Usa: moglie ‘american sniper’ ricorda in aula ultimi momenti

(ANSA) – STEPHENVILLE (TEXAS), 12 FEB – La moglie di Chris Kyle, il cecchino americano ucciso due anni fa e reso famoso dal film American Sniper di Clint Eastwood, è stata la prima persona chiamata a deporre dall’accusa al processo per la morte di suo marito e ha raccontato gli ultimi minuti trascorsi con lui. Taya Kyle, commossa, ha raccontato quel giorno del febbraio 2003 quando abbracciò e baciò il marito, prima che uscisse di casa per andare al poligono con l’ex marine Eddie Ray Routh, che poi lo uccise.

Condividi: