proposto che l'Europa segua l'esempio del presidente Usa Donald Trump che ha imposto un bando sull'immigrazione da alcuni Paesi a maggioranza musulmana.

21:11Inaugurato primo Gufo Bar nel Bresciano, titolari minacciati

(ANSA) - BRESCIA, 16 DIC - E' stato inaugurato a Palazzolo sull'Oglio, nel Bresciano, il primo Gufo Bar in Italia, locale che espone gufi vivi. Dopo che i proprietari avevano ricevuto minacce, anche di morte, da gruppi di animalisti, all'apertura, avvenuta nel pomeriggio, non si sono registrate tensioni nonostante la presenza di un corteo animalista composto da una ventina di persone. Alla prima mancavano però proprio i gufi. "Abbiamo temuto tensioni e quindi la scelta è stata quella di non esporre gli animali" hanno detto i titolari del bar di Palazzolo sull'Oglio. "Non rinunciamo al nostro progetto, ma vogliamo comunque verificare bene cosa dica la legge sulla presenza di animali nei locali. I nostri gufi - hanno aggiunto - sono nati, cresciuti in cattività e regolarmente registrati. Agli animalisti che minacciano di entrare nel locale per liberare i gufi diciamo che, se liberati, gli animali morirebbero".

21:10Pd: Renzi al lavoro su liste, i migliori nei collegi

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Matteo Renzi ha avviato, a quanto si apprende, il lavoro per definire le candidature con un giro di contatti e telefonate anche con Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia elettorale è di mettere i candidati più forti alla guida dei collegi, ad esempio Renzi a Firenze centro; il premier Paolo Gentiloni a Roma 1; Dario Franceschini a Ferrara e proporzionale in Basilicata; Andrea Orlando a La Spezia, prevedendo anche la candidatura nel proporzionale; Marco Minniti nel collegio a Reggio Calabria e nel proporzionale in Veneto. Per Orlando probabile collegio a La Spezia e proporzionale in Calabria. Per Del Rio collegio di Reggio Emilia o Bolzano e proporzionale in Sardegna. La strategia, spiegano fonti del Nazareno, è mettere in campo nei collegi i candidati migliori e radicalizzare lo scontro con il M5S come dimostrano le polemiche di questi giorni su 80 euro, Europa e pensioni.

20:36Scuola: ‘bottone rosso’e Carta diritti, novità alternanza

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Un "bottone rosso" (digitale) che gli studenti in alternanza scuola-lavoro potranno usare per segnalare eventuali criticità. Una Carta dei diritti e dei doveri per chi è impegnato in questa attività didattica "innovativa". E ancora, un osservatorio istituito al Ministero dell'istruzione con il compito di produrre ogni anno - il primo sarà a giugno 2018 - un report su quanto fatto. Si rafforza con gli Stati generali, oggi al Miur, e con l'introduzione di questi nuovi strumenti, l'alternanza scuola-lavoro che la legge 107 ha reso obbligatoria per gli studenti del triennio delle superiori. L'obiettivo, ha ribadito la ministra Valeria Fedeli, è offrire ai ragazzi, con il contributo di tutte le parti, "le garanzie per un sistema con più qualità, trasparenza e responsabilità". Un sistema che, secondo il sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ancora luci e ombre, ma che mira a far crescere e formare la persona. A puntare il dito sulle ombre sono stati l'Unione degli studenti e il Fronte della gioventù comunista.

20:35Droga: in autocisterna vino 700 chili cocaina e hashish

(ANSA) - TORINO, 16 DIC - Nell'autocisterna del vino erano nascosti 700 chili di cocaina e hashish. E' la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, in collaborazione con i colleghi di Cagliari - dove è iniziata l'indagine - che hanno arrestato due italiani di 30 e di 32 anni. L'autocisterna è stata fermata all'interno di un capannone di Moncalieri, alle porte di Torino. Una volta travasato il vino rosso, dentro la cisterna sono saltate fuori delle casse metalliche con all'interno lo stupefacente. Il mezzo è stato sequestrato. Le indagini proseguono nel massimo riserbo per stabilire la provenienza della droga e identificare i complici dei due arrestati. (ANSA).

Archivio Ultima ora