Giorno del ricordo: Mattarella, sanata una ferita profonda

Pubblicato il 10 febbraio 2015 da redazione

MATTARELLA: 'SARO' ARBITRO IMPARZIALE, MA I GIOCATORI AIUTINO'

ROMA. – Un giorno per non dimenticare quanto accaduto nel secondo dopoguerra al confine nordorientale dell’Italia, per non tacere sui massacri delle foibe e sull’esodo di istriani, fiumani e dalmati dalle loro terre. Un appuntamento annuale, quello del 10 febbraio, istituito nel 2004 dal Parlamento, e che, osserva il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, “ha contribuito a sanare una ferita profonda nella memoria e nella coscienza nazionale”, perché “per troppo tempo le sofferenze patite dagli italiani giuliano-dalmati con la tragedia delle foibe e dell’esodo hanno costituito una pagina strappata nel libro della nostra storia”. Una memoria ritrovata, dunque, di cui bisogna fare tesoro perché nulla si ripeta: “Oggi – aggiunge il Capo dello Stato – la comune casa europea permette a popoli diversi di sentirsi parte di un unico destino di fratellanza e di pace. Un orizzonte di speranza nel quale non c’è posto per l’estremismo nazionalista, gli odi razziali e le pulizie etniche”. E’ alta l’attenzione che il neo Presidente della Repubblica rivolge alla memoria storica del nostro paese e alle pagine drammatiche del passato. Lo dimostrano sia la visita privata alle Fosse Ardeatine, fatta subito dopo l’elezione, sia la partecipazione, oggi pomeriggio, alla cerimonia organizzata a Montecitorio, durante la quale ha premiato, assieme alla Presidente della Camera, Laura Boldrini, e al ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, gli studenti vincitori, visibilmente emozionati, del concorso ‘La Grande Guerra e le terre irredente dell’Adriatico orientale nella memoria degli italiani’, promosso dal Miur. L’appello a non dimenticare, oggi, è arrivato da tutte le più alte cariche di Stato e Governo. Su Twitter il premier Matteo Renzi, ha invitato a “onorare” il giorno del ricordo, “per non dimenticare l’orrore delle Foibe e il dramma dell’esodo che toccò a tanti nostri connazionali”. Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, su Facebook, ha “preso in prestito” le parole di Carlo Azeglio Ciampi secondo cui non c’è nessun futuro se si dimentica il proprio passato. Mentre la Presidente Boldrini, durante la cerimonia alla Camera, non ha usato mezzi termini e rivolgendosi alle associazioni degli esuli rappresentate da Antonio Ballarin ha detto: “un Paese che nasconde la verità non può mai essere un Paese libero e democratico”. “L’Italia vi deve molto – ha aggiunto – perché con il vostro instancabile impegno avete impedito che venisse cancellata definitivamente la memoria dell’orrore del quale rimasero vittime migliaia di uomini, donne e bambini”. E ancora: “Il 10 Febbraio è una giornata di ricordo. Ma è soprattutto un monito, per il presente e per il futuro. Un monito contro l’intolleranza, contro tutte le guerre, contro le dittature e contro ogni tentativo di nascondere la verità”. Presenti per il Governo, nella Sala della Regina, anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, e il ministro Giannini, secondo la quale “la scuola, l’università e il mondo della ricerca sono in prima linea per dire che le tragedie” vissute anche da una sola parte del nostro paese “sono tragedie di tutti” e che “tutti ne portiamo la responsabilità grande di conoscenza e memoria”. Il sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova, ha ricordato che “dopodomani, presso la Presidenza del Consiglio, si terrà un primo incontro a livello tecnico, dopo vari anni, tra il Governo, la Regione Friuli Venezia Giulia e le Associazioni degli Esuli. Uno dei risultati che sarà possibile conseguire è la realizzazione di una sezione dedicata all’Esodo all’interno del Museo del Vittoriano”. Dal mondo della politica poi altri inviti a non dimenticare. Giorgia Meloni (Fdi) ha lanciato un tweetstorm con l’hashtag #10febbraio e ha invitato Renzi a chiedere “a Mattarella di revocare subito il titolo di Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana all’assassino Tito”. “Oltre 10.000 morti, compresi donne e bambini, massacrati (e a lungo dimenticati) solo perché non erano comunisti”, ha osservato Matteo Salvini (Lega Nord): “una preghiera e un impegno, Non dimenticare”. “Oggi – ha aggiunto Silvio Berlusconi (Fi) – il nostro pensiero va a tutti coloro che furono condannati ad una morte atroce per la sola colpa di essere italiani e di non volersi assoggettare alla tirannide comunista”. Il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, ha ricordato infine che “le strumentalizzazioni di coloro che voglio piegare il significato di questa giornata alla faziosità non giovano a una riflessione che dovrebbe essere comune”.  (di Alice Fumis/ANSA)

Ultima ora

22:50Bimbo di due mesi trovato morto in culla dai genitori

(ANSA) - CAGLIARI, 11 DIC - Era in culla e non respirava più. Così un padre e una madre, lui 39 anni lei 33, di Sant'Antioco, nel Sulcis, hanno trovato il corpo senza vita del figlioletto di soli due mesi. La tragedia, su cui stanno indagando i carabinieri, è avvenuta in una abitazione di via Matteotti, alle 18.30, orario in cui i genitori del piccolo hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati i medici del 118 che hanno solo potuto constatare il decesso. In via Matteotti sono poi arrivati i militari della Stazione che hanno raccolto le prime testimonianze. Dai primi accertamenti, non sarebbero stati riscontrati segni di violenza sul corpicino: si tende ad escludere l'azione di terzi. Il magistrato di turno ha comunque disposto il trasferimento della salma del piccolo al Policlinico di Monserrato dove sarà eseguita l'autopsia.

21:59Argentina: milioni di pesos falsi contro la corruzione

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - In occasione della Giornata nazionale contro la corruzione, i cittadini di San Salvador de Jujuy, città dell'Argentina nordoccidentale, hanno trovato per strada una montagna di denaro falso pari a 716 milioni di pesos argentini (circa 35 milioni di euro). L'iniziativa è stata realizzata dall'ufficio provinciale anticorruzione per informare i cittadini sugli effetti negativi della corruzione. L'ufficio ha voluto realizzare, in occasione del 9 novembre in Argentina, una riproduzione in scala di tutto il denaro che non si è potuto utilizzare per la costruzione di oltre 2.200 alloggi popolari. I fondi sarebbero coinvolti nel caso che vede sotto accusa la dirigente sociale Milagro Sala, attualmente detenuta per presunta frode, associazione a delinquere ed estorsione. L'iniziativa, costituita da quattro strutture cubiche, rappresentavano gli oltre 716 milioni di pesos la cui destinazione finale non è stata ancora chiarita.

21:55Pentagono ‘ignora’ Trump, transgender possono arruolarsi

(ANSA) - WASHINGTON, 11 DIC - Il Pentagono ha annunciato che consentirà ai transgender di partecipare all'arruolamento che comincia il primo gennaio, nonostante l'opposizione del presidente Donald Trump. Una mossa che, secondo gli osservatori, riflette le crescenti pressioni legali sulla questione e le difficoltà da parte del governo federale di attuare la richiesta del tycoon di bandire i transgender dall'esercito. Le sue direttive finora sono state bocciate da due corti federali. Le aspiranti reclute dovranno tuttavia superare una serie di esami fisici, psicologici e medici che potrebbero rendere più difficile ottenere la divisa.

21:53Putin sbarcato ad Ankara, faccia a faccia con Erdogan

(ANSA) - ISTANBUL, 11 DIC - Il presidente russo Vladimir Putin è sbarcato ad Ankara, ultima tappa del suo tour de force mediorientale che oggi lo ha portato nella base russa di Hmeimim in Siria, dove ha incontrato il suo omologo Bashar al Assad, e poi al Cairo per colloqui con il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi. In Turchia, il capo del Cremlino avrà un faccia a faccia con il presidente Recep Tayyip Erdogan sulle crisi regionali - dalla Siria a Gerusalemme - e i rapporti bilaterali, con un focus sulla cooperazione energetica e il progetto russo della prima centrale nucleare turca ad Akkuyu. Negli ultimi mesi, i due leader hanno avuto numerosi contatti. Il faccia a faccia di oggi, seguito da una conferenza stampa congiunta, è il terzo nell'ultimo mese.

21:53Maltempo: Toti, ‘Le prossime ore sono le più critiche’

(ANSA) - GENOVA, 11 DIC - "La nostra è una situazione di preoccupazione e di attenzione perché si tratta di una perturbazione molto complessa, sia da seguire che da capire. E' stata una tempesta perfetta, un fenomeno estremo per il variegato modo in cui si è presentato. Le prossime ore saranno quelle che danno maggiore preoccupazione". Così il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti ha commentato la situazione meteo. "Abbiamo avuto mareggiate con onde fino a 7 metri, vento fino a 160 km orari, precipitazioni fino a 300 mm, freddo molto intenso nell'entroterra con neve nel savonese con il fenomeno del gelicidio che ha provocato non pochi problemi ai trasporti ferroviari e stradali". Restano sorvegliati speciali l'Entella, il Magra e il Vara. "Adesso sarà importante vedere nelle prossime ore - continua Toti - quando le piogge intorno a mezzanotte caleranno, come reagiranno i bacini".

21:49Gerusalemme: razzi da Gaza, Israele risponde al fuoco

(ANSAmed) - TEL AVIV, 11 DIC - Razzi sono stati lanciati da Gaza verso Israele ma per ora non si conosce il luogo dell'impatto, né eventuali conseguenze. Lo ha riferito il portavoce militare aggiungendo che, in risposta al lancio, l'esercito ha sparato tre colpi di artiglieria verso la zona della Striscia da cui si presume siano parti i razzi. Non si hanno altre notizie al momento. Oltre l'artiglieria - ha in seguito aggiunto il portavoce - è intervenuta anche l'aviazione israeliana che ha colpito postazioni di Hamas nel sud della Striscia. Israele - ha spiegato - considera Hamas responsabile "per ogni attacco da Gaza".

21:48New York: ‘Vendetta per raid Israele a Gaza’

(ANSA) - NEW YORK, 11 DIC - L'attentatore di Manhattan parlando con gli investigatori avrebbe legato il suo gesto alle azioni di Israele contro la popolazione di Gaza: lo riporta la Cnn citando fonti investigative.

Archivio Ultima ora